Trento spreca e soccombe contro una tenace Venezia

Trento spreca e soccombe contro una tenace Venezia

La Dolomiti Energia non riesce a strappare una vittoria fondamentale nonostante fosse in pieno controllo della partita.

Commenta per primo!

Partita bellissima che ha visto alla fine avere la meglio a Venezia che ha avuto il merito di crederci fino alla fine anche se sotto di 16 punti sembrava spacciata. Trento nonostante il largo vantaggio accumulato non è riuscita a concretizzare subendo il ritorno degli amaranto. Nella lotta ai playoff ora le due compagini si trovano appaiate in classifica a 30 punti. Nel prossimo turno i trentini se la vedranno contro Caserta mentre Venezia andrà a cercare altri punti fondamentali in casa contro Avellino.

STARTING FIVE:

TRENTO: Sanders, Sutton, Lockett, Lechthaler, Wright.

VENEZIA: Tonut, Ejim, Bramos, Green, Ortner.

PRIMO QUARTO: Trento parte bene ed alluna immediatamente sugli ospiti di 5 lunghezze complice un canestro di Wright ed una tripla di Sutton. I primi punti per Venezia arrivano dalle mani di Tonut mandato in lunetta da Lockett molto ingenuamente (7-3). E’ ancora Tonut ad accorciare le distanze dopo un’ottima penetrazione personale (9-5). La stoppata di Pascolo ai danni di Ejim lancia il contropiede per la Dolomiti Energia che segna ed allunga ancora (11-5). Bramos e Lockett si sfidano a suon di triple, partita molto divertente e punteggio che rimana sul +6 per i bianconeri (14-8). De Raffaele prova a fermare il gioco per dare un po’ di respiro e qualche consiglio ai suoi in vista del finale di quarto (16-10).

SECONDO QUARTO:  Secondo quarto che ricomincia con i due punti di Ejim e l’immediata risposta da tre di Flaccadori che scalda il Palatrento. Moltissime palle perse da parte di tutte e due le formazioni ma è certamente Venezia quella che sembra fare più fatica in attacco in queste prime battute di secondo parziale (19-12). Bramos imbeccato favolosamente da Jackson realizza e riporta i suoi ad un solo possesso di svantaggio (19-16). Ress e Wright danno spettacolo portando il punteggio sul 23-22 in favore dei padroni di casa. Pessima persa di Pascolo che lascia campo libero a Tonut che decreta il primo vantaggio per la Reyer. Sutton prende in mano le redini dell’incontro, penetrazione bruciante e schiacciata vincente che gli vale anche un libero che realizza (28-24). Pascolo inarrestabile in penetrazione manda a casa Ress e si prende i due punti. De Raffaele è costretto a chiamare nuovamente time-out (30-24). Flaccadori esce dall’interruzione di gioco rinfrancato, spara prima da tre e poi va a cercare fallo su Ortner trovando due liberi (35-24). Tonut cerca di tenere a galla i suoi con una tripla fondamentale. Sutton ad un minuto dalla fine scrive di nuovo più 9 sul tabellino (37-28).

TERZO QUARTO: Trento inizia alla grande con assist no look di Forray per Pascolo che inchioda in testa a Tonut (41-30). De Raffaele cerca una reazione dai suoi interrompendo le ostilità (41-30). Venezia esce malissimo dal time-out, altra persa ed è Flaccadori questa volta ad approfittarne con una tripla fondamentale che spezza le gambe degli ospiti (46-30). Jackson con due penetrazioni di fila regala quattro punti alla Reyer che sono una boccata d’ossigeno (48-34). Partita molto intensa in questa frazione di gioco con gli attacchi di entrambe le squadre davvero molto ispirati (52-39). Savovic straccia la retina riducendo a 8 punti lo svantaggio degli amaranto (52-44). Piccolo momento di appannamento per la squadra di Buscaglia che butta via metà del vantaggio con un’ennesima palla banalmente persa da Forray (52-46). Il tecnico di Trento ferma il gioco cercando di mantenere i suoi in carreggiata. Il canestro allo scadere di Bramos decreta il -4 Venezia e match completamente riaperto (52-48).

QUARTO QUARTO: Forray in penetrazione rimette il punteggio sul +6 ma è il solito Savovic inspiegabilmente solo ad infilare una bomba pesantissima (54-50). Bramos entra cattivo in penetrazione mettendo a sedere Sutton (55-52). Scatenatissimo il greco infila anche il canestro del -1 (55-54). Ancora palla inspiegabilmente persa dai bianconeri e gli ospiti riescono ad andare in vantaggio. Buscaglia decide di fermare il gioco, la Dolomiti Energia sembra completamente fuori dal match (55-56). Greeen realizza, Venezia si trova sul + 3 ora e può gestire mentre a Trento sembra non entrare nemmeno il più facile dei tiri. Wright, in lunetta realizza entrambi i liberi a disposizione (57-58). L’americano si rende nuovamente protagonista sull’azione seguente dove in contropiede sfida la difesa schierata degli ospiti  trovando un gioco da tre fondamentale (59-58). Partita emozionantissima che con un minuto alla conclusione entra nel vivo (61-61). Jackson ruba due liberi a Wright e realizza (61-63). Fallo su Sutton che va ai liberi con solo 29 secondi al termine ma ne realizza solo uno sui due disponibili (62-63). Fallo sistematico su Jackson di Trento che fa due su due (62-65). Trento non relizza, mentre Venezia ancora in lunetta realizza e si aggiudica il match sul punteggio di 62-67.

PARZIALI: (16-10, 21-18, 15-20, 10-19) 62–67

MVP: Michael Bramos

TRENTO:  Poeta 0, Sanders 0, Pascolo 8, Baldi Rossi 0, Forray 4, Loefberg 0, Flaccadori 13, Bellan 0, Sutton 9, Lockett 9, Lechthaler 0, Wright 19, Berggren 0, All. Buscaglia

VENEZIA: Ejim 4, Goss 0, Bramos 13, Tonut 11, Jackson 9, Green 8, Ruzzier 0, Antelli 0, Ress 7, Ortner 4, Viggiano 2, Savovic 9, All. De Raffaele

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy