Torneo Città di Caserta: Fortitudo a valanga su Roma

Torneo Città di Caserta: Fortitudo a valanga su Roma

Commenta per primo!

VIRTUS ROMA – FORTITUDO BOLOGNA (19-21; 34-40; 56-58)

La Fortitudo vince con un nettissimo 85-65 sulla Virtus Roma e conquista il terzo posto al XII Torneo Città di Caserta. La differenza tra le due formazioni in campo è stata evidente, anche se Roma è riuscita a restare in partita fino a dieci minuti dalla fine. Coach Boniciolli ha senza dubbio ricavato buone indicazioni da questa due giorni casertana mentre Roma lascia Terra di Lavoro con la consapevolezza che c’è ancora tanta strada da fare per essere competitivi.

LA CRONACA – La Virtus Roma parte subito bene grazie ad un ispirato Olasewere, ma le mani sapienti di Carraretto tengono la Fortitudo a contatto. Intorno alla metà di primo quarto la Virtus prova la fuga toccando il +9 di vantaggio sul 17-9, ma la Fortitudo, grazie ad un fallo antisportivo sanzionato a Roma che frutta quattro punti, tenta di rientrare ed in non molto tempo, con la tripla di Flowers, trova il sorpasso sul 21-19, punteggio sul quale si chiude il primo quarto.
Nella prima metà di secondo quarto Roma mette a segno un parziale di 6-0 che viene interrotto da un long two di Carraretto e da un canestro in contropiede di Flowers che riportano il punteggio in parita sul 25-25. Voskuil e Casagrande da tre ridanno ossigeno alla Virtus e costringono Boniciolli a chiamare timeout. Dopo la sospensione, Iannilli, Montano e soprattutto Flowers sono i principali artefici del 13-3 di parziale della Fortitudo che, nel finale di quarto, fissa il punteggio all’intervallo sul 40-34 in favore dei bolognesi.
E’ l’Acea Roma ad iniziare meglio il terzo quarto di gioco ricucendo in meno di tre minuti lo scarto, portandosì così a soli tre punti di distacco dalla Fortitudo sul 41-39. Dopo il timeout chiesto dalla panchina bolognese, Casagrande realizza il canestro del pareggio ma Bologna non si arrende e in un amen si riporta a +5 salvo vedere gli avversari riavvicinarsi per un fallo antisportivo e canestro che porta in dote ai giallorossi tre punti. La Fortitudo tenta l’ennesimo strappo ma la Virtus ricuce nuovamente e si va all’ultimo mini intervallo sul 58-56 in favore dei ragazzi di coach Boniciolli.
Ad inizio quarto quarto arriva l’allungo decisivo per la Fortitudo grazie ai suoi esterni e all’attacco di Roma che risuta essere macchinoso e poco incisivo. Gli ultimi minuti di gioco vedono la Fortitudo Bologna dilagare contro una Roma oramai uscita mentalmente dalla partita. Il punteggio finale è di 85-65 per la Fortitudo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy