Seconda sconfita casalinga per Brescia, Capo D’Orlando s’impone e porta a casa la vittoria

Seconda sconfita casalinga per Brescia, Capo D’Orlando s’impone e porta a casa la vittoria

Seconda sconfitta casalinga per la Germani che nonostante il nuovo arrivo di Christian Burns vede imporsi Capo D’Orlando per 89-90 spinta da un super Fitipaldo.

Commenta per primo!

E’ un’Orlandina che non smette di stupire. Dopo aver spazzato via Cantù, i siciliani s’impongono sul parquet di Brescia mandando in crisi una Germani incapace di trovare prestazioni convincenti dopo il successo proprio contro la formazione di Kurtinaitis. I lombardi inseguono praticamente per tre quarti, poi nel finale coach Diana preferisce lo spento Berggren a un positivissimo Burns, con il numero quattro che spreca l’incredibile canestro che avrebbe chiuso la contesa. Per la formazione di Di Carlo, priva ancora di Perl, Drake Diener e Nicevic un altro capolavoro. Sugli scudi Archie (20pt+11rb), Delas (19 pt e 11rb) ma soprattutto un super Fitipaldo da 33 punti, 10 assist e 44 di valutazione.

Germani Basket Brescia 89-90 Betaland Capo D’Orlando 89 90
(18-25, 42-43, 62-59, 78-78)

CRONACA

Brescia: Vitali L, Moore, Moss, Landry, Berggren
Capo D’Orlando: Laquintana, Fitipaldo, Stojanovic, Archie, Delas

Capo D’Orlando parte davvero forte e lascia ai posti di blocco la Germani, tocca a Landry e Vitali caricarsi la squadra sulle spalle e riportare la Leonessa di coach Diana a contatto (3-8). Ancora Landry che dopo il potenziale gioco da 3 punti realizzato aggiunge un piazzato dall’angolo che vale il sorpasso, +1 Germani (12-11).

La Betaland ritorna in vantaggio, coach Di Carlo ha deciso di mettere in campo un roster veloce che sia in grado di mettere in difficoltà la difesa della Centrale, +7 grazie ad un ottimo Archie e Delas che sotto canestro hanno dato filo da torcere ai lunghi bresciani (18-25).
La Germani ingrana nuovamente e nonostante la forte difesa di Capo D’Orlando riesce a creare un ottimo parziale di 6-2 che vale il 30-30. Ingresso decisivo quello di Christian Burns che dopo solo 2 minuti di gioco mette a referto 5 punti che valgono il -4 a 3 minuti dalla pausa lunga (35-39). Brescia ha trovato un ottimo momento nelle fasi finali di gioco che gli permettono di chiudere sul -1, Burns e Landry stanno dando una svolta alla partita mantenendo saldo l’attacco e la difesa della Germani. La Betaland torna in campo e subito allunga le distanze prima con una bomba di Archie e poi con una bomba di Laquintana subito risponde  Lee Moore che in meno di 3 minuti mette a referto 8 punti che valgono il +1 per la Germani (55-54).

E’ ancora Burns ha dare una marcia in più al roster di coach Diana che non da solo velocità al quintetto, ma mantiene salda la difesa. Brescia guadagna un tecnico e un antisportivo sulla fine di terzo che porta la Leonessa sul 62-59 (0/2 dalla lunetta per Bushati). La Germani crea un piccolo parziale di 5-0 messo a referto da Burns e Michele Vitali, dall’altra parte rispondo Archie con un 1/2 dalla lunetta e un 2/2 di Delas, -2 Capo D’Orlando. Brescia continua a mantenere costante il vantaggio grazie ad un ottimo Michele Vitali a quota 13 punti, la Betaland si affida solamente a Bruno Fitipaldo a quota 26 punti questa sera (74-72). La Germani riporta il vantaggio sul +2 grazie ad un 1/2 dalla lunetta di Jared Berggren, dopo un pessimo passaggio di Luca Vitali l’Orlandina ruba palla e conquista 2 liberi che verranno realizzati da Tommaso Laquintana, 78-78 a 22 secondi dalla fine. Con 22 secondi di gioco tra le mani Brescia non riesce a finalizzare e porta la partita all’overtime. Capo D’Orlando inizia con una bomba di Archie seguita da un tiro da 3 realizzato da Fitipaldo, subito risponde Vitali con il canestro del -2 (82-84). Ancora Luca Vitali, ancora da 3, +1 Brescia che si porta sul 85-84 a 2.30 dalla fine, possesso Betaland che trova solamente uno 0/2 dalla lunetta per Archie. Brescia torna sotto di 1 punto grazie al 2/2 dalla lunetta di Fitipaldo, ma dall’altra parte risponde Marcus Landry, +1.  E’ proprio Burns che mette segna il canestro del +1 a 20 secondi dalla fine, a Capo D’Orlando rimangono 7 secondi sul cronometro, palla che dalla rimessa finisce nelle mani di Delas che appoggia facilmente per il +1 a 6 secondi dalla fine. Brescia non ce la fa a costruire un’azione e perde in casa contro una Capo D’Orlando per 89-90.

Brescia: Moore 13, Passera, Berggren 3, Cittadini, Bruttini ne, Vitali L. 11, Landry 22, Bolis ne, Burns 13, Vitali M 16, Moss 6, Bushati 5.All. Andrea Diana
Capo D’Orlando: Galipò 3, Fitipaldo 33, Inannuzzi 2, Laquintana 10, Nicevic ne, Francesco ne, Delas 19, Diener ne, Filip ne, Archie 20, Stojanovic 3. All. Gennaro Di Carlo

Fotogallery a cura di Riccardo Cherubini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy