Torino corsara a Pistoia. Al PalaCararra finisce 70-80

Torino corsara a Pistoia. Al PalaCararra finisce 70-80

Dyson e White stendono Pistoia grazie ad un terzo quarto da 27-13. Prosegue la maledizione PalaCarrara per i biancorossi di Esposito.

Una partita dai due volti quella di scena al PalaCarrara tra Giorgio Tesi Group Pistoia e Manital Torino. Prima frazione a decise tinte biancorosse con i padroni di casa che vanno a riposo sopra di 10. Brusco risveglio poi nel terzo quarto con Dyson che riscatta lo 0/6 dei primi venti minuti accendendosi improvvisamente e guidando la rimonta e il sorpasso torinese con 15 punti negli ultimi 15 minuti di gara. Doppia doppia di White con 25 punti e 14 rimbalzi altro protagonista della partita insieme alla energica difesa di Eyenga che stoppa Balckshear nell’ultima azione utile di Pistoia per tornare dentro al match. Settima sconfitta nelle ultime 8 partite per la squadra di Esposito.

PRIMO TEMPO: Era il 25 Gennaio quando Blackshear stoppava il pesarese Daye e regalava quella che, fino ad ora, è l’ultima vittoria interna di Pistoia in questa stagione. L’astinenza di punti casalinghi da parte della Giorgio Tesi Group prosegue da allora. Dopo Trento, Milano e Cremona a violare il PalaCarrara in questo girone di ritorno, stavolta, è la Manital Torino di coach Vitucci che scende in Toscana dopo le ottime cose mostrate nella vittoria contro Trento di domenica scorsa. Primo quarto equilibrato caratterizzato dal gioco vicino a canestro di entrambe le squadre. Czyz si mostra il più presente dei pistoiesi imprimendo fin da subito grande intensità al match sia in attacco che in difesa. Il primo a balzare in doppia cifra porta però la maglia gialloblu e un nome funesto per la difesa pistoiese: Dj White. Il giocatore dell’Alabama mostra subito la sua mano vellutata scrivendo 10 punti nei primi dieci minuti di gioco per poi conquistare la 5° doppia doppia stagionale nei successivi dieci. A discapito del buon gioco in aria, fanno da contraltare le non trascendentali percentuali da tre di entrambe le squadre: 2/13 complessivo nel primo quarto conclusosi in perfetto equilibrio sul 20-20. Pistoia continua anche nella seconda frazione a monetizzare l’ottimo momento di Czyz cercato insistentemente dai compagni. Moore irretisce difensivamente Dyson che fatica ad entrare nel match. Due fiammate di Blackshear e Knowles e un momento di completo blackout torinese con 3 perse consecutive e Mancinelli unico faro offensivo, permettono a Pistoia di portarsi avanti di 10 sul 42-32  alla sirena del primo tempo.

SECONDO TEMPO: Dando un’occhiata alle statistiche di metà gara balzano all’occhio due zero piuttosto evidenti. Il primo è relativo ai tiri da tre di Torino, uno 0/10 in linea con le percentuali stagionali della Manital. L’altro zero ben più inusuale è quello dei punti fino a quel momento scritti a referto da parte di Jerome Dyson. The Sniper si sblocca dalla lunetta dopo 25 minuti spesi a districarsi dalla grande difesa di Moore e poi conclude in schiacciata dopo rubata a metà campo mostrando i primi cenni di cedimento da parte di Pistoia non più in controllo completo della gara. Torino è maggiormente presente nel terzo quarto sia in difesa, dove Blackshear soffre tremendamente Eyenga, che in attacco con Dj White che scrive la parità a 2 minuti alla fine del quarto . Vitucci, alla prima sfida in carriera contro il suo ex giocatore nelle stagione imolesi Esposito, continua ad alzare ed abbassare i quintetti a seconda del bisogno e mette in seria difficoltà Pistoia che spesso si mostra impreparata alle repentine variazioni di gioco di Torino. La tripla di Lombardi dall’angolo è ossigeno puro per Pistoia che però continua a veder imperversare su di se la furia provvidenziale di Dyson che ricuce lo strappo e porta avanti i suoi sul 56-59. Due triple di Knowles portano nuovamente avanti Pistoia ad inizio quarto quarto. Kirk si desta dal torpore e diviene un fattore offensivo per la Giorgio Tesi Group che però non riesce, dopo aver ritrovato l’inerzia offensiva, a piazzare lo spunto per liberarsi definitivamente di Torino la quale lotta con le unghie e con i denti rimanendo dentro il match grazie a 5 punti consecutivi di Rosselli. Ancora una volta però è Jerome Dyson ad intingere il pennino nell’inchiostro e mettere la firma sulla partita. L’ex Sassari spara la tripla del +5 torinese a un minuto dalla fine dopo un pesante 1/2 ai liberi di Kirk. Nell’azione successiva, Eyenga stoppa Wayne Blackshear chiudendo definitivamente la contesa e rendendo i liberi di un glaciale Giachetti necessari al sol fine di sancire il risultato finale sul 80-70 in favore  degli ospiti piemontesi.

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA – MANITAL TORINO 70-80

PISTOIA: Czyz 18, Kirk 15, Blackshear 11, Knowles 10, Antonutti 6, Lombardi 5, Filloy 3, Moore 2. Coach: Esposito

TORINO: White 25, Dyson 17, Mancinelli 10, Goulding 8, Eyenga 7, Rosselli 5, Giachetti 4, Ebi 4

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy