Treviso batte la Virtus e vede i play-off

Treviso batte la Virtus e vede i play-off

di Livio Cavezza

 Per i trevigiani grande protagonista di giornata Motiejunas , indiscutibilmente il migliore in campo, ben supportato dalla coppia Smith-Markovic. Per Bologna seconda sconfitta consecutiva, dopo il ko interno ad opera di Varese, ma prestazione sicuramente oltre la sufficienza per la formazione di coach Lardo, che nonostante le assenze di Poeta ed Homan si è arresa solo nei secondi finali complice, anche, un discutibile fischio arbitrale.

 

Le due squadre partono con i seguenti quintetti , la Benetton con Markovic, D.Smith, Gentile, Motiejunas, Skinner; la Canadian Solar con Koponen, Rivers, Winston, Amoroso e Sanikidze. Pronti e via coach Lardo per fronteggiare l’assenza di Homan  vicino canestro piazza una zona fronte dispari , ma Smith con due bombe sembra trovare subito la giusta soluzione al rebus difensivo bolognese (7-5 al 3’). Bologna con un Amoroso scintillante che va segno due volte dalla lunga distanza opera un mini allungo sul 7-11 al 4’ e costringe al time-out coach Repesa.  All’uscita dal time out Motiejunas piazza cinque punti in fila e la Benetton rimette subito la testa avanti sul 12-11 al 6’. Si va avanti di parziale in parziale, e la Virtus con due bombe una di Winston e una di Koponen ritorna in vantaggio sul 12-17 al 7’.  La musica non cambia 5-0 di parziale targato Treviso ed è perfetta parità sul 17-17 al 9 ’. Il finale del primo quarto ha un il grande protagonista in Motiejunas (11 punti  nel primo quarto) che propizia l’allungo trevigiano (24-19 al 10’). Ad inizio seconda frazione la Virtus torna prima sotto (24-23 al 12’) per poi rimettere la testa avanti sul 25-26 al 13’ su una Benetton molto imprecisa in attacco. Gli uomini di Repesa ritrovano un minimo di confidenza con il canestro e ritornano a condurre sul 30-26 al 16’, ma è una Benetton che continua a fare fatica contro le difese a zona adattate di Lardo, ed i bolognesi  con una tripla di dell’ex Rivers rimettono la testa avanti sul 33-34 al 19’. Alla sirena dell’intervallo come da copione dell’intero primo tempo , che ha visto un continuo alternarsi nel punteggio delle due squadre , Treviso si riporta avanti nel punteggio sul 38-37. Al rientro dagli spogliatoi si inizia con gli effetti  speciali bomba di Winston da una parte risponde da tre Smith dall’altra (41-40 al 21’), ma il fattore dominante anche ad inizio terza frazione è l’equilibrio (45-44 al 24’). Treviso incomincia a far sentire il maggiore fisico dei suoi lunghi,  costringetrova il +6 (50-44 al 25’) e coach Lardo a chiamare time-out. Dopo il time-out un ottimo Motiejunas va segno dalla lunga distanza e la Benetton trova il suo nuovo massimo vantaggio sul 53-44. La Virtus non molla la presa e con un bellissimo canestro in entrata di Koponen sulla sirena del terzo quarto torna sul -4 (55-51 al 30’). La frazione finale si apre nel segno di Devin Smith che con sei punti in fila riporta i trevigiani sul +8 (61-53 al 32’), ma Bologna,  non ne vuole sapere di mollare, con una bomba di Rivers ritorna sul -4 (61-57 al 24’) e costringe ad un minuto di sospensione la panchina trevigiana. Rivers è tarantolato e con un’altra tripla allo scadere dei 24 secondi porta la Virtus sul  -1 (63-62 al 36’), ma la Benetton, trascinata da Motiejunas,  piazza un 10-3 di parziale e trova il nuovo allungo sul 73-65 al 38’. Treviso fallisce qualche libero di troppo , e una generosissima Bologna torna sul -3 (74-71) a 40 secondi dal termine.  Fallo su Smith , l’americano fallisce i due liberi, ma l’arbitro Paternicò (causa un fischio dalle tribune) fa ripetere il secondo libero e scatena le proteste bolognesi, che subiscono nel giro di un amen un fallo tecnico a Lardo ed un fallo antisportivo. La partita va in archivio e si chiude con la vittoria trevigiana per 79-71.

Tabellino

Benetton Treviso: Markovic 11, Gentile 8, Brunner 7, D. Smith 22, Motiejunas 22, Buller 4, Peric 3, Wojciechovsky 2.

Canadian Solar Bologna: Rivers 19, Koponen 13, Winston 16, Martinoni 5, Amoroso 8, Gailius 2, Sanikidze8.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy