Tonut devastante, Venezia passa a Desio contro un’ottima Cantù

Tonut devastante, Venezia passa a Desio contro un’ottima Cantù

Non basta l’ottima prova alla compagine canturina, spinta da un Lawal sugli scudi. Venezia ha un Tonut immenso. I primi due punti della stagione sono per gli oro-granata.

14528302_10210780376535945_1937894677_n

Al termine di una vera e propria battaglia sul campo, la Reyer Venezia espugna il PalaDesio costringendo subito a una sconfitta la compagine canturina. Nel debutto nel nuovo palasport, la formazione di coach Kurtinaitis gioca una gran partita, ma nella ripresa al bel gioco della prima parte torna a farsi sentire il ritardo nella preparazione fisica con Venezia che spinta da un Tonut monumentale (26pt, 35 di val) e dal solito concreto Ortner (15pt+7rb), trova lo sprint vincente per uscire con i due punti. Bene anche McGee, autore di 14 punti finali. A Cantù non basta un immenso Lawal, con 28 punti, 10 rimbalzi e 34 di valutazione. Pesante l’assenza del play titolare Dowdell uscito dal campo per un sospetto infortunio nella prima parte di gara, dopo un grande inizio di partita.

Cantù: Dowdell-Pilepic-Darden-Callahan-Lawal

Venezia: Haynes-Tonut- Bramos-Ejim-Hagins

TONUT IMMENSO, CANTU’ DI PIU’ – Pilepic da una parte, Tonut dall’altra aprono ufficialmente la contesa tra le due formazioni. Sono loro due i protagonisti in avvio, con cinque punti del croato e sei del numero sette in maglia Reyer per il 7-10 sul tabellone. Cantù però torna a mettere il naso avanti, con Darden che sale in cattedra prima con due triple consecutive, poi con il 2+1 che vale il 16-14. Si sbloccano anche Dowdell e Johnson con una bella schiacciata, ma è il solito Pilepic a respingere le offensive di un Tonut devastante, a segno per il 22-20. Cantù però gioca molto bene e con la tripla di Parrillo ritrova l’allungo in chiusura di quarto, volando fino al 27-20. Nel secondo periodo è la Reyer a partire meglio, con Haynes e McGee a ricucire il passivo fino al meno due che porta coach Kurtinaitis all’immediato timeout. Al rientro sul parquet Hagins impatta a quota 29, mentre è il tredicesimo punto di Tonut a valere il sorpasso. Venezia continua a trovare ottime soluzioni offfensive con Tonut prima e Peric poi a suonare la carica per i lagunari, che toccano il più cinque (34-39) costringendo nuovamente il coach canturino al minuto di sospensione. Cantù ritrova così la retta via, con Darden e Lawal che ristabiliscono la parità sul 41-41. Il finale è tutto ancora nel segno di Lawal che mette quattro punti nel break che permette alla Red October di chiudere avanti 49-45.

TONUT IMMENSO, REYER CORSARA-Anche dopo la pausa lunga, è sempre la squadra di casa a dettare i ritmi con Lawal autentico padrone sotto canestro: suo infatti il canestro del 55-49. Venezia non ci sta e con un contro break di 6-0 ritrovando la parità con gli acuti di Hagins e Ejim. La partita s’infiamma, con le due compagini a rispondersi colpo su colpo: Pilepic da una parte, McGee dall’altra prima, Callahan e Ortner poi, trovano i punti del 65-61 dopo ventisette minuti. Haynes e Viggiano bucano la retina dai 6.75, ma l’1/3 di Callahan tanto basta a firmare il nuovo pareggio. Pilepic colpisce da tre, ma una magata di Tonut permette a Peric di insaccare il meno uno sul 70-69. Gli ultimi dieci minuti si aprono con le triple di Tonut e McGee e la schiacciata di Johnson. E’ ancora però Tonut a spingere Venezia, che prova ad allungare con la tripla del suo numero sette e l’inchiodata di Ortner che vale il 72-80. Kurtinaitis chiama subito timeout, con Lawal che torna a segnare nel momento più importante riaccendendo il PalaDesio, che sulla palla recuperata seguente vede nuovamente Cantù andare a segno, con Darden che finalizza il contropiede del 76-80 portando la Reyer al minuto di pausa. Venezia però ha Tonut che continua nella sua serata pazzesca: è ancora lui a firmare i tre punti che ricacciano indietro i canturini. Il Red October però rientra nuovamente, con Darden e Travis a timbrare il meno tre. Haynes e Ortner rimettono sette punti di margine. Botta e risposta tra Lawal e il solito immenso Tonut, ma sono i liberi di Haynes a portare la Reyer al massimo vantaggio sull’82-92 a meno di due giri di lancette dalla fine. Lawal realizza un 2+1 che tiene accese le speranze canturine, ma sulla pressione a tutto campo, Cantù si scorda di Ortner che tutto solo nella metà campo opposta schiaccia facilmente l’85-94. Cantù con l’orgoglio trova quattro punti di fila, ma Peric in lunetta rimette sette punti a di scarto a un minuto dal termine. Le ultime speranze canturine passano da una tripla di Pilepic che gira sul ferro prima di uscire negando il possibile meno tre a ventitré secondi dal termine. McGee in lunetta mette il game set and match sancendo la prima vittoria stagionale dell’Umana Reyer Venezia con il punteggio di 92-99.

MVP BASKETINSIDE.COM: Tonut

Red October Cantù  – Umana Reyer Venezia 92-99

Cantù: Barapapè ne, Parrillo 5, Laganà, Pilepic 17, Callahan 3, Kariniauskas 4, Darden 21, Dowdell 4, Quaglia ne, Travis 4, Johnson 6, Lawal 28. All: Kurtinaitis

Venezia: Haynes 10, Hagins 9, Ejim 7, Peric 9, Bramos 4, Tonut 26, Visconti ne, Filloy 2, Ress ne, Ortner 15, Viggiano 3, McGee 14. All: De Raffaele

Fotogallery a cura di Alessandro Vezzoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy