Ultimi cinque minuti fatali per la Sidigas: l’Olimpia espugna il Del Mauro

Ultimi cinque minuti fatali per la Sidigas: l’Olimpia espugna il Del Mauro

Successo importantissimo in terra irpina per i meneghini, che confermano il primo posto in classifica.

di Davide Scioscia

Lo scontro diretto della ventitreesima giornata del campionato di Serie A va all’EA7 Milano, che ha battuto la Sidigas Avellino col punteggio di 75-82, al termine di una partita combattutissima. La contesa, infatti, si è mantenuta sui binari dell’equilibrio sostanzialmente per 35’, dopodiché l’Olimpia ha dato la spallata decisiva al match, grazie ai canestri dei suoi uomini di punta. Quattro giocatori in doppia cifra per gli uomini di Pianigiani: Goudelock con 10, Micov con 14, Pascolo con 11 e Gudaitis con 13; alla Scandone non sono bastati i 21 del solito Rich, 14 di Wells e 16 di Fesenko. Vittoria dunque fondamentale per Milano, che, oltre a ribaltare la differenza canestri, stacca Avellino di sei lunghezze in classifica e si mantiene al comando, mentre i biancoverdi scivolano al quarto posto, complice la vittoria di Brescia nell’anticipo di ieri.

STARTING FIVE:
Sidigas: Filloy, Rich, D’Ercole, Leunen, Fesenko
EA7: Cinciarini, Goudelock, Micov, Kuzminskas, Tarczewski

PRIMO TEMPO: Inizio equilibrato di match, con Kuzminskas e Tarczewski che rispondono a Fesenko e Rich: al 3’ il punteggio è 6-5. Dopo un mini-break di 5-0 firmato da Rich e Filloy, Milano torna a segnare con la prima tripla dall’angolo di Cinciarini, ma Scrubb risponde alla stessa maniera dando il +6 ai biancoverdi al 6’ (14-8); la risposta meneghina è firmata da Kuzminskas e Gudaitis, quest’ultimo con un gioco da tre punti che riporta i suoi a -1 all’8’ (14-13); nonostante il buon momento sotto canestro del lituano dell’Olimpia, Scrubb continua a martellare il canestro e regala il +4 alla Scandone: 19-15 al 10’. L’EA7, grazie anche ad un dominio nel computo dei rimbalzi, si rifà sotto al 12’ dopo i primi punti di Pascolo (22-21). Con il ritorno in campo di Fesenko, Avellino ritrova sostanza nel pitturato e può tornare a +4 al 15’ grazie ai liberi dell’ucraino (29-25). La partita continua a vivere di batti e ribatti, con l’Olimpia che tiene botta alle spallate della Sidigas, che al 18’ ha un possesso pieno di vantaggio (34-31); lo stesso copione si ripete anche negli ultimi 2’, con Cusin che risponde a Rich per il 37-34 con cui si va all’intervallo.
SECONDO TEMPO: Dopo il primo vantaggio milanese firmato da Goudelock, è Wells a sbloccarsi per la Sidigas, ma la guardia ospite è in palla e pareggia da oltre l’arco: 41-41 al 23’. Rich e Wells sono il motore offensivo della Scandone, Goudelock e Gudaitis però non sono da meno e mantengono l’EA7 a contatto al 25’ (49-46). Ancora un giro in lunetta per Gudaitis, ancora 2/2, ma dall’altra parte Fitipaldo appoggia al tabellone il nuovo +3 Avellino al 18’ (53-52); Fitipaldo e Scrubb sbagliano in fase offensiva, ne approfitta Milano che grazie a Tarczewski effettua il sorpasso: 54-57 al 30’. Dopo il pareggio di Scrubb da oltre l’arco, Micov e Jerrells propiziano il +5 Olimpia: timeout obbligato per Sacripanti al 33’ sul 57-62. Rich segna da tre, ma dall’altra parte Pascolo, Jerrells e Tarczewski griffano il parziale di 0-7 con cui Milano trova il +8 al 35’ (61-69). Dopo il +10 firmato da Jerrells, Rich prova a rimettere in partita la Scandone, ma dall’altra parte è Goudelock a ricacciarla indietro ed al 38’ è 65-75; la partita è, di fatto, chiusa, con l’Olimpia che, nonostante i disperati tentativi di rimonta avellinesi, riesce a gestire gli ultimi secondi: 75-82 il finale.

SIDIGAS Avellino 75-82 EA7 EMPORIO ARMANI Milano
Parziali: 19-15; 37-34; 54-57

AVELLINO: Zerini 2, Wells 14, Fitipaldo 3, Bianco n.e., Lawal n.e., Leunen 2, Scrubb 11, Filloy 3, D’Ercole 3, Rich 21, Fesenko 16, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

MILANO: Goudelock 10, Micov 14, Bortolani n.e., Pascolo 11, Tarczewski 8, Kuzminskas 5, Cinciarini 5, Cusin 3, Abass 2, Bertans 2, Jerrells 9, Gudaitis 13. Coach: Pianigiani.

Arbitri: Paternicò, Baldini, Quarta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy