Un sontuoso Blakes e il miglior La Torre: Cantù piega Torino

Un sontuoso Blakes e il miglior La Torre: Cantù piega Torino

Cantù azzanna Torino nella quarta frazione e strappa due punti vitali in chiave corsa playoff.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Dopo trenta minuti in perenne equilibrio, Cantù scardina la resistenza di una Torino mai doma e centra due punti vitali per rimanere in corsa playoff con la gara decisiva in programma settimana prossima a Sassari. Finisce 86-76 con Cantù che manda quattro elementi in doppia cifra. Sugli scudi un monumentale Gerry Blakes da 20 punti e 7 assist a referto che si aggiunge alla ormai consueta coppia Gaines (25pt) – Jefferson (16pt). Menzione particolare va però al miglior La Torre della stagione, protagonista con 9 punti, 8 rimbalzi e 20 di valutazione. Per Torino Poeta (17pt in 22′), l’ultimo a mollare.

Cantù: Gaines, Blakes, La Torre, Stone, Jefferson
Torino: Moore, Cotton, Wilson, Hobson, Jaiteh

PERFETTO EQUILIBRIO-Avvio di gara equilibrato, con le due formazioni a rispondersi colpo su colpo con Stone da una parte e il duo Wilson-Cotton protagonisti del 10-10 dopo quattro minuti. Copione che non cambia anche nei restanti minuti, con la parità che rimane fino al 20-20 del primo quarto. Nel secondo quarto la Fiat parte forte, con Moore e Mcadoo a timbrare il più tre esterno, sul 24-27 con Brienza costretto al timeout. Al rientro sono ancora i piemontesi a trovare con continuità la retina, con Cotton e Wilson che firmano il più sei. Cantù però resta in scia e spinta da Stone, trova il meno due a un minuto dall’intervallo. Galbiati chiama minuto, ma al rientro è ancora Cantù ad andare a segno, con Jefferson che timbra il 36-36.

TORINO DURA A MORIRE, CANTU’ PERO’ STRAPPA I DUE PUNTI – Dopo la pausa lunga, l’Acqua San Bernardo parte subito forte con Gaines che propizia subito il 42-36 sul tabellone di gioco. Jaiteh sblocca la Fiat, mentre è Moore ad andare a bersaglio per il meno uno, sul 44-43. Wilson lo imita poco dopo e in un amen Torino torna avanti. Jaiteh fa più tre, costringendo così i locali alla sospensione di gioco. Jefferson dall’arco rimette le due formazioni in parità, mentre Gaines risponde a Moore rimettendo i propri compagni al comando. Il finale è però tutto canturino, con la bomba di La Torre e quella di Jefferson a lanciare la formazione di Brienza sul 64-58. Cantù prova subito a partire forte con Davis e Jefferson, ma Poeta tiene in scia i suoi firmando il 70-68. A smuovere il punteggio dall’equilibrio è il duo Blakes-Gaines, che salgono in cattedra e firmano il 75-68 a cinque dal termine. Jefferson firma il più nove, Blakes colpisce dalla distanza e Cantù vola via scrivendo il più dodici sul cronometro. Il punto esclamativo lo piazza il solito Blakes prima in contropiede, poi con il canestro del 84-70 che vale i titoli di coda sulla gara. Al PalaDesio termina con il punteggio finale di 86-76.

MVP BASKETINSIDE.COM: La Torre
Cantù-Torino 86-76

Cantù: Gaines 25, Carr ne, Blakes 20, Baparapè ne, Parrillo, Davis 3, Tassone, La Torre 9, Olgiati ne, Pappalardo ne, Stone 13, Jefferson 16. All.Brienza
Torino: Wilson 13, Anumba ne, Hobson 11, Guaiana ne, Poeta 17, Cusin, Mcadoo 4, Jaiteh 6, Portannese 3, Moore 10, Cotton 12, Stodo ne. All. Galbiati

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy