Sidigas corsara a Pesaro, ci pensano Dragovic e Richardson

Sidigas corsara a Pesaro, ci pensano Dragovic e Richardson

Commenta per primo!

La Sidigas Avellino passa a Pesaro nell’ ultimo turno di campionato battendo i padroni di casa della Scavolini Banca Marche con il punteggio finale di 93 a 80. Partita che aveva ben poco da dire e cosi è stato, con i biancorossi pesaresi già salvi e gli irpini senza possibilità di accedere alla post season la partita si è trasformata in una sorta di passerella finale per due formazioni che hanno vissuto un avvio di stagione drammatico e che hanno raddrizzato il loro destino nella seconda parte di torneo. Avellino ha vinto con merito partendo subito molto forte pur dovendo far fronte alle assenze di Ivanov, Johnson e Dean e anzi, costretta a schierare quintetti atipici senza pivot di ruolo ha messo in difficoltà la squadra di Zare Markovski che ha pagato lo scotto di un approccio alla partita un po’ troppo soft cercando di rientrare nel secondo tempo senza mai però riuscire ad impensierire realmente la Sidigas che ha tirato con percentuali mostruose da due punti( 31/45 69%) e che ha nettamente vinto il confronto ai rimbalzi( 35 a 24) mettendo in luce un ottimo Richardson da 21 punti con 8/10 dal campo ed un motivatissimo Dragovic con 18 punti e 16 rimbalzi. Per la Scavolini Banca Marche ancora una prova monstre di Stipcevic che ha fatturato 31 punti con 6/9 dalla lunga distanza e ottimo l’apporto di Barbour, giocatore trasformato dall’arrivo di Markovski sulla panchina biancorossa. Avellino, grazie alla sua solidità finanziaria può tranquillamente iniziare a programmare il futuro, confermando in gran parte la squadra della seconda metà di torneo aggiungendo uno o due elementi potrà essere una bella realtà del prossimo torneo al quale è incerta più che mai la presenza della Vuelle , oggi era palese negli occhi e negli sguardi dei presenti la preoccupazione di non vedere più il basket di serie A a Pesaro.

MVP BASKETINSIDE: DRAGOVIC 18 punti 16 rimbalzi 24 di valutazione

TABELLINI
SCAVOLINI BANCA MARCHE PESARO Traini 3 Cavaliero 8 Stipcevic 31 Barbour 22 Thomas 6 Crosariol 0 Mack 4 Bryan 0 Amici 6 All. Markovski
SIDIGAS AVELLINO Hunter12 Biligha 10 Lakovic 14 Richardson 21 Spinelli 9 Crow 0 Dragovic 18 Brown 7 Salafia 2 All. Pancotto

LA CRONACA
Parte forte Avellino, Pesaro appare ancora con la testa negli spogliatoi e si ritrova subito abbondantemente sotto 19 a 6 a metà primo tempo, gli ingressi di Traini Amici e Crosariol danno un po’ di linfa ai padroni di casa ma Richardson è immarcabile e Dragovic un cecchino, Pesaro si mette a zona e prova a reagire con la tripla di Traini ma è il neo entrato Hunter a segnare in maniera spettacolare il 27 a 15 con il quale si chiude il primo quarto. E’ ancora Traini a cercare di dare una scossa ai suoi compagni ma Avellino non molla e detta legge sotto i tabelloni anche grazie ad un buon Biligha che approfitta delle amnesie dei lunghi di casa, Amici in jump riporta la Vuelle a meno dieci ma Lakovic dalla media ristabilisce le distanze, il primo tempo si chiude sul parziale di 47 a 30 per i lupi irpini. Pesaro produce il massimo sforzo al rientro dagli spogliatoi, Stipcevic segna da tre imitato da Barbour ma Pesaro non riesce ad arginare Richardson che segna in penetrazione ,poi è ancora Hunter a sbucare dal nulla e a segnare da sotto e firmare il punteggio di 67 a 54 alla fine del terzo parziale. L’ ultimo quarto vede Pesaro cercare ancora di rientrare trascinata da Stipcevic e Barbour ma Avellino non molla , Spinelli ne segna 4 di fila poi ci pensa Lakovic con una tripla a chiudere il discorso e il match che si chiude sul 93 a 80 per gli ospiti.

 

Fotogallery a cura di Flavia Fantini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy