Varese vince con difficoltà

Varese vince con difficoltà

Commenta per primo!


Superata la pausa per la Coppa Italia, torna il campionato di Serie A e la prima sfida è quella del PalaWhirlpool di Masnago tra Cimberio Varese e Benetton Treviso. La Benetton ha 16 punti in classifica e ha vinto tre delle ultime sei partite, ma non vince in trasferta dal 18 dicembre, quando uscì coi 2 punti dal PalaSerradimigni di Sassari. Varese è poco dietro con 14 punti, ma ha subito nove sconfitte nelle ultime dieci giornate e non vince dal derby con Cantù del 16 gennaio. Si tratta di una sfida interessante dal punto di vista della classifica, ma lo spettacolo è tutt’altro che garantito. Esordio con la maglia di Varese per il playmaker croato Rok Stipcevic, arrivato in settimana.

Varese parte con Rannikko, Goss, Kangur, Fajardo, Slay; Treviso risponde con Markovic, Gentile, Smith, Motiejunas, Brunner. La partita ha un inizio scoppiettante e le squadre si rispondono colpo su colpo; Treviso trova due triple con Motiejunas e Gentile (8-8). È Treviso a tentare il primo allungo portandosi a cinque punti di vantaggio con il canestro di Smith e il gioco da tre punti di Gentile (10-15). Varese ricuce subito lo strappo e, dopo aver pareggiato con Goss, trova anche il vantaggio con due liberi di Kangur (19-17). Stipcevic, appena entrato, ha subito modo di trovare i suoi primi punti varesini dalla lunetta. Treviso trova il pareggio con Brunner e, nell’azione finale del primo quarto, Markovic porta in vantaggio la Benetton. 21-23 alla fine della prima frazione di gioco.

Una tripla di Damien Ryan apre il secondo quarto e, dopo un libero segnato da Brunner, Stipcevic trova anche il primo canestro dal campo della sua carriera italiana, appoggiando al vetro con il fallo (27-24). Dopo un paio di minuti di vuoto e di palle perse, Varese si allontana coi canestri di Slay e ancora di Stipcevic (31-24). Treviso riesce a reagire e a portarsi addirittura in avanti con un fulminante parziale 9-0, merito dei canestri di Devin Smith e Donatas Motiejunas. L’equilibro prosegue quasi fino alla fine, quando una tripla di Alex Righetti permette a Varese di arrivare all’intervallo sul risultato di 39-35.

Treviso continua a perdere palloni, sbagliando anche le cose più facili. Varese ne approfitta, ed è soprattutto Slay ad esaltarsi e a permettere ai padroni di casa di costruire un vantaggio consistente. Dopo un canestro dello stesso Slay, Alessandro Gentile accorcia le distanze dalla lunga distanza (47-43). Treviso non riesce a costruire molto e, dopo una tripla di Hrvoje Peric, comincia la fuga varesina: cinque punti di Kangur seguiti da un canestro da tre punti di Damien Ryan e subito dopo canestro di Slay (59-46). È, poco dopo, un canestro da tre punti dello stesso Slay a regalare a Varese il massimo vantaggio (62-48). Il terzo quarto si chiude sul risultato di 64-54.

Nel quarto quarto succede poco o niente: Varese si riporta avanti di quattordici, ma due canestri di Smith riportano Treviso a meno dieci. Poi entrambe le squadre cominciano a sbagliare l’impossibile, addirittura Treviso riesce a sbagliare, nella stessa azione, tre tiri da tre (due tentati da Markovic) e a prendere tre rimbalzi offensivi, salvo poi perdere palla per un’infrazione di passi di Brunner. Anche gli arbitri sembrano addormentarsi quando, sempre in una azione, non fischiano un paio di falli a rimbalzo, per poi sanzionare un contatto veniale che permette a Smith di realizzare un canestro e fallo (70-63). Il disastro continua anche nei due minuti finali, con le squadre che veramente sembrano non sapere come fare a segnare. Addirittura Treviso, sul 72-65, affida il tiro da tre per una difficile rimonta a Greg Brunner, che sbaglia malamente. Il risultato finale è di 74-68 per Varese, ma è una vittoria che certo non convince e si ha l’impressione che, una qualsiasi squadra che non fosse Treviso, questa sera avrebbero tranquillamente sconfitto la Cimberio. Da segnalare che Treviso ha catturato 40 rimbalzi contro i 26 di Varese, ma ha anche perso 28 palloni.

Pagelle:

Cimberio Varese: Demartini n.e., Goss 5,5 (4p), Mian n.e., Rannikko 5,5 (6p), Righetti 6 (3p), Galanda 5 (0p), Ryan 6 (8p), Kangur 7 (13p), Bernardi n.e., Fajardo 6 (8p), Stipcevic 6,5 (7p), Slay 8 (25p)

Benetton Treviso: Repesa n.e., Cazzolato n.e., Smith 6 (20p), Markovic 4,5 (2p), Skinner 4 (0p), Bulleri 5 (0p), Motiejunas 6,5 (12p), Gaspardo n.e., Gentile 6 (11p), Peric 5 (7p), Wojciechovski s.v. (0p in 4’), Brunner 7 (16p)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy