Trento rompe il ghiaccio e conquista la prima vittoria della stagione

Trento rompe il ghiaccio e conquista la prima vittoria della stagione

La squadra trentina dopo aver combattuto alla pari con Cremona per tutta la gara allunga sul finale e si aggiudica i primi due punti della stagione.

Commenta per primo!

Dopo un match assolutamente in perfetto equilibrio la spunta sul finale la Dolomiti Energia Trentino grazie ad un allungo finale micidiale che ha tagliato le gambe ai ragazzi di coach Pancotto. Sebbene non si siano viste delle fasi difensive di alto livello gli attacchi molto fisici di entrambe le compagini hanno contribuito a fornire uno spettacolo più che gradevole per i molti tifosi presenti al Palatrento. I bianconeri conquistano la prima vittoria della stagione e si preparano per il prossimo incontro che li vedrà impegnati sul campo di Venezia mentre Cremona cercherà di riscattarsi contro Caserta.

TRENTO: Craft, Lighty, Gomes, Baldi Rossi, Jefferson

CREMONA: Thomas, Thomas, York, Turner, Biligha

PRIMO QUARTO: Prima partita tra le mura di casa per la squadra tridentina. Entrambi gli attacchi cominciano forte con i due Thomas da una parte e Jefferson dall’altra a scaldare le retine (6-6). Il primo break della partita lo firmano i bianconeri, prima con la bomba di Jefferson e poi con il canestro dalla media di Lighty (14-10). Cremona rimane aggrappata alla partita grazie al solito TaShawn Thomas autore gia di 10 punti (16-14). Holloway scrive il pari con una penetrazione micidiale che manda letteralmente fuori giri Forray (16-16). Ad un minuto dalla fine la Dolomiti Energia è sotto di un punto, Forray mette in condizione Hogue di giocare in post contro Gaspardo, lo ubriaca e chiude il quarto sul 20-19 per i padroni di casa.

SECONDO QUARTO: Ottimo inizio dei trentini, Forray esce dai blocchi splendidamente e segna la prima bomba della sua partita a cui risponde subito Mian (23-23).La guardia di Cremona si rende protagonista nell’azione successiva sparando in faccia a Hogue (25-26). Partita bellissima e molto fisica, Baldi Rossi si inventa un sottomano pazzesco ma poi deve abbandonare il campo a causa di un colpo al volto. La Vanoli non ci sta a far scappare Trento e accorcia subito con l’ennesima tripla dall’angolo di Mian (30-31). Ritorna in campo Craft che apparecchia uno splendido pick and roll per Hogue che inchioda al ferro (34-33). Anche Turner si iscrive al tabellino della partita pareggiando il conto dei punti con una bellissima azione in solitaria (39-38). I padroni di casa si esaltano, solidi in difesa e con maggiore consapevolezza in attacco grazie al ritorno sul parquet di Jefferson, allungano a  +8 in poco meno di un minuto portandosi sul 46-38. Il quarto si conclude con Trento avanti di sette lunghezze (48-41).

TERZO QUARTO: Cremona parte subito forte nella ripresa. Turner la mette da casa sua, ruba palla a Craft sulla successiva azione e passa a Thomas che tutto solo firma il pareggio dei bianco-azzurri (48-48). Buscaglia è costretto a chiamare subito time-out. Forray e compagni escono rinvigoriti dalla strigliata del coach portandosi avanti di 3 lunghezze (54-53). Turner è indemoniato da fuori la linea dei 6,75, ancora un piazzato ed ancora canestro per l’americano (54-56). Flaccadori tiene i padroni di casa in partita ma è ancora Turner a scaldare le retine del Palatrento. 19 punti per lui e risultato fisso sul 61-61. Nessuna delle due squadre sembra in grado di prendere il largo, difese assolutamente da rivedere ma gli attacchi stanno regalando uno spettacolo davvero esaltante ai 2630 spettatori presenti oggi al Palatrento. Il match scorre senza particolari azioni degne di nota fino alla fine del quarto 68-68.

QUARTO QUARTO:  Dopo due minuti senza nessuna emozione, Litghy si inventa uno spazio invisibile per passare il pallone a Hogue che non deve far altro che inchiodare a canestro. Anche Craft sembra essere ben inserito in partita, si prende un tiro non facile dalla media e realizza (72-68). Pancotto chiama time-out cercando di evitare l’allungo dei trentini. La Dolomiti Energia però sta difendendo bene nell’ultimo quarto. In contropiede Moraschini segna in acrobazia portando il punteggio sul 76-72. Omar Thomas commette fallo antisportivo su Flaccadori che in lunetta realizza uno su due. Possesso ancora nelle mani della squadra di casa che non sfrutta il vantaggio regalando il possesso a Cremona (77-74). Palla rubata di Turner che in contropiede riesce a servire Holloway. Piedi appena dietro alla linea dei tre punti per il play americano che realizza facilmente il canestro del pari (77-77). A tre minuti dalla fine del match i bianconeri trovano in Beto Gomes l’uomo della provvidenza. Bomba incredibile prima e rimbalzone con successivo contropiede  regalano a Trento 5 punti di margine (82-77). Ancora Beto Gomes e ancora tre punti. Il portoghese è in totale trance agonistica (85-77). Quando mancano ancora 53 secondi da giocare la Dolomiti Energia si trova avanti di 9 punti. Cremona tenta invano di rientrare ma ormai il tempo a disposizione è troppo poco. Il match si conclude sul risultato di 90-77. I bianconeri conquistano la prima vittoria della stagione.

Parziali: (20-19, 28-22, 20-27, 22-9) 90–77

MVP: Gomes

Trento:  Bernardi 0, Craft 13, Jefferson 18, Baldi Rossi 7, Moraschini 2, Forray 5, Flaccadori 9, Lovisotto 0, Gomes 14, Hogue 15, Lighty 7, Lechthaler 0, Allenatore Buscaglia.

Cremona: Petar 0, Amato 0, Mian 10, Gaspardo 0, Boccasavia 0, Wojciechovski 8, Biligha 2, Turner 19, York 0, Thomas 4, Thomas 10, Holloway 24, Allenatore Pancotto.

Arbitri: Biggi, Sardella, Caiazza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy