Sontuosa Pistoia. Battuta in rimonta Sassari 77-68

Sontuosa Pistoia. Battuta in rimonta Sassari 77-68

La Giorgio Tesi Group conquista due punti fondamentali per la corsa playoff grazie ad un terzo quarto da 30-11 di parziale. Ad una Sassari dai due volti non bastano i 20 punti di Akognon.

Nella partita più importante dell’anno, Pistoia indossa lo smoking e sfoggia una prestazione magistrale battendo in rimonta la Dinamo Sassari. Partenza spedita del Banco che chiude il primo tempo avanti 41-29 trovando grande fluidità offensiva e discreta concentrazione difensiva. Rientro veemente di Pistoia nel terzo quarto che, travestitasi da Penelope, ricuce lo strappo per poi balzare avanti grazie a 13 punti in 10 minuti di uno strepitoso Michele Antonutti, tornato a crivellare da dietro la linea dei tre punti. Un terzo quarto da 30-11 di parziale che scuote Sassari la quale, con la guancia ancora dolorante, rientra rabbiosamente in campo per il decisivo quarto quarto di gioco contraddistinto da una continua altalena di parziali ed emozioni fino al canestro di Czyz e al 2/2 di Moore in lunetta che fanno alzare bandiera bianca a Sassari. Antonutti chiude il fatturato a 25 punti con 9/12 dal campo. Josh Akognon ultimo ad arrendersi per i sassaresi insieme ad un tarantolato Stipcevic.

PRIMO TEMPO: “Ai miei occhi, questa è una partita di playoff” aveva sentenziato così Ron Moore giovedì in conferenza stampa aggiungendo che ognuno, in campo e sugli spalti, avrebbe dovuto fare il proprio lavoro per conquistare due punti fondamentali per alimentare le speranze di Pistoia di raggiungere, stavolta sul serio, quella terra promessa chiamata playoff. Se questa fosse la prima scena di un film, la seconda sarebbe sicuramente il rientro mesto, a testa china, della Giorgio Tesi Group nello spogliatoio all’intervallo lungo. Due immagini ad effetto che stridono tra loro e che disorienterebbero lo spettatore il quale, presa in mano la custodia del DVD e letto il titolo, rimuginerebbe tra se e se: “Eppure c’è scritto “Sontuosa Pistoia””. Già, dov’è stata sontuosa Pistoia? Sicuramente non nei primi due quarti di gioco, dominati da Sassari in ambo le metà campo. In primis, quella offensiva con un Logan autore di 11 punti e un Joe Alexander che dà prova del perchè in un giorno di Giugno di 8 anni fa una squadra NBA  lo scelse con la numero 8 al Draft. Sassari imprime fin da subito la propria legge fatta di ritmi alti e tiro da tre. Pistoia, priva di Blackshear per la seconda partita consecutiva, non riesce ad architettare attacchi ragionati contro una difesa concentrata predisposta da Pasquini. Gli uomini di Esposito si trovano costretti ad abusare del tiro da tre fin da subito ma, in linea con il 29% mostrato nelle ultime tre uscite stagionali, scrive 3/18 a referto. Nel secondo quarto Sassari prende il largo toccando il +15 di vantaggio monetizzando a pieno l’antisportivo fischiato a Knowles. Filloy tenta di fermare l’emorragia con una tripla a cui risponde subito Devecchi con il massimo vantaggio isolano sul +17. Sul finale di quarto un mini parziale pistoiese a firma Knowles ed Antonutti spedisce la partita all’intervallo lungo sul 29-41 in favore degli ospiti.

SECONDO TEMPO: Con venti minuti di film già andati, lo spettatore, ormai sempre più perplesso, a questo punto chiamerebbe un amico a casa per sincerarsi di non essere stato turlupinato al momento del suggerimento della pellicola. L’amico, con sicumera, lo rassicurerebbe suggerendogli di mettersi comodo. Il carattere è stata decisamente l’arma in più di Pistoia in questa stagione. E’ grazie ad esso se la squadra di Esposito ha rimontato, durante la lunga ed estenuante stagione, parziali esorbitanti e strappato i due punti su campi ostici e contro avversari blasonati. E’ più forte il carattere o la forma fisica? Se il cervello dice di spingere e le gambe mostrano il due di picche già da qualche mese, chi è destinato ad avere la meglio? La risposta è semplice: il famoso terzo incomodo, il cuore. La Pistoia che rientra dagli spogliatoi è una squadra completamente diversa da quella vista per 20 minuti. Aggredisce la partita con rabbia incrementando l’intensità difensiva e ritrovando susseguentemente fluidità offensiva. Kirk e Lombardi infiammano il PalaCarrara con 4 punti ciascuno, Antonutti riporta Pistoia a -2. Sassari accusa il colpo e sparisce dal campo salvo apparire saltuariamente con Stipcevic e Akognon. Ma il protagonista del terzo quarto è da reperire altrove. Il cuore di Pistoia assume le forme di Michele Antonutti che, in carriera, non ha mai perso con Sassari fra le mura amiche. Il cigno di Colloredo si fa trovare pronto sugli scarichi e punisce la difesa sarda con il suo ritrovato tiro dalla lunga distanza. Sassari resta irretita, sembra che giochi con i piedi nel fango. La semplicità offensiva mostrata nei primi due quarti è un ricordo che a poco a poco sbiadisce sotto i canestri di Antonutti, che intanto tocca quota 21, e Knowles che chiudono un quarto da 30-11 di parziale portando Pistoia su un +7 del tutto utopistico a fine secondo quarto. Pasquini non risparmia occhi di bragia a nessuno dei suoi giocatori, strigliati a dovere nel mini intervallo. L’effetto è positivo , Sassari piazza un parziale di 7-0 in apertura di quarto quarto e scrive la parità sul 59-59. E’ l’inizio di un’altalena di parziali che contraddistingue l’ultimo quarto di gioco. A Filloy e Czyz, sbloccatosi dal campo, rispondono i canestri pesanti di Akognon e Logan. Un botta e risposta intenso, avvincente, un “Hagler Vs. Mugabi” in salsa cestistica. Il colpo decisivo, il montante che chiude la sfida, lo sferra Czyz con il canestro in penetrazione del +7 che fa esplodere il PalaCarrara consapevole di aver assistito ad una delle partite più emozionati della Giorgio Tesi Group in questa stagione. La freddezza dalla lunetta di Moore certifica il 77-68 finale.

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA – BANCO DI SARDEGNA SASSARI 77-68

PISTOIA: Antonutti 25, Knowles 15, Kirk 14, Filloy 10, Lombardi 6, Czyz 5, Moore 2. Coach: Esposito

SASSARI: Akognon 20, Stipcevic 16, Logan 15, Alexander 8, Varnado 4, Devecchi 3, Sacchetti 2. Coach: Pasquini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy