Sublime Varese, Venezia cade al Taliercio

Sublime Varese, Venezia cade al Taliercio

La Openjobmetis riesce nell’impresa di espugnare Venezia costringendola al secondo ko stagionale

di La Redazione

Terza vittoria consecutiva per la Pallacanestro Openjobmetis Varese che contro ogni previsione compie l’impresa ed espugna il Taliercio di Venezia con il risultato di 66 a 61. Partita eroica e caparbia quella dei biancorossi (privi di capitan Ferrero) che dopo un primo quarto difficilissimo sono stati capaci di effettuare un incredibile recupero contro la seconda forza del campionato resistendo con coraggio ad ogni tentativo di rientro oro-granata grazie ad un’incredibile difesa, marchio di fabbrica del gioco di coach Caja. Grazie a questo successo, salgono a quota 6 le vittorie in LBA di Ferrero e compagni che mercoledì 12 torneranno in campo alla Enerxenia Arena per l’esordio nel Second Round di FIBA Europe Cup contro Petrolina AEK (palla a 2 alle ore 20:30).

Moore inaugura il match con un preciso piazzato dalla media, ma la Reyer si desta subito piazzando tre bombe consecutive che valgono il momentaneo 9-2 che costringe Coach Caja al timeout. La pausa sblocca i biancorossi, ma non frena gli oro-granata che si portano sul +11 (16-5) con Stone e Daye, gap che Biligha allarga al 10′: 26-13.
Dopo quasi 4′ minuti di errori da una parte e dall’altra, Iannuzzi e Scrubb portano i loro sul -10 (27-17). Venezia si sblocca poco dopo con la tripla di Mazzola e prova ad allungare nuovamente, ma stavolta la Openjobmetis risponde alla grande e spinta dai canestri di Iannuzzi e Tambone torna a contatto sul -3 (33-30). De Raffaele stoppa il tempo per invertire l’inerzia prima del 20′, ma al rientro in campo il risultato non varia.

Il terzo periodo si apre con 4 punti consecutivi di Moore che valgono il sorpasso ospite sui padroni di casa che, poco dopo, tornano in avanti con Vidmar. La Openjobmetis non trema, ma anzi risponde per le rime e si porta sul +3 con Avramovic. De Raffaele prova a scuotere i suoi con un altro timeout, ma al rientro in campo il match rimane estremamente equilibrato come testimonia il 43-44 del 30′.
L’avvio di ultima frazione premia nettamente la Openjobmetis che piazza un fulminante 9 a 0 (Scrubb, Iannuzzi ed Avramovic) che vale il momentaneo +10 (43-53). Spinta dal pubblico di casa, Venezia inizia a recuperare con forza; sono Vidmar, Bramos ed Haynes i fautori del -4 (52-56) del 35′, gap che viene allargato da uno straordinario Moore, abile a piazzare 4 punti di fila per il momentaneo +8 (52-60) ad un minuto e mezzo dalla fine. La Reyer torna sotto con le bombe di Daye e De Nicolao ma Varese è glaciale nella gestione degli ultimi palloni e chiude la contesa sul 66 a 61.

UMANA REYER VENEZIA-PALLACANESTRO OPENJOBMETIS VARESE: 61-66

Umana Reyer Venezia: Haynes 7, Stone 12, Bramos 14, Tonut 2, Daye 12, De Nicolao 3, Vidmar 3, Biligha 2, Giuri, Mazzola 3, Cerella ne, Watt 3. Coach: Walter De Raffaele.

Pallacanestro Openjobmetis Varese: Archie 3, Avramovic 16, Gatto ne, Iannuzzi 6, Natali, Scrubb 13, Verri ne, Tambone 8, Cain 7, Ferrero ne, Moore 13, Bertone. Coach: Attilio Caja.

Arbitri: Bettini – Vicino – Calbucci.

Parziali: 26-13; 7-17; 10-14; 18-22. Progressivi: 26-13; 33-30; 43-44; 61-66.

Note – T3: 12/40 Venezia, 5/22 Varese; T2: 11/24 Venezia, 21/42 Varese; TL: 3/7 Venezia, 9/12 Varese. Rimbalzi: 37 Venezia (Stone e Daye 7), 42 Varese (Cain 16); Assist: 19 Venezia (Stone 4), 16 Varese (Moore 4).

Sito Uff. Pall. Varese

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy