SF G3 – Sassari spazza via Milano all’overtime e vola in finale scudetto

SF G3 – Sassari spazza via Milano all’overtime e vola in finale scudetto

La Dinamo Banco di Sardegna Sassari vince all’overtime contro Milano chiudendo la serie per 3-0 e volando in finale

di Alessandro Sanna

La Dinamo Banco di Sardegna Sassari liquida anche PalaSerradimigni l’Olimpia Milano chiudendo la serie di semifinale con un netto e meritatisismo 3-0 che porta gli uomini di Pozzecco alla loro storica seconda finale scudetto, dopo quella vittoriosa del 2015. Dopo un overtime i sardi hanno replicato gara 2 offrendo un supplementare superbo che è valso il 108-96 finale. Neanche una Milano combattiva e mai doma, capace di pareggiare la partita e protrarla fino all’overtime, è riuscita a placare la voglia di vincere di una Sassari impressionante che con oggi centra la 22esima vittoria consecutiva. Per i sardi mattatori di un match infinito sono stati Smith con 29 punti, Pierre con 15, Thomas con 22 e Cooley con 20. Per Milano una doccia freddissima dopo una regular season dominata, ma un netto 3-0 senza appello che lascerà di sicuro qualche strascico nell’immediato futuro.

1° QUARTO:

Pronti via e parte subito alla grande la Dinamo che grazie a Cooley e Smith piazza un parziale di 5-0, Milano non si lascia intimorire e con Brooks, Micov e Nunnally crea il controparziale di 7-0 che vale il sorpasso. Thomas la pareggia dalla lunetta, Polonara, Smith e un antisportivo a Nunnally spianano la strada agli isolani che si portano sul +7. Nunnally con una bomba riavvicina i lombardi, ma Thomas e Cooley impattano il nuovo +8 che costringe Pianigiani al timeout. Al rientro sul parquet dopo il 4-0 milanese ci pensa Smith con 3 bombe personali a far volare i sassaresi sul massimo vantaggio in doppia cifra (29-19). Pozzecco lancia in campo Gentile e Spissu, ma nel finale c’è spazio solo per il canestro di Nedovic che chiude il quarto 29-21 in favore dei sardi con Smith autore di 14 punti e un 4/4 da 3.

2° QUARTO:

Il secondo quarto si apre sotto il segno di Nedovic e Nunnally che rosicchiano il vantaggio sassarese rilanciano Milano sul -3, Tarczewski dalla lunetta completa la rimonta impattando il 37 pari. Sassari nonostante la spinta di un pubblico incredibile è bloccata, ma prima Spissu, poi Gentile e James tengono a galla gli isolani che riescono ancora a stare davanti (42-39). La seconda metà del quarto però è un monologo milanese che grazie alla difesa e alla precisione di Nunnally vola sul +3, ma nel finale Smith e Carter rimediano alla grande tenendo la Dinamo sul -1 sulla sirena finale. Finisce 51-52.

3° QUARTO:

Dopo il riposo lungo Sassari prova subito a risalire la cima con Cooley che mette a segno il primo canestro del quarto, Micov e Tarczewski non ci stanno a rilanciano l’Armani sul nuovo +4, ma Sassari trova nella forza esplosiva di Cooley i canestri che valgono il nuovo sorpasso sul 64-63. Milano chiama timeout, ma il rientro in campo non sortisce l’effetto sperato da Pianigiani con la Dinamo capace di mettere a segno un 10-0 di parziale che permette a Sassari di chiudere il quarto sul 74-66.

4° QUARTO:

Pierre apre il contropiede con il canestro che vale il +10 sassarese, Nedovic risponde senza paura con una tripla importantissima, Polonara e Thomas tengono avanti Sassari, ma Nunnally è immarcabile nei primi minuti e con 5 punti consecutivi tiene Milano sul -5 (81-76). La seconda metà del quarto è una guerra sportiva con James e Nunnally protagonisti dei canestri che fanno sognare Milano fino alla bomba del 88-89 a 45 secondi dalla fine: Pierre però non sfrutta appieno il viaggio in lunetta con un 1 su 2 che vale l’89 pari. Ne James ne Thomas dall’altra parte sfruttano i tiri che valgono la vittoria e si va all’overtime.

1° OVERTIME:

Stafano Gentile, sottotono rispetto alle prime due gare in terra lombarda, apre l’overtime con un glaciale 2/2 dalla lunetta, Kuzminskas risponde dai 6.75, ma Smith non perdona con il canestro da 3 del nuovo +2. Kuzminskas dalla lunetta pareggia, ma Jeff Cooley è indiavolato e con 4 punti di fila, seguito da Pierre e Smith (tripla), Sassari infila il parziale di 9-0 che vale il 103-94. Il resto è storia: Sassari vola in finale per la seconda volta nella sua storia.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari:
Spissu 2, Smith 29, Mcgee 2, Carter 4, Devecchi 0, Magro n.e., Pierre 15, Gentile 7, Thomas 22, Polonara 7, Diop n.e., Cooley 20.
Coach Gianmarco Pozzecco

AX Armani Exchange Milano:
Della Valle n.e., James 18, Micov 10, Ferraris n.e., Fontecchio n.e., Tarczewski 7, Nedovic 16, Kuzminskas 18, Cinciarini 0, Nunnally 19, Burns 0, Brooks 8.
Coach Simone Pianigiani

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy