Sidigas, che fatica! Brindisi cede solo nel finale

Sidigas, che fatica! Brindisi cede solo nel finale

I campani vincono con molti patemi una sfida che alla vigilia li vedevano favoriti contro i pugliesi, mai domi e in partita fino alla fine.

Commenta per primo!

La Scandone Avellino vince a fatica contro l’Enel Brindisi per 76-73. Partita in cui la Sidigas è stata anche avanti di 17 lunghezze all’inizio del terzo periodo, ma che ha visto la grande rimonta degli ospiti, che hanno toccato in più occasioni il -1, costringendo gli uomini di Sacripanti a vincerla con non poche difficoltà: contesa risolta, infatti solo negli ultimi secondi dalla freddezza ai liberi dei biancoverdi, con M’Baye che ha sbagliato la bomba del pareggio sulla sirena finale. MVP dell’incontro Joe Ragland (22 punti e 6 assist), ben coadiuvato da Randolph (13) e dall’ex di turno Zerini (10); dall’altra parte non sono bastate le efficaci prove di Carter (19 punti e 7 rimbalzi), Scott (15 e 9) e M’Baye (13).

STARTING FIVE
Sidigas: Ragland, Obasohan, Thomas, Leunen, Cusin
Enel: Moore, Goss, Joseph, M’Baye, Carter.

PRIMO TEMPO: Subito 5-0 di parziale della Sidigas da parte di Thomas e Ragland, poi risposta brindisina firmata da Carter e M’Baye per il 5-4 al 3′. Altri cinque punti consecutivi di Ragland permettono alla Scandone di andare sul +4, prima della tripla di Joseph che fissa il punteggio sul 12-11 al 6′; l’Enel continua a reagire ai punti di Cusin e Ragland trascinata da M’Baye, ma la prima bomba di Green dà ai locali il +5 alla prima pausa (20-15). La Sidigas riparte con il piede sull’acceleratore, firmando un break che la porta sul +10 dopo la tripla dell’ex Zerini (25-15 al 12′); Brindisi risponde con un contro parziale di 0-7 griffato da un sontuoso Carter, tornando così sul -3 al 14′ (25-22); si abbassano i ritmi, con l’Enel che può approfittarne per rimanere a contatto con il solito M’Baye, ma due schiacciate di Obasohan e Randolph ricacciano indietro gli avversari, infiammando il palazzetto: è 33-26 al 17′. L’inerzia è ora totalmente biancoverde, con Brindisi che sbaglia in avanti e si fa sopraffare dall’atletismo di Ragland e Obasohan, scivolando a -12 al 19′: Scott da sotto ferma l’emorragia, mandando le squadre all’intervallo sul 40-30.
SECONDO TEMPO: La Scandone rientra dagli spogliatoi con lo stesso piglio del primo tempo e grazie ai punti di Thomas, Green e Fesenko tocca le 17 lunghezze di vantaggio al 23′: timeout per Sacchetti sul 49-32. La risposta dell’Enel questa volta è rabbiosa e, con un parziale di 1-10 firmato da Carter, Scott e Agbelese, torna a -8 al 26′ (50-42); non finisce qui, perché Avellino sembra essersi smarrita, con Brindisi che ne approfitta trovando addirittura il -4 grazie a M’Baye e Scott (50-46 al 27′). Il 4/4 dalla lunetta di Zerini e Ragland ridà linfa alla Sidigas, che, nonostante la tripla di Goss, chiude sul +7 al 30′ (56-49). Accorcia ancora dalla lunetta Moore per Brindisi, ma Zerini e Randolph la ricacciano indietro sul -6 (61-55 al 32′); cinque punti consecutivi di Moore valgono il -1 esterno, ma lo stesso play brindisino perde una sanguinosa palla: ne può approfittare Avellino, che, con Cusin e Ragland dall’arco, va sul 69-63 al 35′. Una bomba in transizione di Scott riporta sotto Brindisi, ma la risposta avellinese è firmata da un gioco da tre punti di Randolph, che vale il 72-67 del 38′; torna a -1 l’Enel con due liberi di Moore, dall’altra parte sbaglia Randolph, ma Brindisi non riesce a punire e Carter deve commettere fallo su Green: il folletto biancoverde fa 2/2 e a 11” dal termine è 74-71; il tap-in di M’Baye vale il rinnovato -1; si ripete il giro in lunetta per la Sidigas: Randolph è glaciale, M’Baye dal’altra parte sbaglia la tripla del pareggio sulla sirena e Avellino vince 76-73.

MVP basketinside.com: Joe RAGLAND – 22 punti, 6 assist

SIDIGAS Avellino 76-73 ENEL Brindisi
Parziali: 20-15; 40-30; 56-49

AVELLINO: Zerini 10, Ragland 22, Green 8, Esposito n.e., Leunen 1, Cusin 4, Severini, Randolph 13, Obasohan 4, Fesenko 4, Thomas 10, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

BRINDISI: Agbelese 2, Scott 15, Carter 19, Fiusco n.e., Cardillo, Moore 11, Donzelli n.e., M’Baye 13, Joseph 8, Sgobba n.e., Spanghero, Goss 5. Coach: Sacchetti.

Arbitri: Begnis, Weidmann, Boninsegna.

Fotogallery a cura di Vito Massagli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy