Venezia “risponde” ad Avellino: Torino cade rovinosamente al Taliercio

Venezia “risponde” ad Avellino: Torino cade rovinosamente al Taliercio

La Reyer sconfigge l’Auxilium 89-70 grazie ad una solida prova collettiva e si riprende il secondo posto in coabitizione con gli irpini: top scorer dell’incontro Peric (17 punti).

Commenta per primo!

MESTRE (VE) – Poche difficoltà per l’Umana Reyer di coach De Raffaele che si sbarazza facilmente della Fiat Auxilium per 89-70. Una partita che ha visto Venezia prendere il largo fin dalle prime battute di gioco; dopo un tentativo di recupero ospite (concretizzatosi ad inizio terzo quarto), la Reyer ha spento ogni velleità al team di Vitucci disputando un sensazionale terzo periodo da 36 punti complessivi (13/17 al tiro). Per l’Umana, in doppia cifra, ben cinque giocatori (Peric, McGee, Ejim, Viggiano e Bramos).

Diverse assenze per entrambe le compagini: in casa Reyer sempre out Tonut e Hagins, ai quali si aggiunge Batista, quest’ultimo ancora alle prese con un fastidio muscolare al polpaccio; per quanto riguarda la Fiat, oltre al solito White, è rimasto a Torino anche Mazzola (distorsione alla caviglia). Hollins, neoacquisto dell’Auxilium, sarà disponibile dalla prossima settimana.

Parziale equilibrio nella prima metà del primo quarto: Vitucci, al 6’, chiama timeout dopo la tripla di McGee e il canestro di Peric (10-7 al 6’). Prosegue il buon momento per gli orogranata che incrementano il break fino ad un complessivo 20-2 che tramortisce la Fiat: la tripla di Stone, allo scadere, fissa il punteggio sul 25-9 al 10’.

Torino appare stordita anche in avvio di secondo periodo: Peric trascina i suoi fino al +19 (31-12 al 13’). Si accende Wilson, la Fiat reagisce e prova a riaprire la partita (36-27 al 17’). La Reyer sbatte ripetutamente contro la difesa dell’Auxilium e non riesce più a muovere lo score; l’Auxilium, grazie al buon impatto sulla partita di Cuccarolo e alla precisione di Harvey, ricuce il gap addirittura fino al -1 (36-35 al 20’).

Il sorpasso ospite si concretizza subito con Wilson: lo stesso statunitense, al 23’, dovrà lasciare momentaneamente il parquet per una storta alla caviglia (42-39). Senza il suo miglior giocatore, l’Auxilium si spegne improvvisamente. Venezia torna a ruggire e si riprende grazie alle ottime performance dei suoi lunghi Ortner, Peric e soprattutto Ejim (64-47 al 29’). Gli ultimi 80” della frazione sono ancora di marca orogranata: Viggiano e Stone, sfruttando le banali palle perse della squadra di Vitucci, costruiscono un altro mortifero break di 7-0 (71-47 al 30’).

In apertura di ultimo quarto, la Reyer vola sul +27(74-47 al 31’). Torino non alza bandiera bianca: Washington, in collaborazione con Poeta, si prende tutte le responsabilità offensive e la Fiat dimezza il gap fino al -15 (78-63 al 35’) costringendo De Raffaele al timeout. Gli ospiti riescono a tornare a dieci lunghezze di scarto (80-70 al 38’), ma ormai è troppo tardi: Bramos e Peric chiudono definitivamente i conti a 1’49” dalla conclusione (84-70). La tripla di McGee, all’ultimo secondo, fissa il risultato definitivo sull’ 89-70 finale.

UMANA REYER VENEZIA 89–70 FIAT TORINO AUXILIUM (25-9, 36-35, 71-47)

Umana Reyer Venezia
Haynes 4, Ejim 13, Peric 17, Stone 7, Bramos 10, Visconti, Battiston, Filloy 2, Ress 2, Ortner 8, Viggiano 10, McGee 16. All.: De Raffaele

Fiat Torino Auxilium
Wilson 12, Harvey 13, Wright 4, Parente, Alibegovic 4, Poeta  12, Cuccarolo 8, Washington 15, Okeke 2, Vitale. All.: Vitucci

MVP BASKETINSIDE.COM: Hrvoje Peric (17 punti, 8/12 al tiro, 5 rimbalzi, 5 falli subiti).

Arbitri: Seghetti, Di Fàrancesco, Calbucci

Fotogallery a cura di Giacomo Martines

Deron Washington

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy