Siena, rimonta miracolosa al fotofinish dal -17, Brown le regala il 3-1

Siena, rimonta miracolosa al fotofinish dal -17, Brown le regala il 3-1

 

Montepaschi Siena – Cimberio Varese 78–77 (18-26; 37-42; 51-62)

In una partita da regalare agli annali del basket, Siena, a rincorrere nel punteggio per l’intero match, dal primo minuto fino al 38’, sotto 45-62 a metà terzo quarto, compie un’incredibile rimonta e vince al fotofinish grazie alle magie di Brown ed Hackett, i quali da soli portano a compimento un’impresa che sembrava impossibile fino a pochi istanti dalla fine. Varese, perfetta fino al 33’, si blocca in attacco, sparando a salve contro l’incredibile difesa di Siena e sbagliando costantemente le rotazioni difensive sui piccoli in maglia bianco verde. 27 i punti di Brown, 16 di Hackett ed 11 di Moss, mentre per Varese partita mostruosa di Ere, 22 punti ma qualche errore di troppo al tiro dalla lunga, che non è entrato neanche ai compagni (4/19 totale). Sfiora la doppia doppia Dunston con 9 punti e 9 rimbalzi, 11 per Banks e 12 per Green, i quali però non sono bastati per un soffio. Un ultimo quarto da 37 a 6 di valutazione in favore di Siena regala quindi la terza vittoria nella serie ai toscani, pesante non solo per il suo enorme peso specifico, ma anche per il modo in cui è arrivata, impossibile che non lasci un segno nel profondo a Vitucci & Co.

Quintetto iniziale Siena: Brown Hackett Moss Kangur Eze

Quintetto iniziale Varese: Green Banks Ere Sakota Dunston

CRONACA

ECCO ERE! VARESE AVANTI – E’ subito grande intensità al Palaestra, con Varese, così come in gara 2, partita subito aggressiva su entrambi i lati del campo, con Ere Banks e Green subito a segno (4-12 al 4’), oltre ad un ottimo Dunston a difendere i movimenti di Eze in post basso. La difesa della Montepaschi soffre terribilmente, in questa prima fase, le fulminee penetrazioni dei piccoli in maglia bianconera; non impiega molto infatti Banchi a chiamare timeout, al 6’, sul punteggio di 8-16 dopo la palla persa di Brown. E’ puro ossigeno per Siena il parziale di 6-0 firmato da Ress e Moss sul -10 (da 8-18 a 14-18), ma il ritmo della gara è appannaggio degli ospiti, letali da 2 pt (10/13) e con un Ere finalmente protagonista (già a 8 punti).

BATTAGLIA SU OGNI PALLONE, BROWN LA RIAPRE? – Azioni più confusionarie in questo secondo periodo, in cui i coach scelgono di dar spazio a chi non è partito in quintetto come De Nicolao Polonara Janning e Sanikidze. La qualità delle conclusioni in attacco cala sensibilmente, fino al momento in cui non rientrano in campo Brown da una parte e Green dall’altra, sul punteggio di 24-29 al 14’. Ma se il play mensanino è, fino a questo momento, in evidente serata no, non si può dire lo stesso di Green, il quale, con la sua foga agonistica si carica la squadra sulle spalle e la riporta alla doppia cifra di vantaggio nel giro di 2 minuti (26-36 al 16’), mantenendola quasi fino alla fine del primo tempo, vissuto con continui parziali e contro parziali, l’ultimo dei quali del solo play losangelino della Montepaschi, a segno con due triple che ridanno fiducia ai padroni di casa, i quali non si sono dimostrati all’altezza del livello di gioco dei lombardi, avanti 37-42.

DILAGA LA CIMBERIO, ERE DA SBALLO – Rientra con il botto la Montepaschi, che approccia alla gara dopo la pausa lunga con quella cattiveria che le era mancata all’inizio del primo periodo, galvanizzata dalle due triple di Janning e la schiacciata di Eze, che portano Siena sul -1 (45-46), prima del contro parziale di 5-0 firmato da Ere e Green, che ridanno fiato agli ospiti dopo la sfuriata bianco verde (45-51 al 25’). E’ proprio nei momenti di maggiore difficoltà, quando Varese sembra sull’orlo di farsi recuperare, che tira fuori quella grinta e le giocate capaci di ricacciare indietro gli avversari: il totale dominio a rimbalzo e qualche errore di troppo al tiro per Kangur e Moss, unita all’altissima percentuale al tiro di Ere (già a quota 18) e soci, contribuiscono a creare un pesante distacco di 17 punti (45-62). Distacco ricucito solo in parte nell’ultimo minuto di gioco, con due azioni da tre punti di Hackett e Moss, Varese avanti 51-62.

MIRACOLO AL FOTOFINISH, SIENA VINCE – Qualche distrazione di troppo per Hackett regala la possibilità alla Cimberio di scappare definitivamente con diversi minuti di anticipo sul finale (51-66 al 32’), ma il carattere della Montepaschi è forte e la loro tenacia li riporta, grazie ad una maggiore intensità difensiva ed una migliorata percentuale al tiro di Brown ed Hackett, torna a farsi sotto prepotentemente sino al clamoroso -3, 65-68 al 36’. Il pareggio è ormai nell’aria, Varese soffre le fitte trame difensive disposte da Banchi, e la tripla di Brown, a 2’ dal termine, per il 73-73, fa esplodere il Palaestra. Nel concitato finale, fallo di Polonara a rimbalzo in situazione di bonus manda in lunetta Moss, 1 su 2 e primo vantaggio nella gara per i padroni di casa. Banks dall’altro lato realizza in penetrazione, ma sempre Brown, da distanza siderale, riporta avanti Siena di 2. Pareggia Ere dalla lunetta, ultimo possesso Siena e fallo su Hackett ad un secondo dal termine. Errore al primo tiro, a segno con il secondo, 78-77 Siena. Varese sbaglia l’ultima preghiera, incredibile vittoria per la Montepaschi!

MVP Brown 27 punti 18 valutazione

TABELLINI
SIENA: Brown 27, Eze 4, Carraretto, Rasic, Kangur 4, Sanikidze 2, Ress 4, Ortner 4, Lechthaler, Janning 6, Hackett 16, Moss 11. Coach: Banchi.
VARESE: Sakota 4, Banks 11, Rush 2, Talts 2, De Nicolao 2, Green 12, Balanzoni, Bertoglio, Cerella 5, Ere 22, Polonara 8, Dunston 9. Coach: Vitucci.

 

 

Fotogallery a cura di Francesco Giacchini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy