White immenso ma non basta, Venezia vince al supplementare

White immenso ma non basta, Venezia vince al supplementare

White domina sotto canestro ma solo nell’area veneziana e Peric tiene a galla i lagunari e con Haynes piega la resistenza di Torino.

Commenta per primo!

Posticipo serale per due squadre che arrivano entrambe da vittorie in trasferta, Torino nella tana della rivale Trento e Venezia che ha espugnato il campo del Kataja in Basketball Champions League. Proprio quei tornei europei che Torino spera di poter frequentare quanto prima. Pubblico numeroso e caloroso come di consueto per questa soirée al Pala Ruffini in una partita che potrebbe avere la chiave di svolta proprio nella profondità del roster dei lagunari e nello strapotere di White sotto canestro forte l’assenza di Hagins tra gli orogranata.
Prima parte di gara dai due volti, primo quarto dominato da un White irreale e un secondo nel quale Venezia è riuscita a contenere la furia dell’Auxilium e ad alzare la pressione sui giocatori di casa.Nella seconda parte incontro equilibrato tra due squadre che hanno mostrato di voler e poter vincere entrambe la partita. Equilibrio confermato nel supplementare con il solo White che segna per la squadra di casa e la Reyer porta a casa i due punti.

QUINTETTI INIZIALI:
TORINO: Wright, Harvey, Washinghton, Wilson, White
VENEZIA: Haynes, Peric, Bramos, Ortner, McGee

LA CRONACA:

PRIMO QUARTO: dopo nemmeno cinque minuti due schiacciate di White scaldano il pubblico, ma sono tre liberi di Harvey a tenere a meno due Torino che beneficia dell’imprecisione dall’arco di Bramos, 9-11 dopo i primi cinque minuti. Poco dopo un’azione che finirà dritta tra le azioni della settimana: Harvey tenta una tripla che balla sul ferro e Washington la corregge con una schiacciata. Sono passati otto minuti e scriviamo il nome del MVP, DJ White è un’onda che travolge qualsiasi avversario e cattura rimbalzi, schiaccia con la forza di un tzunami. 22-15 per Torino a due minuti dalla fine quando il lungo gialloblu costringe Peric ad un antisportivo. L’ingresso di Filloy al posto di uno smarrito Hayes non riesce a dare più lucidità al gioco dei lagunari e il quarto si chiude sul 24-15 a favore della FIAT.

SECONDO QUARTO: Il secondo quarto inizia come era finito il primo con una tripla di Washington ed il dominio incontrastato delle magliette gialle sotto il canestro di Venezia. I lagunari però migliorano le percentuali e trovano un parziale di 12-8 che costringe Vitucci a chiamare time out. Qualche incertezza di troppo di Alibegovic aiuta gli orogranata a riportarsi sotto e Filloy firma il sorpasso 32-33 costringendo Poeta agli straordinari con sei punti in successione. A quattro minuti dalla fine Fiat è avanti 39-33 grazie alla grande prova del suo capitano. Due palle rubate da Hayes e Peric riportano in parità Venezia, in appena trenta secondi, sul 39-39. Venezia approfitta di una rivale innervosita e imprecisa e recuperando i 9 punti persi nel primo quarto. 44-44 nell’intervallo lungo.

TERZO QUARTO: Ci vogliono più di due minuti per vedere il primo canestro, di Hayes, White e Harvey sembrano avere iniziato il secondo tempo con la giusta mira e infilano in due 10 punti in cinque minuti portando Torino al 54-53 a quattro minuti dalla fine del quarto. Quando una tripla di Wright allunga ancora il punteggio di una partita che sembra procedere a folate. Ejim sfida con una tripla ed Harvey la raccoglie con un tiro da tre che porta il risultato sul 62-58 a 2 minuti dal termine del quarto. Si va a giocare l’ultimo quarto con Torino in vantaggio 67-65.

QUARTO QUARTO: Mazzola allontana la virgola dal suo tabellino, ma le due squadre sembrano intenzionate a proseguire appaiate l’incontro con due punti di distacco quando a sette minuti dalla fine della partita viene fischiato un antisportivo a White per un fallo su Ejim. Venezia approfitta e si porta sul 74-71 in suo favore costringendo Vitucci a chiamare un time out e ci pensa Mazzola, tra le proteste del pubblico per le discutibili decisioni arbitrali, a tenere a galla Torino assieme ad un Washington ispirato. Cinque minuti dal termine e Peric e compagni sono 78-75 su Torino che comincia a sentire nervosismo. Mancano tre minuti sul 78 pari Mazzola trova una tripla che alza i decibel del palazzetto. Rush finale con Poeta e White in campo contro Peric e Filloy. 41 secondi alla fine e Reyer conduce di un punto e in uscita dal time out Deron Washington sigla una tripla con la quale si entra negli ultimi 30 secondi con l’ennesima situazione di parità sugli 84 punti. Partita consegnata agli overtime dalla stoppata di Wilson su Ejim.

SUPPLEMENTARE: a metà supplementare è vantaggio 86-84 grazie all’unico canestro di White e solo lui sembra essersi ricordato come si fa canestro con un parziale di 4-0 a 109 secondi dalla fine. Haynes a 25 secondi trova la tripla che riporta avanti Venezia 92-90.

FIAT Torino – Umana Reyer Venezia 90-93 (24-15 / 20-29 / 23-21 / 17-19 / 6-8)
MVP Basketinside: Peric, 23punti, 31 di valutazione, 58% da 2, 11 rimbalzi

TORINO: Wilson 7, Harvey 12, Wright 7, White 23, Parente ne, Alibegovic, Poeta 12, Washington 22, Okeke ne, Fall ne, Mazzola 7, Vitale ne. – All. Francesco Vitucci
VENEZIA: Haynes 15, Ejim 12, Peric 23, Bramos 5, Tonut ne, Visconti ne, Filloy 12, Ress , Ortner 6, Viggiano 11, McGee 9. – All. Walter De Raffaele

Paolo Valezano

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy