QF G2– Scatto d’orgoglio della Sidigas: dominata Trento, è 1-1 nella serie

QF G2– Scatto d’orgoglio della Sidigas: dominata Trento, è 1-1 nella serie

I biancoverdi si riscattano subito dopo la sconfitta in Gara 1, superando con decisione i trentini al termine di un match quasi mai in discussione.

di Davide Scioscia

Nel surreale silenzio del PalaDelMauro, la Scandone Avellino batte con autorità la Dolomiti Energia Trentino col punteggio di 80-59. Partita di fatto dominata dalla squadra di coach Sacripanti, che ha visto eccellere Kyrylo Fesenko: per il centro ucraino doppia-doppia da 20 punti e 10 rimbalzi per un totale di 32 di valutazione; dall’altra parte prestazione da dimenticare per l’Aquila, che ha anche perso Gomes per espulsione. Vittoria che dunque permette alla Sidigas di impattare subito sull’1-1 la serie, che adesso si sposta a Trento per Gara 3 e Gara 4.

STARTING FIVE
Sidigas: Filloy, Rich, Wells, Leunen, Fesenko
Dolomiti Energia: Forray, Gomes, Sutton, Silins, Hogue

PRIMO TEMPO: Avvio equilibrato di match, con protagonisti Fesenko per la Sidigas e Sutton per la Dolomiti Energia, 6-5 al 3’. Continua l’assolo del centro ucraino, che firma i primi 10 punti della Scandone, dopo un appoggio a tabellone di Hogue: è 10-7 al 5’. Dopo l’uscita di Fesenko, si sbloccano anche Rich, Wells e Auda, che danno il +9 ad Avellino, contro una Trento in chiara difficoltà offensiva (18-9 al 7’); Dopo il +10 firmato da Wells, l’Aquila si affida a Sutton, ma dall’altra parte Renfroe mantiene sul +9 i locali: 24-15 al 10’. Dopo il canestro di Auda, gli ospiti, trascinati dalle giocate di Gutierrez e Hogue, piazzano un parziale di 0-7 per il -4 del 12’ (26-22). Fesenko ritrova la via del canestro, ma la formazione di Buscaglia, tiene bene il ritmo grazie a Gutierrez e Shields per il 30-27 del 15’. Shields mette a segno la sua prima bomba, ma dall’altra parte Wells si mette in proprio e con cinque punti in fila riporta Avellino a +9 al 18’; continua il buon momento della Sidigas, che va all’intervallo con la doppia cifra di vantaggio grazie alla prima tripla di Filloy: al 20’ è 44-33.
SECONDO TEMPO: Rich torna a segnare al rientro dagli spogliatoi, la risposta trentina è firmata da Shields da oltre l’arco, ma Leunen risponde alla stessa maniera per il +13 del 23’ (51-38). Non si segna per due minuti abbondanti di match, con le difese che si fanno apprezzare rispetto agli attacchi, siccità che viene chiusa da due liberi di Wells: al 16’ è 53-38. Franke segna cinque punti consecutivi, ma la Sidigas trova da Scrubb e Rich i punti del massimo vantaggio: alla terza sirena è 60-43. In avvio di ultimo quarto l’Aquila rientra a -12 grazie alla bomba di Gomes, il quale però commette una grossa ingenuità facendosi espellere dalla terna arbitrale: ne approfitta quindi la Scandone, che, non solo ricaccia indietro gli avversari, ma aumenta la forbice addirittura a +26 con i canestri di Rich, Fesenko e Filloy: 76-50 al 35’, match virtualmente chiuso. Nel consueto garbage time di fine partita, Sacripanti mette dentro anche Parlato, con la Dolomiti Energia che cerca di limitare i danni, ma la testa è già ampiamente a Gara 3: finisce 80-59.

MVP basketinside.com: Kyrylo FESENKO – 20 punti, 10 rimbalzi, 32 di valutazione

Sidigas Avellino – Dolomiti Energia Trentino 80-59
Parziali: 24-15; 44-33; 60-43

AVELLINO: Zerini 4, Wells 11, Sabatino n.e., Leunen 5, Scrubb 3, Filloy 9, Renfroe 5, D’Ercole, Rich 12, Auda 11, Fesenko 20, Parlato. Coach: Sacripanti.

TRENTO: Franke 8, Sutton 9, Silins 5, Czumbel n.e., Forray, Conti n.e., Flaccadori, Gutierrez 10, Gomes 7, Hogue 8, Lechthaler 2, Shields 10. Coach: Buscaglia.

Arbitri: Seghetti, Filippini, Bettini.

Fotogallery di Mario D’Argenio

Avellino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy