A1 UFFICIALE: Geas si fa il regalo di Natale, firmata Correal

A1 UFFICIALE: Geas si fa il regalo di Natale, firmata Correal

Il Geas si regala per Natale un nuovo centro: la società rossonera ha infatti raggiunto un accordo fino alla fine di questa stagione, con opzione per la prossima con Emily Rose Correal. Nata il 14 ottobre del 1990 a Pittsburg, Pennsylvania, ha trascorso tutti gli anni del college frequentando la William&Mary, Università con sede a Williamsburg nello Stato della Virginia. Centro di 190 centimetri, Emily ha chiuso l’esperienza universitaria con 1349 punti, 839 rimbalzi, 96 assist, 103 stoppate e 108 recuperi. Cifre che le permettono di essere tutt’ora inserita nella Top-10 di tutti i tempi del suo ateneo nella quasi totalità delle voci statistiche. Una volta terminata la carriera al College, Emily, che è in possesso del passaporto italiano, dato che il nonno è originario di Gaeta, ha cominciato la carriera professionistica proprio nel nostro Paese.

Sbarca nella stagione 2013-14 a San Martino di Lupari, nella massima serie, dove chiude a quota 13.9 punti e 9.2 rimbalzi. Si trasferisce quindi in Sardegna per una parentesi nella stagione successiva, prima di volare in Svezia e vincere il titolo da avversaria di Ilaria Zanoni con la maglia di Lulea.

L’inizio di questa stagione la vede in Svizzera, con la maglia di Friburgo, squadra con la quale ha ben figurato in Eurocup, finendo a quasi 9 punti e 6 rimbalzi di media in 28’ di impiego. Correal ha fatto anche il suo esordio con la Nazionale Maggiore nel marzo 2014, totalizzando 9 presenze. La voglia di tornare nel suo Paese di origine e di tornare nel nostro massimo campionato ha fatto sì che accettasse la proposta di vestire il rossonero.

“Non vedo l’ora di tornare in Italia – dice dall’America dove sta trascorrendo le Feste in famiglia – perché è un Paese cui sono molto legata perché rappresenta una parte importante nella storia delle mie origini. Ho cominciato lì la mia carriera professionistica e non vedo l’ora di mettermi a disposizione di coach Cinzia Zanotti e lavorare con le mie compagne, alcune delle quali le conosco già. Con Maria Laterza, ad esempio, ho condiviso l’esperienza in maglia azzurra e mi ha detto che troverò un grande ambiente”.

“In primo luogo – afferma il DS Flavio Suardi – vorrei sottolineare l’ulteriore sforzo del Presidente Mario Mazzoleni per rafforzare ulteriormente un roster che ha vissuto, purtroppo, diverse vicissitudini nella prima parte della stagione. Sono convinto che possa rappresentare l’addizione giusta per completare il nostro roster e che ci potrà dare man forte nella corsa a quello che sarebbe il nostro scudetto, ovvero la salvezza”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy