Venezia di rimonta: espugnato il PalaSerradimigni di Sassari

Venezia di rimonta: espugnato il PalaSerradimigni di Sassari

di Alessandro Sanna

Nell’anticipo serale della settima giornata di Regular Season di LegaBasket l’Umana Reyer Venezia espugna il difficile campo del PalaSerradimigni per 83-86. In un match comandato dai sassaresi per quasi tre periodi i lagunari sono tornato prepotentemente sotto nel finale di terzo quarto quando hanno preso in mano la partita grazie alle triple e ai punti degli scatenati Daye, Haynes e Tonut. Le premesse del match, dopo i primi due periodi, non lasciavano trapelare dubbi sull’esito di un match che sembrava in mano dei sardi, ma un finale tutto cuore e pazienza ha regalato agli ospiti una grande serata e una grande vittoria. Per i sardi non sono bastate le solite prove superlative di Bamforth, Polonara e Petteway.

1° QUARTO:

Pronti via ed è subito 4-0 Sassari grazie ai primi punti del match di Thomas e Bamforth. Venezia risponde al colpo iniziale con un controparziale di 5-0 che riporta avanti i lagunari complici Vidmar e Haynes. La Dinamo non patisce il colpo e risponde grazie alle giocate di Petteway e Cooley che valgono il nuovo sorpasso isolano. Venezia ci prova solo dai 6.75 ma l’imprecisione premia i sardi che rispondono con un parziale di 13-0 firmato Cooley, Gentile e Petteway che manda in visibilio il PalaSerradimigni chiudendo il quarto sul 23-11. Da segnalare il 3/13 da 3 per Venezia.

2° QUARTO:

Watt risveglia la Reyer dal torpore duraro mezzo quarto con un canestro dalla lunetta, Polonara risponde, De Nicola piazza la bomba, ma Sassari non si scompone rispondendo con Smith dalla media (27-17). I lagunari rialzano la guardia e grazie al parziale firmato da Tonut (8-2) complice un tecnico a Bamforth, Venezia trova il clamoroso -3 (28-25). Nella seconda metà del tempo il copione torna a recitare “Sassari” con Venezia ancora imprecisa da 3 e Sassari brava a concretizzare grazie allo scatenato Petteway (9pt) che concretizza il vantaggio e chiude il tempo 40-33.

3° QUARTO:

Dopo il riposo lungo è Venezia a tornare sul parquet con maggiori motivazioni e una grande vena realizzativa dell’ex di turno Haynes. L’antisportivo di Bramos sembra spianare la strada a Sassari, ma Giuri, Watt e Tonut non perdonano e riportano prepotentemente i lagunari sotto (54-50). Momenti concitati quando vengono fischiati due falli tecnici a Petteway e Watt rei di aver esultato in maniera provocatoria nei confronti dell’avversario. Il copione però non cambia e un Haynes scatenato con 8 punti di fila trova il primo sorpasso ospite sul 54-55. Esposito chiama timeout, ma al ritorno sul parquet è ancora Venezia a trovare la bomba con Haynes. Nel finale c’è tempo per il momentaneo pareggio di Polonara, reso però vano dal canestro di Tonut che chiude il tempo 60-62 per la Reyer.

4° QUARTO:

Il quarto periodo si apre con un primo break di Venezia che vuole subito mettere il punto esclamativo grazie all’ottima vena realizzativa dei suoi fuori dall’area: Biligha, Bramos e Watt mandano in visibilio il pubblico ospite con un parziale che vale il massimo vantaggio +7 (62-69). Sassari non si scompone e si attacca ai punti dell’ottimo Polonara che impatta il -5 che costringe De Raffaele al timeout.

Bamforth prova a dare la scossa ai suoi con una bomba importante che vale il -5, Thomas impatta la schiacciata del -3 e in un Amen Sassari torna sotto a 2.40 dalla fine. La Dinamo però torna subito sulla terra grazie al controparziale di 4-0 di Daye e Watt che riportano a +7 i lagunari e costringono Esposito al timeout. Nel finale Bamforth tenta il miracolo con 2 bombe di fila che avvicinano Sassari fino al -1, ma un glaciale Haynes chiude i conti dalla lunetta regalando a Venezia il successo. Finisce 83-86.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari:

Spissu 2, Smith 12, Bamforth 15, Petteway 16, Devecchi 0, Magro 1, Pierre 0, Gentile 6, Thomas 4, Polonara 15, Diop n.e., Cooley 12.

Coach Vincenzo Esposito

Umana Reyer Venezia:

Haynes 15, Stone 0, Bramos 9, Tonut 13, Daye 21, De Nicolao 3, Vidmar 6, Jercovic n.e., Biligha 2, Giuri 7, Cerella 9, Watt 10.

Coach Waler De Raffaele

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy