Una Caserta dalle due facce batte Cremona

Una Caserta dalle due facce batte Cremona

E’ una Pasta Reggia dai due volti quella che ha battuto una Vanoli Cremona che rischia di non confermarsi in testa alla classifica.

Senza Viktor Gaddefors, vittima di un malore ieri e oggi dimesso dall’ospedale, e Daniele Cinciarini, fermato ancora una volta da problemi alla schiena, la Pasta Reggia Caserta affronta tra le mura amiche la sorprendente Vanoli Cremona. Alla fine è la Juve ad avere la meglio, ma il secondo tempo dei bianconeri sarà sicuramante oggetto di discussione. Per Cremona male Luca Vitalia mentre buone sono state le prove di Cusin, Washington e McGee.

 

Primo tempo – Cusin apre le marcature, ma Bobby Jones dall’altro parte attacca forte il canestro e porta a casa i due punti con fallo. In questo avvio di partita la Juve mette in campo una difesa energica che però non è seguita da attacchi lucidi e la partita resta in equilibrio finché Jones e Downs non portano i campani a +5 sul 10-5. Cusin dalla lunetta interrompe il parziale avversario, ma Siva serve un assist al bacio per la tripla di Ghiacci che va a bersaglio prima della schiacciata di Turner. In questa fase di partita il ritmo è altissimo e Caserta tira con percentuali mai viste quest’anno da tre punti. La bomba di Downs porta i padroni di casa fino al +9 (18-9), costringendo Cesare Pancotto a chiedere timeout. Il finale di quarto vede le due squadre fronteggiarsi a un ritmo notevole e ciò causa qualche errore di troppo da entrambe le parti. Alla fine del primo quarto la Pasta Reggia conduce per 20-11.

Il secondo quarto si apre con la palla rubata di Washington, ma la Juve trova presto la doppia cifra di vantaggio grazie alla schiacciata di Hunt che vale il 22-12 in favore dei bianconeri. I padroni di casa continuano a far vedere una difesa molto aggressiva e ciò fa sì che i lombardi non riescano a rientrare nonostante qualche errore in attacco degli avversari. Dopo un timeout si continua a segnare con il contagocce, ma ciò non impedisce a Caserta di arrivare fino +19 (33-14) grazie alla tripla di Siva. In questa fase la Vanoli è tenuta a galla solamente da Marco Cusin che riesce a procurarsi vari viaggi in lunetta, inoltre la Juve spreca qualcosa in attacco e così lo scarto tra le due formazioni sfiora solamente i venti punti finché Siva dalla linea della carità porta il punteggio sul 40-19 in favore dei suoi. Nel finale di quarto Cremona prova con orgoglio a rientrare, ma alla fine del primo tempo il punteggio dice che Caserta è in vantaggio per 42-24.

Secondo tempo – L’avvio di terzo quarto vede la Vanoli non entrare in campo con la cattiveria giusta per tentare la rimonta e così la Juve supera i venti punti di vantaggio continuando con la sua difesa forte. In realtà nel corso di questo terzo quarto non si segna con grandissima continuità e ciò va a tutto vantaggio della Pasta Reggia. Intorno alla metà del quarto la difesa bianconera scende di intensità e la Vanoli trova qualche punto facile in area avversaria arrivando fino al -15 sul 53-38. La partita in questa fase è molto confusa e piena di errori da una parte e dall’altra, ma Cremona sfrutta nel modo giusto il precoce bonus raggiunto dagli avversari e, inoltre, trova punti importanti da Biligha, portando lo scarto tra le due formazioni vicino ai dieci punti. Il finale di quarto vede la Juve scappare nuovamente a  +18 (60-42) prima che McGee con quattro punti in fila fissi il punteggio alla fine del terzo quarto sul 60-46.

In avvio di quarto quarto la Pasta Reggia ritorna ai suoi standard difensivi abituali, ma in attacco fa moltissima fatica e non riesce a piazzare il break che chiuda una volta per tutte la partita. Le triple di Washington e McGee riaprono ancora una volta il match portando gli ospiti a -11 sul 63-52. Dopo vari errori bianconeri, è un’altra tripla di Washington a portare i suoi a -8 (663-55) prima che McGee appoggi al tabellone i punti del -6. Downs interrompe con una tripla il parziale avversario e la Pasta Reggia, pur non essendo più quella del primo tempo, ritorna a +12 (69-57) con la tripla di Bobby Jones. Cremona non si arrende ma alla fine deve soccombere per 73-64.

 

 

PASTA REGGIA CASERTA 73-64 VANOLI CREMONA (20-11; 42-24; 60-46)

Pasta Reggia Caserta: Downs 16, Siva 18, Hunt 14, Gennarelli ne, Ventrone ne, Jones 17, Ghiacci 3, Giuri 3, Metreveli 2, Ingrosso ne. Coach Sandro Dell’Agnello

Vanoli Cremona: Dragovic 6, Vitali, Mian, Gaspardo, Cusin 9, Cazzolato ne, Washington 21, Biligha 6, McGee 14, Turner 8. Coach Cesare Pancotto

Arbitri: Taurino, Martolini, Masi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy