Tutto troppo facile per Milano, Varese si inchina all’EA7

Tutto troppo facile per Milano, Varese si inchina all’EA7

Milano ha vita facile nel derby. Varese regge un quarto, poi Jenkins e Simon fanno volare l’EA7

Un uomo al comando e una squadra allo sbando. Il riassunto del derby lombardo è esattamente questo. Da una parte un Jenkins spaziale, autore di 16 punti nel solo secondo quarto che hanno spalancato le porte del match all’EA7. Dall’altra parte una Varese sempre in balia degli avversari (ad eccezione del pessimo primo quarto di entrambe le squadre, terminato 12-13). Con Wayns ingabbiato dalla difesa milanese, Varese non ha trovato sbocchi in fase offensiva affidandosi al tiro dalla lunga distanza ma con scarsi risultati. Moretti ha provato a buttarla sulla bagarre, facendosi espellere a fine primo tempo (flashback all’anno scorso?), ma la scossa non è stata percepita dai suoi ragazzi, che deragliano di minuto in minuto. A Milano basta la coppia Jenkins e Simon (che segna quasi come tutta Varese), ma se i biancorossi erano già in difficoltà, Galloway ha contribuito ad affondare la barca di Moretti con 8 palle perse e un atteggiamento detestabile, culminato con una pioggia di fischi alla sua uscita dal parquet.

CRONACA

1° TEMPO: In uno dei peggiori avvii del campionato, le squadre si sfidano a chi sbaglia di più e dopo 5’ minuti si è ancora sul 2-4. Una scossa prova a darla Kangur schiacciando in contropiede il +2 varesino e ottiene l’effetto sperato: Galloway si fa perdonare dagli errori precedenti e spinge l’OJM a +6 (10-4 al 7’), ma quando l’ex guardia di Tortona perde l’ennesimo pallone (il 4° nel solo primo periodo) Milano si rifà sotto e chiude avanti la 1^ frazione (12-13 al 10’).

Con Wayns imbrigliato dalla difesa milanese, Varese non trova soluzione offensive che le permettano di fare male all’EA7, così gli ospiti, sbloccatisi dopo il pessimo primo quarto, colpiscono l’OJM a ripetizione e volano a +11 (16-27 al 15’) grazie ad un Jenkins da 16 punti nel 2° periodo. Moretti chiama timeout (durante il quale Kangur e Galloway si affrontano faccia a faccia), poi si prende un tecnico che allarga la ferita (18-34 al 17’), ma non è finita qui: il tecnico varesino non gradisce la differenza di trattamento rispetto al suo collega Repesa e viene cacciato da Sahin. Piove sul bagnato e Varese crolla a -18 all’intervallo (22-40 al 20’).

2° TEMPO: Galloway riprende da dove aveva finito (altre 2 perse per un totale di 6), Jenkins idem (due bombe consecutive) e l’Olimpia arriva al +23 (32-55 al 27’). In un PalaWhirpool ormai rassegnato, Varese fa poco o nulla per rendere meno amara la sconfitta, mentre Milano continua il suo allenamento con i tiri dall’arco. Finirà

MVP Basketinside: Charles Jenkins (31 punti e 30 di valutazione)

OPENJOBMETIS VARESE – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 64-86 (12-13, 22-40, 36-61)

Varese: Davies 18, Faye 7, Wayns 10, Varanauskas, De Vita 2, Testa ne, Kangur 12, Rossi, Ferrero 3, Pietrini ne, Kuksiks 4, Galloway 8. All: Moretti

Milano: Lafayette 5, Amato ne, Cerella 2, Macvan 13, Vecerina, Magro 8, Pecchia, Cinciarini 2, Jenkins 31, Barac 2, Simon 23. All: Repesa

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy