A2: Ancona, in prova due straniere

A2: Ancona, in prova due straniere

Commenta per primo!

Guarda oltre confine il Basket Girls che a una settimana dal raduno di inizio preparazione previsto per domenica 30 agosto annuncia che il gruppo affidato al neo coach Giuseppe Caboni sarà infoltito da due ulteriori elementi che verranno valutati nel primo periodo di preparazione in previsione di un loro eventuale inserimento definitivo nel roster.

Aggregate quindi alle biancorosse saranno l’esterna polacca Paulina Adamowicz e la statunitense in possesso di passaporto tedesco Selina Carola Archer. Il regolamento della Serie A2 prevede soltanto un tesseramento per ogni squadra di giocatrici provenienti dall’estero pertanto sarà compito di Caboni e del suo staff valutare le due ragazze e, trattandosi di due ruoli diversi, sceglierne una a seconda delle esigenze evidenziate durante il primo periodo di preseason.

Nata a Poznan il 19 febbraio 1991, Paulina Adamowicz è una guardia di 173 cm ha giocato gli ultimi tre anni nella Serie A1 polacca con il Lider Swarzedz nella stagione 2012/2013 (9 minuti e 3 punti di media) e in quella seguente (10 min e 2.7 ppg). Nell’ultima annata sportiva ha indossato la maglia del Poznan City Center Azs vedendo lievitare il minutaggio a 12’ e rimanendo assestata sui 3 punti di media a uscita. Giocatrice interessante e di buona esperienza in un campionato di Serie A di livello che approda ad Ancona in occasione del programma Erasmus inserito nei suoi studi universitari di Economia Internazionale, e qualora non dovesse essere inserita nel roster di Caboni rimarrebbe ugualmente in biancorosso andando a giocare nella seconda squadra dorica prossima a militare nel campionato di Serie C. La Adamowicz arriverà ad Ancona il 7 settembre e si unirà dunque alle nuove compagne di ritorno dal ritiro di Borgo Pace.

Il volo direttamente dagli USA che trasporterà in Italia Selina Carola Archer è annunciato invece per venerdì 28 agosto. New York-Napoli, poi il trasferimento a Fiumicino e la nuova tratta verso Ancona. La giocatrice americana sarà quindi presente sin dall’inizio degli allenamenti della nuova squadra biancorossa dopo aver firmato un contratto di tre settimane. Nativa di Clermont in Florida la Archer è una lunga di 194 cm con alle spalle ottimi trascorsi ai tempi dell’High School fatto a East Ridge, rendimento che l’ha collocata tra le migliori lunghe dell’intera nazione fino a essere nominata nei migliori dieci prospetti della Florida. Approda al college di Univeristy of Miami. L’anno da freshman è forse al di sotto delle attese soprattutto in termini di cifre ma le sue potenzialità rimangono di alto livello. Arriva così il cambio di ateneo che la porta a St.John’s un trasferimento che la costringe a rimanere ferma per motivi di regolamento NCAA. Nell’ultima stagione, quella da senior, è rientrata in campo trovando però poco spazio nelle rotazioni di coach Tartamella che ha comunque ottima considerazione di una giocatrice che sa imprimere forza su entrambe le estremità del campo grazie alla sua fisicità e presenza in area da autentico centro. Archer arriva in Italia consapevole di essere davanti a un esame da superare in fretta. Tre settimane per convincere Caboni e il Basket Girls che per il centro della Florida Ancona è il posto giusto per spiccare il volo.

Così il DG Piccionne sulle due ragazze che arriveranno in prova . “Abbiamo colto la ghiotta occasione di prendere queste due giocatrici e poterle valutare nelle prime tre settimane di preparazione. Sono due atlete diverse tra loro e sceglieremo chi farà maggiormente al nostro caso dopo aver visto la squadra muoversi sul campo nelle prime sedute di allenamento. La Adamowicz è una giocatrice perimetrale con esperienza in A1 polacca, la Archer ha grande entusiasmo ma soprattutto un fisico da classica lunga in grado di poter sfondare in Europa sfruttando anche il fatto di avere il passaporto tedesco per via della mamma nata in Germania.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy