A2 UFFICIALE: Sanga Milano, torna Guarneri

A2 UFFICIALE: Sanga Milano, torna Guarneri

Guarneri torna a Milano

Commenta per primo!

Dopo il Pivot Lettone Liga Vente e l’Ala Sara Canova, IL PONTE CASA D’ASTE SANGA MILANO completa un’altra preziosa casella, quella dell’Ala Grande/Pivot con la “lunga” Stefania Guarneri, classe 1995.

Lanciata in serie A proprio dal Sanga Milano, lo scorso anno a Carugate ha giocato 20 minuti a partita, per un totale di 21 presenze, 11 delle quali nello Starting Five. Media punti 6.3 con un ottimo 56% da due, e oltre 5 rimbalzi. Stiamo parlando di una giocatrice “potente” ed “esplosiva”, un’atleta rapida, dalle mani buone, che non ha paura di battersi sotto le plance. Un’altra “guerriera” al servizio di Coach Pinotti, per un Sanga Milano che si presenta ai nastri di partenza con tanta voglia di ripetere, e se possibile migliorare, la straordinaria stagione appena conclusa.

Ma sentiamo direttamente dalle sue parole, il perché di questa scelta.

Ciao Stefania, sappiamo che lo Staff Tecnico di Milano ha una grande fiducia in te e non vede l’ora di lavorare con te sul campo, in preparazione della prossima stagione sportiva…
Si, e ne vado fiera. Ho scelto di giocare al Sanga perché mi sono piaciuti Organizzazione, Progetto e Obiettivi. C’è sintonia nelle scelte e grande attenzione anche individuale per la giocatrice. L’ho sperimentato anche due anni fa, al mio esordio. Milano è una società seria con grandi prospettive e ambizioni. Non temo il mettermi alla prova in nuove Avventure. L’ambiente poi lo conosco già.
Che lavoro fai Stefania?
Sono Disegnatore/Progettista. Un lavoro che svolgo con grande passione e competenza
Cosa ti piace fare quando non lavori e quando non giochi a Basket?
Mi piace rilassarmi con gli Amici
Il titolo di un libro, di una canzone o di un film che ti rappresentano?
– Leggo e ascolto di tutto, ma non mi identifico, preferisco essere una persona in cui gli altri si identifichino.

– Quando e Perché hai cominciato a giocare a Basket?

– In prima media, non volevo più fare nuoto agonistico. Era noioso e io volevo fare uno sport di squadra

– Quali sono i tuoi obiettivi individuali?

– Diventare costante e provare a fare quel salto di qualità di cui ho bisogno, e che so che qui posso fare

– Quale vorresti fosse il tuo valore aggiunto a questa squadra? Come pensi di contribuire?

– La mia principale caratteristica è la “grinta”. Sono una che non molla mai. Spero di contribuire con la mia determinazione e la voglia di non darmi mai per vinta

Conosci le tue nuove compagne?
Solo alcune. Il Capitano Giulia Maffenini per averci giocato insieme, sempre al Sanga, due anni fa. Quando giocavo in doppio tesseramento con Novara. Lo scorso anno ci abbiamo giocato contro molte volte, con Milano, e ho potuto apprezzare la determinazione a vincere di questo gruppo. Imparerò a conoscerle giocandoci insieme. Sono una che dà il massimo, e pretendo il massimo in campo. Ci troveremo Bene.

Uff.Stampa Sanga Milano

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy