Varese sconfigge Roma, ma che rischio!

Varese sconfigge Roma, ma che rischio!

In un match valido per la 23esima giornata del campionato di A1, arriva al PalaWhirlpool di Masnago la Lottomatica Roma di coach Filipovski. La classifica vede le due compagini appaiate a quota 20 punti e in piena lotta per guadagnarsi un posto valido per disputare i playoff ed è per questo motivo che il PalaWhirlpool è gremito e rumoroso come in poche altre occasioni in questa stagione. Inoltre le sconfitte di Pesaro, Cremona e Sassari permettono alla vincente di questa gara di raggiungere Treviso e Caserta a quota 22 e di avere così un posto momentaneo tra le prime 8. Per Varese in campo il nuovo arrivato Serapinas, che aveva giocato già a Bologna; per Roma ci sono Vitali e Gigli, ma non scendono in campo Giachetti e Crosariol. Prima della partita ovazione del pubblico varesino per la leggenda Corny Thompson.

Nel primo quarto è la Lottomatica che parte col piede sull’acceleratore e Dasic e Washington permettono agli ospiti di portarsi sul 0-6. Varese comincia a partire in contropiede il più possibile ed in una di queste occasioni Kangur a rimbalzo subisce un colpo in testa ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Un canestro e fallo di Slay pareggia la partita (6-6). Roma continua ad essere più consistente e l’ingresso di Gordic dà nuova linfa all’attacco di Filipovski: i canestri di Washington, Dasic, Traoré e dello stesso Gordic forzano un parziale 8-0 (10-16). Una tripla dall’angolo di Fajardo riporta Varese sotto, ma, con molta fortuna, Dasic risponde dalla stessa distanza. Rannikko con tre secondi sul cronometro tira da metà campo senza arrivare al ferro, Fajardo prova il tap-in, ma senza successo; 15-19 il risultato della prima frazione di gioco.

Due liberi di Rannikko e una tripla di Goss portano in vantaggio i biancorossi, che, dopo un gran canestro di Datome, ritrovano il vantaggio con Kangur , rientrato nell’intervallo con una vistosa fasciatura alla testa (22-21). Dopo un canestro di Fajardo, Gordic pareggia dall’arco, poi per Roma è buio: Varese piazza un parziale 8-0 (32-24). Righetti, l’ex della partita, si prende diverse responsabilità e in entrata trova un bel canestro con il fallo di Traoré. Goss mette undici punti tra le due squadre, poi Washington segna due tiri liberi. Con tre secondi da giocare, Stipcevic si mangia il campo e appoggia al vetro. 39-28 per Varese all’intervallo lungo. Da tenere in considerazione l’impatto difensivo di Varese con e senza Slay in campo: con Ron sul parquet, Varese ha subito, nel primo quarto, 4 punti da Traoré e 11 da Dasic; senza Slay, sia Dasic sia Traoré hanno chiuso il secondo quarto con 0 punti segnati.

È Dasic il giocatore più scatenato di Roma anche all’inizio del terzo quarto: sono i suoi canestri che permettono alla Lottomatica di affacciarsi a ripetizione sotto la doppia cifra di svantaggio (45-37). Ma la squadra di Recalcati sembra determinata a portare a casa la vittoria e piazza un altro parziale con sei punti consecutivi di Slay; una tripla di Goss dà il +13 ai biancorossi e poco dopo arriva il massimo vantaggio con un canestro da tre punti del finlandese Rannikko (57-41). Rannikko replica dalla stessa distanza poco dopo, ma Datome viene dimenticato sull’arco e trova il suo unico canestro da tre punti nell’intero match. Il risultato è sul 60-48 quando suona la sirena del terzo quarto.

Roma si affida al suo giocatore meno pericoloso fino a quel momento, Charles Smith (0 punti nei primi tre quarti di gioco), che segna subito dall’arco all’inizio del quarto quarto (62-51). Stipcevic segna un meraviglioso canestro in penetrazione e Varese trova un nuovo +16 con una tripla di Alex Righetti, ma Smith trova un’altra tripla (67-54). Stipcevic trova un’altra penetrazione vincente e dopo una persa di Gordic, Rannikko sbaglia da tre; il rimbalzo è di Varese, ma Fajardo perde palla e cerca di recuperarla da terra, urtando Washington: per Ramilli è fallo antisportivo ed è la prima di una serie discutibile di chiamate che permettono a Roma di rientrare. Washington segna un solo tiro e Dasic sbaglia la tripla nel possesso conseguente, a rimbalzo si avventano Washington e Slay e Lamonica fischia un fallo tecnico al lungo varesino. 0/2 per Gordic e poi canestro di Traoré (69-57). Nel possesso successivo, fallo in attacco fischiato a Goss tra le perplessità di tutti i presenti; una tripla di Smith permette a Roma di accorciare ulteriormente lo svantaggio. Gordic trova il -7 da sotto, poi Smith sbaglia da tre in transizione, ma Washington da dietro deruba Rannikko e serve nuovamente Smith, che stavolta trova il fondo della retina (71-67). Stipcevic serve Slay sotto canestro per il +6, poi Roma si riporta a -1 con due liberi di Dasic e una tripla di Gordic. Goss trova il +3 in penetrazione, poi Smith da lontanissimo sbaglia la tripla del pareggio e Dasic commette un antisportivo su Fajardo lanciato a canestro. Lo spagnolo fa 1/2 dalla lunetta e Kangur sbaglia, Washington trova il canestro dalla media distanza (76-74). Inizia la serie di tiri liberi di fine gara: Stipcevic fa 2/2, Gordic 1/2 (78-75). Stipcevic fa un altro 2/2, ma Washington riapre la partita dal perimetro (80-78). A questo punto, Ramilli s’inventa un altro capolavoro di una partita arbitrata in maniera disastrosa e appioppa un antisportivo alla Lottomatica che cercava di fermare il cronometro: 2/2 di Stipcevic e, nel possesso successivo, il croato di Varese è spinto da Gordic, a cui viene fischiato un altro antisportivo. Gordic impazzisce, Dasic incrocia ironicamente le braccia sopra la testa in direzione della terna, ma gli arbitri, consapevoli di aver rovinato completamente quella che altrimenti sarebbe stata una bella partita, non se la sentono di macchiare ulteriormente la loro prestazione con un tecnico per proteste giustificate. Il 2/2 di Stipcevic chiude la partita sul risultato di 84-78. Varese è settima.

Pagelle e tabellini:

Cimberio Varese: Demartini 6 (0p), Goss 7 (18p), Mian n.e., Rannikko 6,5 (10p), Righetti 6,5 (12p), Galanda s.v. (0p, 6’), Bernardi n.e., Kangur 6,5 (7p), Serapinas 6 (0p), Fajardo 6 (6p), Stipcevic 8 (14p), Slay 6,5 (17p).

Lottomatica Roma: Giachetti n.e., Gigli 5 (0p), Smith 6,5 (12p), Tonolli n.e., Washington 6 (12p), Vitali 5 (0p, 4’), Crosariol n.e., Traoré 6 (12p), Datome 6,5 (11p), Gordic 5,5 (11p), Dasic 7 (20p).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy