Trento ha la meglio su Pesaro, Silins il mattatore dalla distanza

Trento ha la meglio su Pesaro, Silins il mattatore dalla distanza

L’Aquila ottiene il terzo successo stagionale in Serie A PosteMobile, che coincide con la terza vittoria al PalaTrento

di Gabriel Marciano

La Dolomiti Energia Trentino ottiene il terzo successo stagionale al Pala Trento, contro una Victoria Libertas Pesaro che nulla ha potuto contro l’attacco cinico dei padroni di casa, che sono stati avanti dall’inizio alla fine del match, anche se i biancorossi hanno tentato diverse volte, invano, la rimonta. Con questa vittoria l’Aquila scavalca la VL in classifica raggiungendo Capo D’Orlando e Cremona. Cinque i bianconeri in doppia cifra – tra cui un Silins spaziale – mentre Pesaro si appoggia sul trio Bertone, Mika e Moore.

Dolomiti Energia Trentino 91-74 VL Pesaro

Parziali: 26-17; 21-19 ; 23-25; 21-13.

Trento: Forray, Flaccadori, Sutton, Gomes, Silins.

Pesaro: Monaldi, Moore, Bertone, Omogbo, Mika.

Ottima partenza per Trento, con Flaccadori che sfrutta la possibilità di partire in quintetto – dato l’infortunio di Shields – segnando a ripetizione; Silins e Forray fanno altrettanto e al 4′, sulla tripla del capitano bianconero, coach Spiro Leka è costretto a chiamare il primo timeout, con i suoi sotto 11-2. I primi quattro punti della VL sono di Mika, seguito da Bertone, ma Trento allunga con Flaccadori e con la tripla di Sutton, che vale il 18-6 al 7′. Ancellotti e Bertone accorciano e l’appoggio di Mika vale il -7, prima che Gomes segni il 26-17 che chiude il primo parziale.

Continua il buon momento di Bertone, che segna il primo canestro del secondo periodo, mentre Silins, Flaccadori e Sutton (con la seconda tripla della partita) riportano il gap a 12 lunghezze. Gli ospiti faticano a trovare la via del canestro, mentre l’Aquila mette in ritmo i propri tiratori: la bomba di Gomes e il jumper di tabella di Gutierrez valgono il massimo vantaggio a quota 47-27.  Dopo aver toccato il fondo, Pesaro riesce a risalire e a fare un importante parziale di 9-0 firmato Moore, Mika e Bertone, facendo tornare lo svantaggio vicino alla singola cifra e chiudendo la prima metà di gara 47-36.

Al rientro dagli spogliatoi sono di nuovo i bianconeri a fare la partita: in un minuto Silins punisce la chiusura dell’area dei pesaresi con una tripla e Sutton penetra e segna il nuovo +16. Gli ospiti però si fanno sotto. Uno dopo l’altro segnano Moore e Omogbo, Ceron si guadagna e segna due liberi e Bertone realizza due canestri in fila per il 56-50. Silins mette un’altra tripla, ma è ancora Bertone a tenere vive le speranze della Victoria Libertas. La coppia Sutton-Silins, con il secondo evidentemente in forma, conduce un altro parziale per la Dolomiti Energia e Behanan entra di prepotenza nella partita andando a schiacciare (68-54 al 28′) e costringendo coach Leka a chiamare un minuto per parlare coi suoi. Il timeout sortisce l’effetto sperato: Ancellotti e Moore, quest’ultimo con un gioco da tre punti, riaccorciano a -7 con un solo giro di lancette a separare le squadre dall’ultima pausa. Gutierrez fa due su due dalla lunetta e il terzo periodo si conclude sul 70-61.

A inizio dell’ultimo quarto, Behanan fa la voce grossa sotto le plance, ma poi si spegne la luce sull’attacco dei padroni di casa; Moore e Monaldi ne approfittano per accorciare 72-65 al 33′, facendo tremare i tifosi accorsi al PalaTrento. Ci pensa il centro americano a far tornare il vantaggio della Dolomiti Energia in doppia cifra con un gioco da tre punti, con Sutton che lo segue a ruota. Battaglia tra americani, tira e molla tra i due bianconeri e Moore, che tiene in vita i suoi. Silins però non vuole mancare alla festa, infila la quinta conclusione dalla lunga della sua serata e due liberi, indirizzando in modo quasi definitivo la gara (84-69 a 3′ dalla fine). Nei minuti finali Behanan inchioda al ferro, Bertone spara dalla lunga ma non basta, Gutierrez mette un semigancio dal post basso e Silins si conferma un cecchino con il sesto centro della serata: game, set and match, 91-72 a un minuto dal termine. I liberi di Ancellotti sono una pura formalità, la gara finisce 91-74.

Trento: Baldi Rossi 2, Forray 5, Shields ne, Silins 25, Behanan 13, Sutton 12, Czumbel ne, Franke, Flaccadori 13, Lechtaler ne, Gutierrez 12, Gomes 9. /All. Maurizio Buscaglia.

Pesaro: Mika 13, Moore 22, Monaldi 3, Bertone 20, Omogbo 6, Ceron 4, Bocconcelli ne, Crescenzi ne, Ancellotti 6, Serpilli. / All. Spiro Leka.

Arbitri: Carmelo Lo Guzzo, Lorenzo Baldini, Denis Quarta.

MVP Basketinside.com: Ojars Silins, top scorer dell’incontro con i suoi 25 punti, non ha dato respiro alla difesa pesarese facendosi trovare pronto su ogni scarico dei compagni e realizzando 6 delle 8 conclusioni pesanti tentate.

Fotogallery a cura di Alessandro Moschini

Sutton

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy