Una super Dinamo schianta Reggio e ritrova la vittoria

Una super Dinamo schianta Reggio e ritrova la vittoria

Commenta per primo!

Nel remake della finale scudetto dello scorso anno tra i campioni d’Italia della Dinamo e la Grissin Bon Reggio Emilia sono i sassaresi a fare da padroni in una serata senza storia. Nella 13esima giornada di andata il Banco di Sardegna schianta la squadra di Menetti per 94-70 e dopo la cocente beffa di Torino ritrova la vittoria e il gioco davanti ad un PalaSerradimigni festante. Trascinatore degli isolani, manco a dirlo, il solito David Logan che con 25 punti (7/9 da 2 e 3/ 4 da 3) chiude il match già nel terzo periodo coadiuvato da Haynes (15 punti 5/7 da 3) Eyenga e Varnado, certamente i migliori in una serata dove ha brillato l’intero roster. Reggio Emilia dal canto suo troppo rinunciataria incappa in una serata No di Polonara (0 punti), Della Valle e Silins, brutte copie sbiadite, in questa partita, di quelli che avevano spaventato lo scorso anno Sassari fino alla sirena finale di gara 7.

1° QUARTO:

Partono meglio i campioni d’Italia che ritrovano un Brent Petway in gran spolvero che con 2 bombe lancia i sardi sul 7-3, Reggio risponde con De Nicolao e Aradori, ma i sardi provano il primo allungo con Logan e ancora Petway trovando il massimo vantaggio sul 18-10. Gli emiliano dopo lo shock iniziale si ricompattano e rispondono con Veeremenko e Aradori che in un Amen ristabiliscono le distanze sul 20-18. Il finale è tutto di marca sassarese grazie ai canestri di Varnado e la bomba di Haynes, sulla sirena, il quarto si chiude con la Dinamo avanti di 8 lunghezze 26-18.

2° QUARTO:

Eyenga apre le danze del secondo periodo con un canestro allo scadere dei 24” che vale il +10 sassarese, Silins risponde da sotto, Haynes e De Nicola si sfidano dai 6.75, poi è un monologo sardo con Logan sugli scudi che realizza le bombe che mantengono Sassari con la doppia cifra di vantaggio. Veeremenko e Della Valle ridanno fiducia agli ospiti riportandoli sul -7, ma il finale è tutto di marca sassarese con il solito Logan, autore di 13 punti, che permette ai sardi di volare sul +15. Silins con una bomba allo scadere chiude il tempo sul 47-35 definitivo.

3° QUARTO:

Dopo il riposo lungo continua il monologo sassarese: Logan, Haynes ed Eyenga fanno volare la Dinamo sul +19 (60-41) di fronte ad un impotente Reggio che risponde timidamente dalla lunetta con Aradori, Petway fissa il massimo vantaggio di 21 lunghezze (64-43). Reggio si perde e viene affondata da uno strepitoso David Logan che con i suoi 25 punti nei primi tre quarti fa volare la Dinamo chiudendo il tempo con un canestro allo scadere che vale l’80-56 finale.

4° QUARTO:

Nell’ultimo quarto non cambiano le gerarchie di un match ormai incanalato sui binari sassaresi: Aradori e Lavrinovic tentano una timida reazione, ma Eyenga e Stipcevic tengono il passo con i sardi trionfatori di un match importantissimo ai fini della classifica e del morale. Finisce 94-70.

SASSARI 94 REGGIO EMILIA 70

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Haynes 15, Petway 11, Logan 25, Formenti 3, Devecchi 0, Alexander 4, D’Ercole n.e., Marconato n.e., Sacchetti 4, Stipcevic 9, Eyenga 11, Varnado 12. Coach Marco Calvani

Grissin Bon Reggio Emilia: Aradori 12, Polonara 0, Lavrinovic 13, Della Valle 7, De Nicolao 11, Pachacek, Srautins, Veeremenko 12, Silins, Gentile. Coach Max Menetti

Fotogallery a cura di Claudio Atzori

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy