Trento strappa la vittoria all’overtime e raggiunge Sassari

Trento strappa la vittoria all’overtime e raggiunge Sassari

Pascolo e Poeta riportano il sorriso in casa Trento dopo una partita combattutissima.

Al termine di una partita davvero avvincente dominata nella prima parte da Trento e nella seconda da Sassari a spuntarla sono stati i padroni di casa complice una prova di squadra scandita da intensità e tattica. Buscaglia riesce finalmente a sbloccare il periodo buio dei suoi ragazzi che grazie a questa vittoria raggiungono Sassari in classifica a 24 punti restando aggrappati alla zona playoff. Nel prossimo turno la Dolomiti Energia sarà impegnata sul campo ospite della Virtus Bologna mentre il Banco di Sardegna Sassari sarà chiamata a rifarsi dalla sconfitta subita al Palatrento contro Caserta.

STARTING FIVE:

TRENTO: Sanders, Sutton, Lockett, Lechthaler, Wright.

SASSARI: Logan, Formenti, Kadji, Akognon, Varnado.

PRIMO QUARTO: Dolomiti Energia subito sotto di 4 punti, complici due banali perse dai ragazzi di Buscaglia. Lockett sblocca i trentini schiacciando in testa a Kadji. Bomba di Akognon dall’angolo a cui risponde immediatamente Davide Pascolo (7-7). Partita molto intensa già dalle prime battute dell’incontro. Wright pesca benissimo Lockett che non può far altro che appoggiare al tabellone e segnare (9-7). Giocata eccezionale in post di Pascolo che poi riesce a sporcare la rimessa del Banco di Sardegna ed a regalare a Lockett un canestro facile facile che costringe Pasquini a fermare il gioco (13-7). Il time out non sembra aver ottenuto l’effetto desiderato per i biancoblu che concedono tanto in difesa non riuscendo a trovare tiri buoni in attacco (17-7). Sassari si risveglia grazie ad un ingenuità di Berggren che regala un gioco da 3 a Petway (19-12). Ad un minuto circa alla fine del quarto è ancora la Dolomiti Energia ha fare la partita. Logan accorcia le distanze a -6 grazie ad una bellissima iniziativa personale dai 6,75 (23-17).

SECONDO QUARTO: Il secondo quarto ricomincia sulla stessa falsariga del primo con Trento ad allungare e Sassari ad inseguire. I padroni di casa provano a prendere il largo ma il solito logan ferma gli entusiasmi trentini con la bomba del -7 (27-20). E’ ancora il numero 3 di Sassari a sparare in faccia a Pascolo a cui risponde immediatamente Flaccadori (29-22). Alexander firma il canestro del -6 provando a dare una scossa ai suoi (31-25). Entrambi gli attacchi producono buon gioco ora mantenendo il parziale punto a punto. I Sardi provano a fare la voce grossa in difesa costringendo Trento a perdere qualche palla di troppo. Buscaglia chiama time-out con l’intento di mantenere alto il ritmo dei suoi ragazzi (35-28). Varnado tira letteralmente giù il ferro regalando agli ospiti il -5 (35-30). Poeta scardina la zona impostata da coach. Pasquini lanciando Wright che insacca e riporta Trento a condurre di 9 lunghezze (39-30). Quando mancano due minuti alla fine del primo tempo Davide Pascolo si inventa una tripla dall’angolo non proprio facente parte del suo repertorio e la mette a segno (42-30). Varnado porta a spasso Wright, Sassari ora è a meno dieci dai bianconeri che si trovano con l’ultimo possesso da giocare. Wright fa letteralmente un miracolo sulla sirena e realizza rubando il rimbalzo a Varnado (44-32).

 TERZO QUARTO: Varnado inaugura il secondo tempo con un bellissimo movimento spalle a canestro che manda fuori giri Pascolo (44-34). Altri tre punti del Banco di Sardegna firmati da Akognon a cui risponde subito Trent Lockett (45-37). Varnado ruba il rimbalzo a Pascolo e va a schiacciare aggiudicandosi un gioco da tre punti che finalizza (45-40). Trento non riesce a capitalizzare due buoni tiri concedendo facili contropiedi agli ospiti. Akognon con la mano caldissima realizza e permettendo al Banco di Sardegna di rientrare di prepotenza in partita (47-44). Varnado, uno dei migliori dei Sardi fino a questo momento della gara spara in faccia a Berggren portando i biancoblu a -1 dal pari (49-48). Il pareggio di Sassari arriva dalle mani di Formenti (54-54). Flaccadori viene mandato in lunetta da Formenti, il baby talento bianconero è freddo e non sbaglia (57-54). Ad un minuto alla fine del terzo quarto Alexander decide di fare tutto da solo ed inchiodare al ferro esaltando in numerosi tifosi giunti da Sassari (59-58). La squadra di Pasquini riesce a rubare palla proprio sull’ultimo possesso. Con 11 secondi da giocare Logan si incarica dell’ultimo sbagliando (59-58).

QUARTO QUARTO:  Il vantaggio per il Banco di Sardegna arriva immediatamente grazie ad Alexander (59-61). Lockett trova subito il pareggio ma è Stipcevic a gelare il Palatrento con una bomba che spezza le gambe ai bianconeri (61-64). Ancora un errore degli aquilotti e Stipcevic ne approfitta di nuovo per infilare un altro tiro da tre punti (61-67). La Dinamo è inarrestabile. Alexander si trova libero sulla linea dei 6,75 e segna ancora (63-70). Partita bellissima ora, Wright forza dal perimetro, -5 Trento (66-71). La difesa a zona degli ospiti fa fatica contro le penetrazioni di Sutton che porta a spasso Devecchi e realizza il -3 (68-71). Logan esce dal time-out di Pasquini da vero leader, prendendosi la responsabilità di una tripla pesantissima. La Dinamo torna in vantaggio di due possessi (70-74). Capovolgimento veloce di campo innescato da Forray per Lockett che riceve e segna (74-76). Pascolo stoppa Logan, Wright riceve sulla ripartenza e schiaccia facendo letteralemente volare dai seggiolini i 3200 spettatori presenti al Palatrento (76-76). 6 secondi allo scadere. La Dolomiti Energia si trova con l’ultimo possesso della partita in mano. Wright spreca e le squadre sono costrette a giocarsi tutto all’Over time.

OVER TIME: Subito a segno Trento con Lockett, autore fino a questo momento di ben 13 punti. Rubata della Dolomiti Energia che si capovolge in attacco ma non realizza. Pascolo è da applausi quando in post basso sfida Varnado lasciandolo sul posto e realizzando (80-76). Poeta incrementa il vantaggio dei padroni di casa a 6 lunghezze (82-76). Sassari è in difficoltà, fa fatica in attacco e non copre a dovere sulle ripartenze trentine. Pascolo va fino in fondo trovando un fallo importantissimo. Pasquini ferma il gioco cercando nei suoi una reazione (84-76). Gli ospiti escono benissimo dall’interruzione di gioco grazie alla tripla di Formenti. Lockett realizza in allontanamento ipotecando la vittoria, quando manca solo un minuto al termine dell’incontro (91-81). Sutton chiude le ostilità definitivamente schiacciando in contropiede (93-81). Trento ritorna alla vittoria.

PARZIALI: (23-17, 21-15, 15-26, 17-18, 17-5) 93-81

MVP: Davide Pascolo

TRENTO:  Poeta 13, Pascolo 19, Baldi Rossi 0, Forray 2, Loefberg 0, Flaccadori 9, Bellan 0, Sutton 15, Lockett 18, Lechthaler 0, Wright 13, Berggren 4 , All. Buscaglia

SASSARI: Petway 2, Logan 12, Formenti 6, Devecchi 0, Alexander 16, D’Ercole 0, Marconato 0, Sacchetti 3, Akognon 11, Stipcevic 11, Varnado 14, Kadji 6, All. Pasquini

Fotogallery a cura di Lucia Bortolotti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy