SF G6: Milano, la rimonta è compiuta! Sassari trascinata a gara-7

SF G6: Milano, la rimonta è compiuta! Sassari trascinata a gara-7

Commenta per primo!

La rimonta è servita. Dal baratro alla parità, Milano tira fuori grinta e orgoglio recuperando dal -14 del primo tempo e impattando la serie sul 3-3.

Sarà quindi gara-7 a decidere chi sarà la finalista fra l’Olimpia e la Dinamo Sassari, una degna conclusione di una semifinale ad altissimo livello ed intensità degna di una finale anticipata.
Il Banco parte forte, mette alle corde Milano con una difesa quasi perfetta, la sotterra sul -14 (33-19 del secondo periodo), ma poi la lenta ma inesorabile rimonta targata EA7, trascinata da un Gentile come sempre protagonista, riporta sulla terra i sardi che sul 3-1 avevano forse pensato di aver chiuso i conti. I campioni d’Italia passano dall’inferno al paradiso e hanno ora paradossalmente l’inerzia dalla loro parte, ma occhio a dar per morta questa Sassari, come sempre brava a rialzarsi nei momenti più difficili.

1° QUARTO:

Prima di vedere un canestro, complici due ottime difese e molti errori offensivi da ambe le parti, passano 3.35 minuti di gioco, ci pensa Logan ad aprire le marcature con un bel canestro dall’area. Samuel pareggia immediatamente i conti ma la Dinamo ne ha di più e grazie a Sanders e Lawal vola sul 9-4. Un doppio tecnico fischiato a Samuels e Mbodj dimostra la grande tensione e la grande paura di perdere questa partita decisiva, ma nel finale la via del canestro la trova solo la squadra di casa che con Brooks e Sosa chiude il tempo avanti di 9 lunghezze: finisce 17-8.

2° QUARTO:

Secondo aperto dal libero di Sacchetti che lancia i sardi sul +10, Gentile entra in ritmo e risponde in stepback, ma Sosa e Lawal mantengono a distanza di sicurezza la squadra sassarese sorretta ancora una volta da una difesa asfissiante che permette alla Dinamo di volare addirittura sul +14 grazie ad un antisportivo fischiato a Kleiza che manda in lunetta Sanders e permette a Logan di segnare due facili punti da sotto (33-19). Nel finale Milano getta il cuore oltre l’ostacolo e in un ambiente caldissimo trova con un sontuoso MarShon Brooks i canestri che chiudono il tempo sul 39-29.

3° QUARTO:

Terzo periodo aperto dalla bomba di Ragland che riporta Milano sul -4, Dyson risponde, ma poi è solo Milano con Brooks e Gentile scatenati che portano la squadra lombarda sul 38 pari. Sassari perde lucidità e subisce un nuovo gioco da 3 punti dello scatenato Gentile che vale il primo sorpasso dell’EA7, con il parziale che dice 12-2 per i meneghini. Sassari sa reagire alla grande al parziale firmato dagli ospiti e piazza con Sosa e Devecchi, bomba per lui, i punti del controparziale che valgono il nuovo 45-41. Nel finale però è Milano è più concreta e cattiva e trova con un sontuoso Gentile i canestri del 49-54 finale.

4° QUARTO:

Nell’ultimo e decisivo periodo Milano riesce a tenere la partita in mano impattando con MarShon Brooks e Samuels i punti del clamoroso +9, Dyson dalla lunetta restituisce fiducia a Sassari, ma la speranza dura poco: Samuels, Moss e Brooks hanno ancora fame e voglia di portare Milano in finale e fanno volare in un Amen l’EA7 sul +12. La Dinamo non c’è più, mentalmente e fisicamente, e lascia l’iniziativa ai milanesi che con Gentile e Ragland battono facilmente l’arrendevole difesa sassarese. Il finale non regala sorprese con Milano che rimonta la serie e ora avrà mercoledì la possibilità di andare in finale davanti al proprio pubblico.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 67-74 (17-8, 36-29, 49-54)

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Logan 11, Sosa 13, Formenti 0, Sanders 6, Devecchi 3, Lawal 15, Chessa n.e., Dyson 10, Sacchetti 5, Mbodj 0, Vanuzzo 0, Brooks 4. Coach Romeo Sacchetti

EA7 Milano: Ragland 10, Brooks 18, Gentile 21, Gigli 1, Cerella 2, Melli 2, Kleiza 0, Pecchia n.e., Elegar n.e., Samuels 18, Tabu 0, Moss 2. Coach Luca Banchi

Fotogallery a cura di Claudio Atzori

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy