A1 – Le Mura riparte da Diamanti e dal quintetto

Alla conferma, prevista, del coach si aggiunge quella meno scontata di tutte le giocatrici dello starting five, alcune delle quali inseguite da altri club. Lucca non parteciperà a competizioni europee

Commenta per primo!

Il Basket Le Mura riparte da Mirco Diamanti e dal quintetto che ha regalato grandi soddisfazioni nella stagione appena conclusa. E se il fatto che il coach restasse sulla panchina biancorossa per l’undicesima stagione consecutiva poteva apparire scontato, non lo era la possibilità della società di trattenere le cinque giocatrici dello starting five, ovvero Francesca Dotto, Martina Crippa, Julie Wojta, Jillian Harmon e Kayla Pedersen. Quelle che sono state le protagoniste fino alla finale scudetto, senza peraltro dimenticare le altre ragazze del gruppo, compresa Nene Diene, costretta da un grave infortunio a seguire da fuori la seconda parte della stagione.

Per qualcuna di loro c’era, c’è, l’interessamento di vari club, anche fuori dai confini nazionali, ma tutte hanno deciso di restare. “Perché non c’è stata una sola volta durante la stagione che mi sia pesato entrare in palestra per l’allenamento”, ha detto una di loro, a conferma di quanto lo spirito di gruppo e il clima che si è creato nel team sia stato fondamentale per il buon andamento del campionato.

In secondo luogo va considerato il fatto che le possibilità economiche del Basket Le Mura sono limitate, di gran lunga inferiori rispetto a quelle di altre società. Chi viene e ancor di più chi resta per una nuova stagione lo fa quindi non tanto per una gratificazione economica, ma per la possibilità di vivere nove mesi in un ambiente particolare e di allenarsi misurandosi con il metodo dello staff del coach di Carrara. Per questo essere riusciti a mantenere a Lucca, tanto per fare due nomi, quella che è stata giudicata la miglior play dell’A1, Francesca Dotto, e la mvp della stagione, Jillian Harmon, viene interpretato come un grande risultato in casa Le Mura.

Coach e quintetto sono quindi già un punto fermo per la prossima stagione, mentre per quanto riguarda la panchina le scelte devono ancora essere fatte. Anche se probabilmente la festa organizzata venerdì sera dalla società con i tifosi rappresenterà il passo d’addio per qualche giocatrice. Sul mercato si dovrà giocoforza operare con oculatezza e questo sembra spazzare via ipotesi fantasiose circolate negli ultimi giorni. Così come appare evidente che il Basket Le Mura rinuncerà a partecipare a competizioni europee, non avendo le basi economiche (e quindi tecniche) per manifestazioni di questo livello.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy