Siena passa anche a Treviso e conquista la finale

Siena passa anche a Treviso e conquista la finale

Commenta per primo!

Il Montepaschi Siena espugna il Palaverde di Treviso, batte la Benetton per 56-68 ed accede alla finalissima scudetto. Solo tre partite sono servite agli uomini di coach Pianigiani per avere la meglio sulla Benetton con un rotondo 3-0. Però, in questa gara 3, a differenza delle prime due gare in terra di toscana dove la Montepaschi aveva dominato gli avversari, Treviso le ha provate veramente tutte per cercare di allungare la serie. Infatti il netto divario di dodici lunghezze alla fine nel punteggio è troppo punitivo nei confronti degli uomini di Repesa che sono rimasti in partita punto a punto fino a metà del quarto finale. Trevigiani, che però sono arrivati svuotati di energie nella parte finale della partita, a causa del lento logorio fisico e mentale che comporta a questi livelli giocare contro Siena, ed anche con uomini fondamentali come Motiejunas e Gentile penalizzati dai falli. La Montepaschi dal canto suo ha avuto la meglio come suo solito sfruttando la propria grande solidità mentale nel continuare a giocare con pazienza la propria pallacanestro quando la palla non ne voleva sapere di andare dentro, soprattutto nella parte iniziale del match e nella parte centrale del secondo quarto e del terzo quarto. Probabilmente, se va fatto un appunto ai trevigiani è il non essere riusciti a sfruttare le difficoltà senesi in questi frangenti del match tentando di trovare vantaggi più consistenti in proprio favore. Siena ha resistito in questi momenti, e nel finale è diventata un fiume in piena al quale la Benetton non è riuscita a mettere alcun argine. Per i senesi, che con questo successo possono festeggiare la quinta finale consecutiva per l’assegnazione dello scudetto, grande contributo della panchina, ed in particolare di Pietro Aradori alla fine uomo partita. Per Aradori il suo score recita 12 punti con 4/5 al tiro dal campo 7 rimbalzi e 15 di valutazione totale in 19 minuti di gioco. Ottime le prove in casa senese anche del solito Lavrinovic, costante punto di riferimento offensivo per i toscani nel corso del match, e di Bo McCalebb devastante per la difesa trevigiana con le sue veloci scorribande a canestro. Per Treviso da rimarcare la prova di Smith, e buone cose dal duo Gentile-Motiejunas, che hanno pagato la loro inesperienza a questi livelli con un eccessivo numero di falli che li ha emarginati dalla partita.

 

Cronaca della partita

 

La Benetton ha una partenza devastante al 3’ il tabellone recita 12-0 in favore dei padroni di casa. Siena come suo solito non subisce alcun tipo di contraccolpo e risponde con uno 0-10 di parziale (12-10 al 6’). Il primo quarto si chiude con Treviso avanti di quattro punti sul 20-16. I trevigiani provano a riallungare (28-21 al 17’) ma commettono troppi errori ai liberi e vicino canestro sottomisura permettendo alla Montepaschi di rientrare. Si va all’intervallo lungo con la Benetton avanti si solo due lunghezze sul 31-29. Treviso anche ad inizio della ripresa prova a fuggire (37-32 al 24’), ma incomincia a sentire il peso della fatica. Siena ne approfitta e trova il primo vantaggio della partita 37-38 al 26’. Il terzo quarto va in archivio con i senesi avanti sul 42-45. Treviso prova a rimanere attaccata con le unghie e con i denti alla partita nel quarto finale (48-52 al 35’), ma una bomba di Aradori spezza definitivamente l’equilibrio (50-58 al 37’). La Benetton crolla ed il Montepaschi può dilagare nel finale (56-68 al 40’).

 

Benetton Treviso – Montepaschi Siena 56-68

Benetton Treviso: Smith 15, Gentile 11, Motiejunas 10, Peric 9, Nicevic 4, Brunner 3, Skinner 2, Bulleri 1, Markovic 1

Montepaschi Siena: McCalebb 17, Lavrinovic 15, Aradori 12, Hairston 9, Stonerook 4, Kaukenas 4, Michelori 3, Jaric 2, Ress 2

Percentuali al tiro:Benetton  14/35 da due 40% 5/15 da tre 33,3% 13/21 ai liberi 61,9%

Montepaschi 15/28da due 53,6% 4/22 da tre 18,2% 26/34 ai liberi 76,5%

Rimbalzi Totali: Benetton 31 Montepaschi 34 

Assist totali: Benetton 6 Montepaschi 7

Uomo partita: Pietro Aradori

Chiave della partita: il maggiore impatto della panchina senese.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy