Trento domina contro Brindisi e si prende il quinto posto

Trento domina contro Brindisi e si prende il quinto posto

La Dolomiti Energia chiude le porte ai pugliesi nella prima metà di gara grazie all’energia di Shields, Sutton e Gomes, per poi mantenere il risultato negli ultimi 20′ e ottenere il momentaneo quinto posto solitario

di Gabriel Marciano

Posticipo della 25esima giornata che vede la settima vittoria nelle ultime otto partite dell’Aquila e, soprattutto, il quinto posto solitario in classifica. Brindisi cade alla BLM Group Arena e non riesce a staccare ulteriormente la zona retrocessione. Trento parte a razzo nel primo quarto, ma Brindisi resta in partita per i primi 10′, salvo poi cadere sotto i colpi dei bianconeri nella seconda frazione, durante la quale Sutton diventa il primo giocatore dell’Aquila a tagliare il traguardo dei 500 rimbalzi in Serie A. Nella ripresa, i pugliesi provano la disperata rimonta più volte, ma senza mai riuscire a tornare sotto i 9 punti di margine.

Dolomiti Energia Trentino 85-68 Happy Casa Brindisi

Parziali: 21-15; 25-15; 16-23; 23-15.

Trento: Forray, Shields, Sutton, Silins, Hogue.

Brindisi: Moore, Suggs, Smith, Tepic, Lydeka.

Trento parte fortissimo, imponendo da subito il proprio gioco e nel giro di 3′ si porta avanti 10-0 sulle ali dell’entusiasmo, con Hogue dominante a centro area e Shields pericoloso in penetrazione. Lydeka e Moore riescono a sbloccare il punteggio per Brindisi, ma Gomes dalla lunga e Sutton schiacciando mantengono le distanze sul 15-3. Brindisi, però, con il passare dei minuti scaccia la timidezza: Smith realizza e Giuri manda a referto due triple molto importanti, così i pugliesi riescono a chiudere sotto solo di 6 la prima frazione, sul 21-15.

Il secondo periodo comincia con il marchio Shields ben visibile: tripla immediata e nono punto personale per l’americano, ma subito dopo Hogue commette il proprio terzo fallo ed è costretto ad abbandonare momentaneamente il campo, costringendo coach Buscaglia a gestire le rotazioni dei lunghi per tutta la partita. Con Gomes e Flaccadori, Trento riesce a gestire il punteggio, nonostante le buone giocate di Donta Smith e Marco Giuri, e OJ Silins mette la tripla che riporta l’Aquila al massimo vantaggio a quota 33-21 a metà della seconda frazione. Brindisi reagisce immediatamente: con la difesa a zona e i canestri di Suggs, Cardillo e Iannuzzi in un minuto gli ospiti tornano a -6. Il timeout chiamato da Buscaglia per fermare la rimonta, però, sortisce l’effetto sperato e, con la tripla di Silins e le giocate di energia di Sutton  – prima con il rimbalzo (500esimo in Serie A) offensivo e poi con la schiacciata – , la Dolomiti Energia trova il nuovo massimo vantaggio sul 40-27. Si accende la partita: l’americano si vede fischiato un fallo tecnico, ma Moore sbaglia il tiro libero e Forray anticipa sulla rimessa, subisce fallo antisportivo e converte i due liberi per il +15. In chiusura del quarto Lydeka riesce a concretizzare un buon assist di Giuri che premia il suo taglio sul pick&roll, ma Gomes e Forray mandano le squadre negli spogliatoi sul 46-30.

Nel terzo quarto Suggs e Moore ricuciono pian piano il margine, mentre il capitano della Dolomiti Energia pensa a non farlo accorciare troppo con un paio di soluzioni personali. Brindisi continua a rincorrere. Shields e Sutton da una mare e Mesicek dall’altra tengono il margine stabile, fino a che a fine del parziale Marco Giuri piazza due conclusioni dalla lunga che riportano i brindisini sotto la doppia cifra di vantaggio, sul 60-51. Sutton schiaccia con la sua solita potenza, ma Mesicek riporta i suoi sul -9 e il terzo periodo termina 62-53.

Nell’ultimo parziale è di nuovo Trento a fare la voce grossa con Gomes e Sutton, protagonisti di diverse giocate personali e anche di un alley oop alzato in contropiede dallo statunitense per il portoghese, che vale il 72-56. Brindisi accorcia ancora, dopo che Sutton e Forray sprecano dalla lunetta, e con Suggs ritrovano il -10, ma subito Shields penetra e segna il canestro dell’80-68, battendo in penetrazione Tepic a 2′ dalla fine. Poco dopo Forray fa 2 su 2 ai liberi e mette virtualmente fine alla gara, facendo partire i cori della BLM Group Arena. La tripla di Beto Gomes vale l’85-68 finale.

Tabellini

Trento: Doneda, Sutton 16 (12 rimbalzi), Silins 10, Shields 22, Gomes 16, Forray 14, Gutiérrez, Hogue 4, Franke, Czumbel ne, Flaccadori 3, Lechtaler ne.

Brindisi: Giuri 14, Suggs 8, Tepic 2, Smith 13, Cardillo 1, Donzelli ne, Lydeka 9, Sirakov ne, Moore 10, Iannuzzi 6, Mesicek 5.

MVP Basketinside.com: Shavon Shields: la guardia americana ha giocato 34 minuti di pura energia, concludendo sempre bene al ferro e chiudendo con 22 punti personali frutto di un ottimo 8/13 dal campo e 3/3 dalla lunetta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy