SF G4 – Milano c’è, Venezia cade sotto i colpi di Simon

Il croato è il protagonista assoluto (25 punti) e l’Olimpia sfata il tabù Taliercio in questi playoff rimettendo la serie in parità (2-2).

Commenta per primo!

MESTRE (VE) – Il quarto atto sorride all’Olimpia Milano che, con pieno merito, sconfigge la Reyer a domicilio ed impatta la serie sul 2-2. Kruno Simon, per distacco, l’uomo in più di questa EA7: una sentenza al tiro dal campo (7/9) e lucido pure in lunetta (6/6), 25 alla fine i punti a referto del croato. Buono l’impatto di Sanders – fino all’infortunio alla caviglia che lo ha messo fuori dai giochi a metà 3° parziale – al ritorno in campo dopo l’esclusione da Gara 3, solida la prova di McLean e Batista sotto le plance. Gentile (3/15 al tiro) nuovamente oggetto misterioso per 34’, salvo poi realizzare i canestri della fuga milanese negli ultimi minuti. In casa veneziana si dovrà riflettere sul -20 a rimbalzo che probabilmente ha consegnato la sfida ai milanesi e la mancata reattività sulle palle vaganti, quell’energia che aveva soffocato l’Olimpia in Gara 3. In diverse occasioni la Reyer, di rincorsa per tutto il match, ha dato l’impressione di riuscire a mettere la freccia, ma è sempre mancato il guizzo per capovolgere il risultato. A sprazzi Pargo (13 punti e 5 assist, ma 4/13 dal campo), così come Green, ben controllato dalla difesa biancorossa; top scorer dell’Umana Bramos con 14 punti. Appuntamento a Gara 5 al Forum di Assago venerdì 27 maggio alle ore 20,45.

1 QUARTO Repesa decide di tornare al fortunato assetto di Gara 2: dentro Rakim Sanders, fuori Charles Jenkins. Con l’ex sassarese Milano acquisisce sin dalla palla a due un’intensità difensiva completamente differente: l’Olimpia al 7’ è avanti 4-11. Sanders spinge i suoi fino al +8 (11-19 al 9’) dopo un’imperiosa schiacciata sotto la Curva Nord. Viggiano e Pargo (8 punti nel 1° quarto) dimezzano il gap: al 10’ VE 17-21 MI.

2 QUARTO Krubally firma subito il -2, Viggiano vanifica un contropiede (grande stoppata di Cerella) e Macvan punisce dall’altra parte (19-24 al 13’). Ancora Krubally per il -3, poi Cerella con una bomba di tabella (21-27 al 13’). Venezia però sembra avere l’inerzia dalla propria parte, trascinata dai suoi tifosi: Green e Tonut danno la parità a quota 29 al 16’. Otto punti consecutivi di Simon rilanciano le ambizioni meneghine (31-37 al 18’). Mini-break di 5-0 targato Ejim-Green e l’Umana torna ad una sola lunghezza. Macvan chiude il parziale con un 2/2 ai liberi. Al 20’ VE 36-39 MI.

3 QUARTO La Reyer torna in campo con energia ma sciupa in più occasioni il sorpasso (43-44 al 23’). Simon è una macchina da 3 punti, Bramos prova a controbattere con la stessa moneta ma l’Olimpia allunga sul +6 con McLean (48-54 al 26, timeout De Raffaele). Ancora Bramos accorcia sul -3, poi McLean e Cerella scavano il solco fino al nuovo +6 (55-61 a 30” dalla conclusione del quarto). Ci pensa Jackson, con una tripla allo scadere, a dare il -3 all’Umana a fine frazione. Al 30’: VE 58-61 MI.

4 QUARTO E’ Batista a firmare il +5 (58-63 al 31’). Jackson fa 0/2 ai liberi, rimedia Ejim con una tripla dall’angolo (61-63 al 32’, timeout Repesa). Primo canestro dal campo per Gentile al 34’, il quale poi raddoppia con due liberi (61-67 al 34’). Venezia fatica a costruire buone trame da gioco e si affida solo a soluzioni inefficaci dal perimetro (timeout De Raffaele al 35’). Ejim e Green riportano a -4 (65-69 al 36’) la Reyer dopo che era scivolata precedentemente sul -8. Il ritrovato Gentile e il solito Simon ispirano un nuovo break (65-75 al 37’). L’Umana non molla: tripla di Pargo per il -5 (70-75 al 38’). McLean dalla lunetta è infallibile, l’Olimpia si porta sul +7 (72-79 a 1’30”). Timbra Ortner dimenticato nell’area colorata, ma nell’altra metà campo Lafayette in penetrazione infila il nuovo +7 (74-81 a 1’06”). Venezia ci prova fino all’ultimo secondo ricorrendo al fallo sistematico, ma l’Olimpia dalla lunetta negli ultimi è praticamente infallibile (7/8): a mettere la partita in cassaforte è Simon, indiscusso mvp della partita, a 22” dalla conclusione. Termina 80-88.

UMANA REYER VENEZIA 80–88 EMPORIO EA7 ARMANI MILANO (17-21, 36-39, 58-61)

Umana Reyer Venezia
Green 13, Tonut 4, Bramos 14, Ejim 9, Ortner 6.
Ruzzier ne, Pargo 14, Jackson 5, Antelli, Viggiano 8, Ress, Krubally 8. All.: De Raffaele

Emporio EA7 Olimpia Milano
Kalnietis 9, Simon 25, Gentile 11, Sanders 8, Batista 6.
Cinciarini, Lafayette 4, Cerella 7, McLean 9, Macvan 9, Magro ne. All.: Repesa

MVP BASKETINSIDE.COM: Krunoslav Simon (EA7 Emporio Armani Milano)

Arbitri: Paternicò, Lanzarini, Martolini

Note: 3509 spettatori

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy