A2 UFFICIALE: Orvieto firma Cinzia Armenti

Altra giovane in arrivo ad Orvieto.

Commenta per primo!

13754272_1140866805956455_3678378297574574777_nAzzurra Ceprini Orvieto – Cinzia Armenti, 1999,play : “ La mia aspirazione è di arrivare in alto “.Viene dalla Pink Sport Time Bari.

Cinzia Armenti è una cestista che, nella stagione 2016/17, farà parte di Azzurra Ceprini Orvieto. La play, classe 1999 proveniente dalla Pink Sport Time Bari, è atleta che – a discapito della sua giovanissima età – ha le idee molto chiare ed è dotata di grandi valori: “Sono una ragazza”, afferma Cinzia, “che mette al primo posto la famiglia e lo sport, al secondo l’amicizia.. senza tralasciare la scuola che reputo essere “un luogo” di crescita non solo culturale ma anche umano”. Non difetta di sensibilità: “Mi arrabbio molto facilmente se mi sento attaccata o giudicata ingiustamente, ma so essere riconoscente e gentilissima verso chi dimostra rispetto; non nego che le “coccole” e i gesti affettuosi mi colmano di gioia”. Ma è anche attraverso le passioni di una ragazza così giovane ma già così matura che si coglie il suo spessore: “La mia passione più importante, dopo lo sport, è trascorrere il tempo libero con mio fratello. Con lui ho condiviso i momenti più significativi della mia vita, dai più belli a quelli più tristi.. ma l’aspetto più gratificante era, ed è, averlo al mio fianco; avrò molta nostalgia di lui”. Abbiamo chiesto a Cinzia che giocatrice si reputa: “Sinceramente non sono mai stata in grado di valutarmi perché dipende tutto dalla fiducia che gli altri ripongono in me: più mi chiedono, più riesco a dare”. Ma veniamo alla sua nuova avventura ad Orvieto, indubbiamente molto stimolante: “Sarà una sfida per me stessa perché sono ambiziosa e spero di non deludere chi crede in me. Sono SODDISFATTISSIMA di far parte di questa famiglia: è un sogno che si concretizza. La mia aspirazione è di arrivare sempre più in alto. Ho un’unica frase che mi ha sempre spinto ad andare oltre.. nonostante difficoltà, ostacoli e problemi (riguardanti lo sport): NON È QUESTIONE DI TALENTO, È QUESTIONE DI CREDERCI. Questa sarà la frase che mi risuonerà nella testa ogni volta che avrò paura di qualcosa o che vorrò gettare la spugna”.

Uff.Stampa Ceprini Orvieto

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy