Waters illumina Cantù, Pesaro va al tappeto

Waters illumina Cantù, Pesaro va al tappeto

Debutto positivo del nuovo playmaker canturino, che mette subito il proprio timbro nella prima vittoria stagionale in cui spicca il solito Pilepic.

14694775_10210914929739691_1332915300_n

Quattordici punti, sette assist ma soprattutto quella presenza fondamentale mancata nella trasferta di Brescia dove Kariniauskas non era riuscito nel compito di sostituire Dowdell. Il debutto di Dominic Waters davanti ai suoi nuovi tifosi è quello giusto: grazie anche alla prova del suo nuovo playmaker oltre a quella offensiva di un Pilepic formato deluxe, la Red October conquista i primi due punti del proprio campionato superando una spenta Pesaro che a parte il solito Jones e qualche fiammata di Thornton ha avuto decisamente poco dal resto della squadra. Kurtinaitis pu0′ così sorridere, con i canturini che portano ben cinque giocatori in doppia cifra mettendo le premesse migliori in vista della prossima sfida interna contro Sassari.

Cantù: Kariniauskas-Waters-Pilepic-Callahan-Lawal

Pesaro: Thornton – Fields- Jasaitis – Jones – Nnoko

CANTU’ CI PROVA, MA PESARO E’ A CONTATTO- Cantù dopo due sconfitte consecutive ospita Pesaro a caccia del primo successo stagionale. Pilepic e Lawal aprono subito la contesa dal lato canturino, mentre Pesaro replica con i canestri di Jones e Nnoko ma è il recupero con schiacciata di Fields a timbrare il primo vantaggio ospite sul 7-8. Primi punti anche per il neo arrivato Waters, ma è Pesaro a giocare meglio punendo sistematicamente i troppi errori di Cantù con Harrow e Zavackas a banchettare per il 18-23. Il 2+1 di Kariniauskas riavvicina la squadra di casa, sotto dopo un quarto di due sole lunghezze sul 23-25. Nel secondo periodo Travis e Waters firmano il mini break brianzolo, scrivendo il 31-27 dopo tredici minuti. Bucchi rimette in campo Zavackas, ma una tripla di Pilepic seguita dal canestro di Lawal mette due possessi pieni di scarto sul tabellone. Jones sblocca la Consultinvest, ma Cantù vola via con cinque punti di fila del croato Pilepic che obbligano Bucchi al timeout immediato sul 41-32. A risvegliare i marchigiani sono le folate offensive di Thornton, bravo prima ad andare a segno con una giocata personale poi nel procurarsi l’antisportivo sanzionato a Pilepic che ricuce fino al meno uno con cui si conclude la prima metà di gara sul 41-40.

WATERS E’ GIA’ DECISIVO, CANTU’ CONQUISTA IL SUCCESSO- Dopo la pausa lunga Waters e Lawal provano nuovamente a riallontanare i padroni di casa, ma sono due triple in fila di Pilepic a valere il 54-44. Thornton replica dai 6.75 interrompendo il digiuno bianco rosso, ma Johnson da sotto risponde presente rimettendo la doppia cifra di scarto. Il PalaDesio inizia ad alzare i decibel di tifo, Darden fa più dodici, Bucchi è così costretto a chiamare ancora minuto di sospensione. La Red October amministra però quanto accumulato e a dieci dal termine si ritrova avanti 61-50. Nell’ultimo quarto Waters continua a giocare una gran partita: il numero undici, già a quota 7 sulla casella degli assist, porta il proprio score personale in doppia cifra, mentre Harvey e Ceron lanciano timidi segnali da parte di Pesaro. Botta e risposta tra Harrow e Darden, ma la trama non cambia con la formazione di Kurtinaitis in controllo. Il più undici di Lawal a un minuto e dieci dal termine vale i titoli di coda. La Consulinvest non ne ha più e il PalaDesio puo’ così esultare per la prima vittoria stagionale con il punteggio di 77-68.

MVP BASKETINSIDE.COM: Pilepic

RED OCTOBER CANTU’ – CONSULTINVEST PESARO 77 68

Cantù: Baparapè ne, Parrillo, Laganà ne, Pilepic 17, Waters 14, Callahan 3, Karianiauskas 5, Darden 14, Quaglia ne, Travis 2, Johnson 11, Lawal 11. All. Kurtinaitis

Pesaro: Fields 8, Gazzotti,  Cassese ne, Thornton 13, Jasaitis 2, Ceron 2, Bocconcelli ne, Jones 21, Serpilli ne, Nnoko 6, Zavackas 6, Harrow 10. All. Bucchi

Fotogallery a cura di Alessandro Vezzoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy