Trento, solida come le Dolomiti travolge una Pesaro senza idee

Trento, solida come le Dolomiti travolge una Pesaro senza idee

Tra i trentini, 4 giocatori in doppia cifra con Craft migliore a quota 15; per Pesaro, Blackmon e McCree confusionari nonostante i 17 punti a testa

di Alessandro Kokich

A distanza di qualche mese dall’ultimo match giocato a Pesaro tra la VL e Trento, il copione è lo stesso; primo quarto che ha fatto intravedere una rivalsa dopo la brutta partita di Cremona, poi il nulla. Trento prende il sopravvento con 4 triple di Mian che lanciano gli ospiti in vantaggio; ai giocatori di coach Buscaglia la bravura di averlo sempre mantenuto per poter portare a casa altri due punti in classifica. Da segnalare l’ottimo lavoro difensivo sui fari della VL che si sono trovati più che mai in difficoltà, come dimostrano i 65 punti realizzati, minimo stagionale per la squadra di Galli.

Quintetti:

Pesaro: Artis, Blackmon, Murray, McCree, Mockevicious

Trento: Craft, Forray, Marble, Gomes, Hogue

 

1° QUARTO: La partita comincia con le due squadre che sull’8-4 hanno fatto segnare 6 marcatori diversi; gli ospiti si affidano ad un gioco incentrato sui “back-door” mentre la VL predilige gli scontri individuali. La schiacciata di Marble vale il primo vantaggio ospite sul 12-13 dopo 6’, ma Mockevicius replica subito dopo; il match scorre con ritmi lenti ma le fiammate di Blackmon e la difesa troppo aggressiva di Buscaglia (3 giocatori a quota 2 falli), permettono ai locali di andare in vantaggio sul 22-15 dopo 9 giri di lancette. La schiacciata formidabile di McCree chiude la prima frazione, grazie anche a Zanotti che si è fatto trovare subito pronto per battagliare sotto i ferri.

 

2° QUARTO: Mian fa ripartire i suoi con due triple, Monaldi e McCree vogliono impedire il pareggio, che arriva però con i canestri di Craft e Pascolo a quota 28 costringendo Galli alla sospensione. Mian continua con la tabellina del 3 per altre due volte, toccando il 28-34 con Mockevicius che interrompe il digiuno; la VL rimane in confusione, con troppi palloni persi e tiri inconcludenti e questo giova la squadra di Craft che smazza assist e regala a Marble i punti del 30-39 dopo 17’. Murray torna a trovare il canestro, seguito da McCree ma Hogue interrompe subito l’euforia facendosi valere e sfruttando l’assenza del pivot lituano tra le fila pesaresi; la prima metà termina sul 35-43.

 

3° QUARTO: Mockevicius comincia a battagliare e trova 4 punti ma Marble e Craft pareggiano subito i conti, salvo poi accorciare di nuovo con il pivot lituano con 9 punti in 4 minuti, sul 45-47. Qualche fischio dubbio scatena l’ira dei tifosi e giocatori locali che permettono ai giocatori trentini di trovare altri due canestri importanti; McCree torna a smuovere il tabellino con una tripla, imitato due volte Gomes. I locali sprecano ghiotte occasioni e ripiombano a -8 con un minuto da giocare; la VL non sfrutta il bonus che ha da 6 minuti e si riduce a tirare solo dalla lunga distanza col risultato di trovare un solo canestro, sulla sirena finale, per il 53-58.

 

4° QUARTO: Blackmon riprende da dove aveva smesso pochi secondi prima ma Hogue e Pascolo di astuzia riportano lo scarto sui due possessi; dopo 120 secondi senza canestri, Marble finalizza il suo 1 vs 1 che vale il 56-64 a 6 minuti dal termine. McCree segna da 3 ma non fa lo stesso con i tiri successivi, Craft invece si, e riporta i suoi a +9 con 3 minuti da giocare. Il playmaker trentino è ovunque e si rivela un vero grattacapi per i locali; i giocatori di Galli puntano a risolvere la situazione individualmente e questo si rivela deleterio per una squadra che è molto compatta. Gomes continua a punire volendo un metro sopra il ferro, mentre McCree va a sbattere ripetutamente sulla difesa coriacea della squadra delle Dolomiti: questo è il riassunto della gara che finisce 65-77 tra i fischi locali.

MVP Basketinside: Aaron Craft 15 punti (7/10 da due, 10 rimbalzi, 7 assist e 4 palle rubate)

VICTORIA LIBERTAS PESARO – VANOLI CREMONA: 65-77 (24-16, 11-27, 18-15, 22-19)

Pesaro:

Blackmon 17, McCree 17, Artis 3, Murray 6, Conti, Bonci ne, Ancellotti, Alessandrini, Monaldi 5, Shashkov n.e, Zanotti 2, Mockevicius 15 All. Galli Massimo

Trento:

Marble 14, Pascolo 10, Mian 13, Forray 4, Flaccadori 2, Craft 15, Mezzanotte ne, Gomes 8, Hogue 9, Lechtaler ne, Jovanovic 2 All Buscaglia Maurizio

 

Arbitri: Lo Guzzo, Borgo, Morelli

Tabellino e commento a breve

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy