Trento strappa i due punti al PalaCarrara. Pistoia battuta 69-64

Trento strappa i due punti al PalaCarrara. Pistoia battuta 69-64

Partita di grande intensità e fisicità. Trento comanda dall’inizio alla fine e si gode un Wright da 23 punti. Assenti Filloy e Poeta.

Una battaglia senza quartiere quella andata in scena al PalaCarrara fra Pistoia e Trento. Grande intensità di gioco da ambo le parti con la lotta nel pitturato fra due notevoli centri come Wright e Kirk, entrambi in doppia doppia, a fare da copertina alla sfida. Trento comanda le operazioni fin dalla palla a due e rintuzza continuamente i tentativi di rientro da parte di Pistoia, limitata dall’assenza di Filloy e da un dolorante Blackshear. Padroni di casa che ghermiscono le aquile bianconere a metà terzo quarto ma non riescono a piazzare lo spunto per portarsi in vantaggio. Pesante un tecnico fischiato ad Esposito nel momento di massima carica emotiva e monetizzato da Forray  per il nuovo +10 trentino. Pistoia perde la sua seconda gara interna della stagione ma mantiene il vantaggio nello scontro diretto con Trento.

PRIMO TEMPO: Bastano le primissime azioni di gioco per capire che quella che andrà in scena in Via Fermi sarà una partita con punti pesanti in palio. Ritmi supersonici in avvio per entrambe le squadre in un primo quarto che fila via liscio come un’Aston Martin in autostrada senza timeout a spezzarne il corso. Prima frazione punto a punto con la sfida Kirk- Wright che si accende fin dal salto per la palla a due. Entrambe le squadre costruiscono ottimi tiri susseguenti a discrete circolazioni di palla volte a scardinare le difese. Le buone notizie per Esposito arrivano da Preston Knowles che appare decisamente più presente rispetto alla sfida con solo due punti a referto di Lunedì sera contro Pesaro. Baldi Rossi spezza il ritmo entrando dalla panchina ad inizio secondo quarto e dà il via al primo parziale di 7-0 trentino. Blackshear, a mezzo servizio con un polso dolorante, sbroglia la matassa con un canestro circense ma ancora una volta 5 punti di Baldi Rossi e Wright cacciano Pistoia al massimo svantaggio sul -11 per i padroni di casa. Knowles e Mastellari gettano acqua gelida sul parziale bianconero ma sul finale di quarto Sutton e il solito Wright riportano la Dolomiti Energia nelle chiare, fresche e dolci acque della doppia cifra di vantaggio. Primo tempo che si conclude con un canestro di Knowles che significa 36-42 in favore degli ospiti.

SECONDO TEMPO: Per la seconda volta in due partite Pistoia si trova dunque ad inseguire e ad improvvisarsi grimpeur per recuperare la partita. Di fronte però si trova una Trento solida ed inamovibile che nel terzo quarto aumenta ancor di più l’intensità e la fisicità impressa alla gara fin dall’inizio. Pistoia si adegua e la lotta diventa furente. L’ottimo basket barocco visto nei primi venti minuti lascia spazio ad una concretezza decisamente più romanica.  Una schiacciata di Kirk ed una tripla di Antonutti significa aggancio GTG a quota 44 ma Forray risponde da dietro l’arco e spegne il primo tentativo di sorpasso pistoiese. Trento difende in maniera ruvida esaurendo anzi tempo il bonus ma Pistoia monetizza fino ad un certo punto portandosi a cinque lunghezze di distanza a fine terzo quarto. Quarto quarto che si preannuncia incandescente. La nuova spina nel fianco per Pistoia si chiama Dominique Sutton che sbrana con un paio di penetrazioni il diretto marcatore e conclude spazzolando il ferro. Una tonitruante schiacciata di Wright con libero aggiuntivo fa imbestialire coach Esposito che si lamenta con i grigi anche per qualche violazione di passi di troppo fischiata a Kirk (3 consecutive) ed un palming di Moore. Il coach casertano becca il fallo tecnico e dalla lunetta prima Wright e poi Forray confezionano il nuovo +10 trentino. Pistoia, punta nell’orgoglio, reagisce di squadra e piazza un 6-0 di parziale a firma Kirk-Lombardi e Moore prima che Wright segni il suo punto n°23 a -43″ alla fine. Kirk prova a riaprirla con una schiacciata ma prima Forray e poi Lockett chiudono la contesa dalla lunetta.

Trento, priva di Poeta, torna a vincere dopo due sconfitte consecutive ma non riesce a ribaltare il robusto +20 pistoiese dell’andata. Per Pistoia sarà fondamentale recuperare Filloy in settimana, bloccato da un problema muscolare. Coach Esposito non può prescindere dai canestri, dalla difesa e dal carattere in campo del proprio capitano.

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA – DOLOMITI ENERGIA TRENTO 64-69

PISTOIA: Kirk 18, Knowles 16, Czyz 8, Moore 8, Antonutti 5, Lombardi 4, Blackshear 3, Mastellari 2. Coach: Esposito

TRENTO: Wright 23, Forray 10, Baldi Rossi 10, Pascolo 9, Sutton 9, Lockett 6, Flaccadori 2. Coach: Buscaglia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy