Siena in casa si conferma imbattibile, Montegranaro cede solo nel finale

Siena in casa si conferma imbattibile, Montegranaro cede solo nel finale

Commenta per primo!

Montepaschi Siena – Sutor Montegranaro 84-73 (30-15; 46-30; 61-55) Dopo un primo quarto che lasciava presagire una passeggiata per i padroni di casa, Montegranaro disputa un secondo tempo che la porta, dopo aver toccato il -20, a due soli possessi di distanza sul campo dei campioni d’Italia. Mayo e Cinciarini, 18 e 14 punti, sono stati imprendibili per la difesa senese, abile comunque a trovare soluzioni contro Collins, dopo l’exploit offensivo del primo quarto. Palma di mvp a Viggiano, 17 punti dal peso specifico immenso per l’eroe di Malaga, sempre al posto giusto nel momento giusto. 14 i punti per Hackett, oggi meno ispirato del solito, eloquenti le 6 palle perse. Come sempre ottimi i primi minuti di Carter, che aiutano la squadra ad approcciare alle gare sempre nel modo più giusto. Rimane così imbattuto il Palaestra, sempre più fortino e rifugio sicuro per una squadra, ancora in fase di rodaggio, ma sempre più amata dal proprio pubblico. Quintetto Siena: Green Hackett Carter Ress Hunter Quintetto Montegranaro: Mayo Cinciarini Collins Sakic Campani Arbitri: Lanzarini Aronne Rossi Cronaca I primi minuti di ogni incontro senese sono per definizione la “Carter zone”. Sui infatti i primi 5 punti di una Montepaschi aggressiva sin dalla palla due, ma vittima del talento offensivo straripante di Collins, unico della Sutor a trovare il fondo della retina fino al 6’, quando i due liberi di Sakic riavvicinano gli ospiti sul 15-9. Un -6, quello degli uomini di Recalcati, che non riusciranno a mantenere con il passare dei minuti: intensità difensiva dei bianco verdi e percentuali rivedibili degli ospiti da 2pt (2/12), condannano Montegranaro già ad un pesante passivo di 30-15 al termine dei primi 10’ di gioco. La differenza di qualità tra i due roster è tale che, contro una Montepaschi determinata e dalle percentuali al tiro intorno al 70%, sia difficile pensare di giocarsela sul campo del Palaestra. Non fa eccezione Montegranaro, asfissiata dalla difesa senese nei portatori di palla, incapaci di imbastire giochi e situazioni offensive chiamate da Recalcati. I punti arrivano essenzialmente da iniziative personali, e se lo scarto, al 15’, è ancora sulle 16 lunghezze (37-21), lo si deve al rallentato ritmo di gioco imposto dalla non positivissima connection Rochestie-Hunter. Il distacco resta tale fino alla sirena di fine primo tempo, con il punteggio di 46-30 in favore dei padroni di casa, top scorer ad 11 punti per entrambe le squadre Carter e Collins. Al rientro in campo dopo la pausa lunga, non si può certo dire che Montegranaro non creda nella rimonta. Qualche palla persa di troppo da Hackett e la scarsa concentrazione dei compagni, soprattutto nelle situazioni a rimbalzo, bloccano la fuga di Siena, costretta ad un vantaggio, anche se in doppia cifra, mantenuto per inerzia più che per merito (51-39 al 25’). I marchigiani correggono le percentuali al tiro al rialzo; Cinciarini (11) & Mayo (14), i leader offensivi del quarto per i gialloblu, si caricano la squadra sulle spalle e la conducono fino al clamoroso e meritato -6 del 30’ (61-55). Siena paga un incaponimento sul tiro da 3 che regala solo tanti ferri scheggiati. Dopo un terzo quarto dominato dalla Sutor, la partita si accende, sul campo e sugli spalti. In ogni possesso si assiste a contatti, più o meno leciti. Gli arbitri cercano il più possibile di placare l’eccessiva foga agonistica dei giocatori, forse commettendo qualche errore di valutazione, sicuramente fischiando più degli altri quarti. Montegranaro, sotto di 10 al 33’, si ritrova già con i 5 falli spesi, costringendo coach Recalcati a chiamare timeout, i suoi ragazzi necessitano ordine e secondi di riposo per tentare l’impresa. Risposta migliore, l’ex coach di Siena, non la poteva avere: Cinciarini prima, Mazzola poi, mettono a segno in rapida sequenza due bombe che riportano i marchigiani a -7 (70-63), facendoci sperare in un finale più elettrizzante di quello che invece si rivelerà. Siena gestiste il vantaggio con maturità, Viggiano e Rochestie mettono in banca i punti della vittoria, ed il punteggio finale recita 84-73 in favore dei toscani, che mantengono l’imbattibilità in casa. MVP Viggiano 17 punti 5 rimbalzi 15 valutazione Tabellini Siena: Viggiano 17, Hunter 9, Cournooh, Rochestie 9, Carter 14, Ress 6, Cappelletti, Ortner 6, Udom, Hackett 14, Green 9. Coach: Crespi. Montegranaro: Cinciarini 14, Sakic 10, Mayo 18, Tessitore 5, Lauwers, Campani, Mazzola 5, Mitrovic, Detrick, Quaglia, Collins 13, Skeen 8. Coach: Recalcati. Scatti dell’incontro dal nostro fotografo Francesco Giacchini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy