Vanoli Braga Cremona: Koponen guida Bologna alla vittoria

Vanoli Braga Cremona: Koponen guida Bologna alla vittoria

Commenta per primo!

Rowland, in calo di rendimento nelle ultime uscite, questa volta ha sfoderato, a livello di valutazione lega, la sua miglior prestazione stagionale, chiudendo con un +33 frutto di un 73% globale dal campo e 2/2 dalla lunetta, ma sul fronte difensivo non è riuscito a guidare la propria squadra sui giusti binari, lasciando troppo spesso il campo aperto ai contropiedi avversari o corsie di passaggio enormi in mezzo all’area.

 

La partita di fatto, si è decisa nel 3° quarto, quando, soprattutto nella seconda metà di questo, Blogna ha piazzato il brek decisivo sfruttando l’uscita di Drozdov sostituito da Formenti il quale ha si immediatamente piazzato una tripla che ha permesso a Cremona di riavvicinarsi e poi pareggiare, ma ha poi sofferto oltremodo la fisicità di Winston che, fino a quel punto, non aveva ancora segnato e che è riuscito a piazzare 7 punti filati che hanno innescato il parziale di 18-5 di Bologna che ha ucciso la partita.

Fino a quel punto la partita era corsa via con un punteggio sostanzialmente di parità (massimo vantaggio per Cremona di 7 punti) con Bologna che riusciva a restare unita e concentrata, senza lasciarsi prendere dalla frenesia del momento e cercando sempre la miglior soluzione, sfruttando tutti i 24 secondi a sua disposizione.

Nel finale Cremona rinuncia stranamente all’ aggressività che la contraddistingueva e lascia giocare gli emiliani che fanno scorrere il tempo attendendo la fine. Serata decisamente storta anche sul fronte della mira, soprattutto dalla lunga distanza; con un 9/23 (39%) si poteva, forse, cercare di fare quel passo in più e mettere punti a percentuale più alta.

Torna quindi a casa la compagine di Lino Lardo con i 2 punti in tasca, conquistati dopo 4 sconfitte consecutive e prima di una impegnativa seconda trasferta consecutiva sull’ostico campo di Siena che oggi ha riposato (complice la sosta di Treviso per la disputa delle final4 dell’EuroCup).

Cremona, forse, abbandona il sogno play-off (dato ormai per assunto che la salvezza, obbiettivo primario per la società, è a 1 vittoria dalla matematica) anche se, sostanzialmente, la sua classifica non è mutata di molto (12° a quota 20 punti), ma il gruppone di 8 squadre davanti di 2 o 4 punti appare sinceramente più favorito.

I conti però se devono fare alla fine e già a partire da sabato bisogna tornare a giocare per conquistare il punteggio pieno contro la formazione trevigiana. I precedenti dicono 3-0 per Cremona, ma non bisogna basarsi su quelli; è necessario entrare in campo con la giusta concentrazione e tenerla per tutti i 40 minuti, cercando di evitare quelle pause difensive che, oggi, sono costate molto care.

LA CRONACA DELLA PARTITA

1° QUARTO

 Parte con il solito quintetto Cremona schierando Rowland, Sekulic, Milic, Foster e Drozdov. La Canadian Solar risponde con Rivers, Koponen, Homan, Winston e Amoroso.
Arbitrano i signori Seghetti, Lo Guzzo e Martolini.
Conincia bene la serata Sekulic che sigla i primi 2 punti della partita, raccoglie in 2 minuti 3 rimbalzi e piazza una stoppata a Homan. Inizio a strappi della partita, difese dure ma non impenetrabili. La Vanoli Braga, dopo 5 minuti, conduce 9-8. Cremona resta sempre in vantaggio in questa prima frazione, recupera palloni e dopo l’iniziale 7-2 prova ancora a scappare portandosi sul 17-12 a 3’ dal termine e Lino Lardo decide che è il caso di parlarci sopra.

Esce bene da questo Time Out Bologna e impatta sul 17 pari, riuscendo poi a effettuare il primo sorpasso sul 19-20 con una bomba di Sanikidze che chiude il primo quarto.

Buona la prestazione di Rowland in questo primo quarto che chiude con il 100% al tiro, 2 rimbalzi e 1 recuperata.

2° QUARTO

Una tripla di Rowland e 2 tiri liberi per un antisportivo sanzionato a Poeta su Pekovic riportano Cremona in vantaggio, ma Bologna non molla e con un brek di 8-4 si riporta in vantaggio.

Drozdov riesce a ritrovare confidenza con il canestro e mette 7 punti filati che riportano Cremona in vantaggio e nuovo Time Out per Bologna sul risultato di 31-28.

Piccolo show tutto targato Milic che regala alcune perle di gioco sia in attacco che in difesa e con 9 punti tiene avanti Cremona, pur con Bologna sempre attaccata (a -2’ dall’intervallo lungo siamo sul 42-38).

Si chiude il secondo quarto con il punteggio di 45-44.

Sul fronte cremonese buona la prestazione sino a questo momento dei lunghi e di capitan Milic (17 di valutazione fino ad adesso, di cui 11 nel solo 2° quarto).

Per la Canadian Solar prova di sostanza per Amoroso, Sanikidze e soprattutto Koponen (pure per lui 17 di valutazione) con un 100% al tiro dal campo (3/3 da 2 e 2/2 da 3).

Come nella partita di andata, le due squadre dimostrano di temersi molto e la posta in gioco, oggi, è molto alta per entrambe. Cremona vuole volare verso un posto play-off che coronerebbe questa splendida stagione e Bologna vuole uscire dal periodo nero in cui si trova e dalle posizioni di play-off, in cui ora si trova, non vuole uscire.

3° QUARTO

Si riparte con gli stessi quintetti di inizio partita e Bologna si dimostra più aggressiva in questo inizio di quarto, piazza un piccolo brek di 4-0 prima che Milic inventi un incredibile gioco alto-basso con Sekulic che riporta Cremona a contatto (47-48).

Cremona sembra aver perso confidenza con il canestro mentre Bologna dimostra di saper ragionare di più e raggiunge un buon vantaggio sul punteggio di 55-62 a -2’ 30”. Nuovo parziale importante per Bologna di 13-2 e le V Nere si portano sul +11 costringendo la panchina Vanoli Braga a chiamare Time Out per riordinare le idee.

Il terzo quarto si chiude con un parziale di 18-5 dopo il pareggio a quota 55: 60-73 il risultato finale con una grande prestazione di gruppo per Bologna sia in attacco che in difesa; 29-15 il parziale di questo quarto tutto costruito negli ultimi 4 minuti, con Winston che in questo quarto piazza 9 punti dopo l’uscita per il 3° fallo di Drozdov e l’ingresso di Formenti che non riesce a contenerlo in difesa.

4° QUARTO

Comincia con la faccia giusta l’ultima frazione la Vanoli Braga che piazza subito un mini-brek di 5-0 che costringe coach Lino Lardo a chiamare Time Out per non permettere a Cremona di rientrare in partita.

Altra tripla di Drozdov e Cremona torna a 2 possessi di distacco (68-73) ma Bologna risponde subito con un altro brek di 7-2 e si riporta a +10 sul punteggio di 70-80.

Nuovo massimo vantaggio per Bologna a -3’ 40” sul punteggio di 74-86 in un’ambiente riscaldato da alcune decisioni arbitrali dubbie; Bologna in questo frangente si dimostra più presente mentalmente su entrambe i lati del campo.

Prova a cambiare intensità in difesa Cremona ma è sempre Bologna a controllare il ritmo del gioco, sfruttando tutti i 24 secondi a disposizione per l’azione e cercando sempre la soluzione migliore. A -1’ 17” il tabellone dice -10 per Cremona (83-93).

Si chiude la partita con il risultato di 88-95 con Cremona che, incredibilmente, nell’ultimo minuto rinuncia a difendere aggressiva come invece richiedeva coach Mahoric, lasciando secondi preziosissimi a Bologna che porta a casa questo importante risultato.

Come lo scorso anno, Bologna viene a Cremona e vince, quest’anno piazzando addirittura 95 punti sul campo di quella che era una delle difese più forti del campionato. Buono l’apporto della panchina per Bologna che porta 23 dei 95 punti, ma è soprattutto in area dove si è decisa la partita: Bologna infatti ha messo 50 punti dal pitturato, contro i 38 di Cremona. Uomo partita, per Bologna, sicuramente Koponen che in cabina di regia ha giostrato al meglio i compagni e nei momenti decisivi ha trovato tiri precisi che hanno spezzato le gambe ai tentativi di rientro di Cremona.

DALLA SALA STAMPA

Vanoli Braga Cremona – coach Tomo Mahoric: “Bologna ha giocato meglio di noi questa sera, soprattutto in difesa, riuscendo a segnare anche 95 punti. Abbiamo perso nonostante siamo riusciti a segnarne 88. C’è stato un momento difficile con la sostituzione di Drozdov per il 3° fallo. L’assenza di D’Ercole ci ha costretto a rivedere le rotazioni, ho provato a mettere Cinciarini e Formenti in regia al posto do Rowland ma non è servito. Il primo quarto è stato più organizzato in difesa, nel secondo quarto abbiamo avuto in po’ di confusione della precisione al tiro. La partita però è stata persa soprattutto in difesa e nel finale, nonostante abbia chiesto aggressività, non sono stati commessi falli. Molto buona la prova di Koponen che ha trovato buoni tiri anche all’ultimo secondo dell’azione.”

CANADIAN SOLAR BOLOGNA – coach Lino Lardo: “Dopo 4 sconfitte venivano a Cremona dove sapevamo essere un campo molto difficile con una squadra molto in forma e con grande pressione addosso, vista anche la prossima trasferta a Siena. Oggi abbiamo dimostrato più carattere e lucidità rispetto alle precedenti prestazioni e siamo riusciti a segnare 95 punti. Terzo quarto sicuramente determinante nell’economia della partita per quanto riguarda i punti, ma sono stati soprattutto i primi 2 quarti in cui abbiamo giocato bene, abbiamo difeso e non ci siamo lasciati prendere dalla frenesia restando sempre a contatto che ci hanno poi permesso di vincere la partita, insieme alle buone percentuali al tiro che abbiamo ottenuto. Speriamo di essere usciti da questo tunnel e di aver recuperato quella personalità che ultimamente ci mancava.”

I TABELLINI

VANOLI BRAGA CREMONA

Rowland 21, Cinciarini 0, Sekulic 9, Formenti 3, Perkovic 11, Milic 20, Antonelli 0, Foster 10, Drozdov 14, Conti n.e., D’Ercole n.e, Lottici n.e.

Tiri da 2: 24/42; Tiri da 3: 9/23; Tiri Liberi 13/16; 31 Rimbalzi; 5 Stoppate; 15 Perse; 15 Recuperate; 13 Assist;  96 Valutazione Lega.

CANADIAN SOLAR BOLOGNA

Rivers 23, Koponen 15, Poeta 8, Homan 15, Winston 11, Sanikidze 11, Martinoni 0, Gailuis 4, Amoroso 8, Donati n.e., Fabiani n.e., Bottioni n.e.

Tiri da 2: 31/55; Tiri da 3: 8/16; Tiri liberi 9/11; 36 Rimbalzi; 2 Stoppate; 15 Perse; 16 Recuperate; 8 Assist; 107 di valutazione lega.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy