Teramo strapazza Caserta.

Teramo strapazza Caserta.

Commenta per primo!

Le motivazioni hanno fatto la differenza in questa partita. Teramo era pronta a festeggiare, e certamente Caserta ha fatto ben poco per rovinarle la festa. Domenica a Bologna si deciderà se la Banca Tercas riuscirà ad ottenere, con una vittoria, la possibilità di rimanere in Serie A1 dalla porta principale oppure attraverso la Wild card, ossia con il versamento di 500.000 euro alla seconda classificata di Lega due. Per Caserta erano pochissime le possibilità di raggiungere i play off, e oggi, con la quarta sconfitta consecutiva, sono definitivamente svanite.

1° QUARTO:

Teramo parte un po’ contratta e Caserta in contropiede la punisce creando un break per 8-2 al 4° minuto con Davis gravato già di due falli. Nella seconda parte del quarto improvvisamente Caserta esce dall’incontro. Perde 3 palloni consecutivi (5 totali nel quarto) , non trova mai il canestro e permette a Teramo di recuperare e fuggire via grazie a De La Fuente e Fletcher che portano  il punteggio sul 22-14 per gli abruzzesi al primo intervallo.

2° QUARTO:

Sotto la regia di Robert Fultz  (10 punti, 1 rimb., 1 assist nel 2° quarto) Teramo prende il largo arrivando al +16 al 18° minuto. Il primo tempo si chiude sul 44-30.

3° QUARTO:

Inizio devastante di Teramo. Due bombe dall’angolo di Zoroski e un gioco da 3 punti di Davis ed è già +22 al 23° minuto (54-32). Nella fase centrale del quarto  Teramo molla per un attimo le redini dell’incontro e Caserta trova un parziale di 10-2 (Jones 6 punti). Ramagli richiama in panchina la squadra, e, al rientro dal time out, i biancorossi ritrovano concentrazione e punti riportando il vantaggio sui 20 punti per il 67-47 alla fine del terzo quarto.

4° QUARTO:

L’ultimo quarto è solo passerella per gli abruzzesi che raccolgono applausi ad ogni azione. Si tocca il +27 (78-51 al 25’). Teramo controlla senza affanni. Un buon finale di Di Bella ed Ere riducono lo svantaggio per Caserta, mentre la Banca Tercas era già impegnata a festeggiare con i propri tifosi questo primo traguardo raggiunto. Domenica a Bologna Zoroski e compagni cercheranno di completare l’impresa che in molti definiscono un vero e proprio miracolo firmato Alessandro Ramagli.

TABELLINI:

BANCA TERCAS TERAMO-PEPSI CASERTA 88-77

BANCA TERCAS TERAMO:

Zoroski 21, Ricci, Boscagin 4, Fultz 16, Lulli, De La Fuente 13, Diener 7, Martelli, Davis 7, Young, Polonara, Fletcher 20.

PEPSI CASERTA:

Marzaioli n.e, Koszarek 7, Colussi 1, Di Bella 12, Bowers 6, Garri 4, Ere 19, Martin, Williams 10, Jones 18.

RIMBALZI: Teramo 36 Pepsi Caserta 38 (Jones 11; Fletcher 7; Williams 6)

ASSIST: Teramo 24 Caserta 12 (Zoroski 8; Diener 7; Fultz 5)

TIRI LIBERI:

Teramo 75% Caserta 71.4% (Jones 10/12; Zoroski e Di Bella 4/4).

TIRI DA DUE:

Teramo 58.8% Caserta 45.7% (Fletcher 8/13; Davis 3/3; Ere e Williams 5/9).

TIRI DA TRE:

Teramo 41.7% Caserta 25% ( Zoroski 5/7; Fultz 3/6; Di Bella 2/4).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy