Sidigas, rabbioso ritorno alla vittoria: Cremona dominata

Sidigas, rabbioso ritorno alla vittoria: Cremona dominata

Gara dominata fin dall’inizio da parte dei biancoverdi, che consolidano la loro quarta posizione in classifica.

di Davide Scioscia

Fondamentale vittoria per la Sidigas Avellino, che ha battuto al PalaDelMauro la Vanoli Cremona col punteggio finale di 95-72. Partita sostanzialmente dominata in lungo e in largo dagli uomini di Sacripanti, che hanno cominciato ad allungare il divario già a fine primo quarto, per poi aumentarlo ulteriormente e mantenersi costantemente sulle 20 lunghezze di vantaggio per il resto del match, contro una Cremona apparsa in giornata negativa, merito anche dell’ottima retroguardia biancoverde. La Scandone ha mandato ben cinque giocatori in doppia cifra, capitanati da Wells, che ha chiuso con 18 punti, ben coadiuvato da Rich (16), Fesenko (15), Fitipaldo (14) e Scrubb (13); dall’altra parte non sono bastate le prove del trio statunitense formato da Johnson-Odom, Martin e Sims, che hanno segnato rispettivamente 16, 15 e 13 punti. Dopo tre battute d’arresto, torna quindi al successo Avellino, che rimane in scia di Brescia e si mantiene ben salda al quarto posto in graduatoria.

STARTING FIVE:
Sidigas: Fitipaldo, Rich, Scrubb, Leunen, Fesenko
Vanoli: Ruzzier, Johnson-Odom, Martin, Milbourne, Sims

PRIMO TEMPO: Partenza ottima per la Scandone, che con Fesenko e Fitipaldo si porta subito sul +5 prima del canestro di Martin che vale il 7-4 del 3’. Entra in partita Johnson-Odom segnando la sua prima bomba, ma dall’altra parte Fitipaldo non è da meno e riporta la Sidigas a +5 al 6’ (15-10); sale la pressione difensiva biancoverde: Cremona perde un paio di palle e vede scappare i padroni di casa sul +11 all’8’ (23-12) dopo le triple di Scrubb e D’Ercole e la schiacciata di Lawal; il divario non cambia negli ultimi secondi del quarto, che si conclude sul 26-15 dopo la prima bomba di D. Diener. La reazione cremonese è rabbiosa e, con un parziale di 0-7 griffato da T. Diener, la formazione di Sacchetti torna a -6 al 13’ (28-22). Il contro-break della Sidigas arriva però repentino ed è di 11-2: Rich, Fesenko e Leunen riportano Avellino sul +11 al 15’ (39-28); la Scandone continua a premere l’acceleratore e viene trascinata dal suo bomber Rich: la Vanoli è costretta ad un nuovo timeout sul -16 al 17’ (46-30); prova a metterci qualche pezza la formazione ospite, anche grazie alla prodezza da oltre l’arco di Martin sulla sirena, ma Avellino è comunque a distanza di sicurezza: 53-39 al 20’.
SECONDO TEMPO: Pronti via, mini-break Sidigas firmato da Scrubb, Fresenko e Rich ed è massimo vantaggio per i locali sul +21 al 22’ (60-39). Dopo due triple a segno da parte di T. Diener e Gazzotti, è ancora Scrubb, coadiuvato da Fitipaldo, a ricacciare indietro gli avversari, allungando ulteriormente il vantaggio dei suoi sul +22 al 25’ (67-45). Martin, Gazzotti e Ruzzier provano a suonare la carica per la Vanoli, ma la Scandone è abile a gestire il momento e grazie ai canestri di Wells, Lawal e D’Ercole si mantiene sul +22 al 30’ (77-55). Cremona rientra sul parquet con tutt’altro spirito e grazie ai punti di Sims, Johnson-Odom e Martin torna a -15 al 33’ (81-66). Quattro punti consecutivi di Fitipaldo danno il là al garbage time, con i giocatori che ormai che pensano più alle statistiche che al risultato: le schiacciate di Wells e Scrubb fissano il punteggio sul 95-72.

MVP basketinside.com: Dez WELLS – 18 punti con 7/8 dal campo e 24 di valutazione

Sidigas AvellinoVanoli Cremona 95-72
Parziali: 26-15; 53-39; 77-55

AVELLINO: Zerini, Wells 18, Fitipaldo 14, Sabatino, Lawal 6, Leunen 7, Scrubb 13, Bianco, D’Ercole 6, Rich 16, Fesenko 15, Parlato. Coach: Sacripanti.

CREMONA: Johnson-Odom 16, Martin 15, Gazzotti 5, Diener T. 8, Ricci 2, Ruzzier 8, Portannese, Fontecchio 2, Sims 13, Diener D. 3, Milbourne. Coach: Sacchetti.

Arbitri: Sabetta, Paglialunga, Calbucci.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy