Carlotta Gianolla lascia l’Italia e approda alla Kennesaw State University

Un’altra italiana in America. Gianolla passa a Kennesaw State University.

Un’altra italiana sbarca oltre oceano. E’ Carlotta Gianolla, che da poco è ufficialmente una giocatrice della Kennesaw State University. Classe 1997, prodotto della Reyer Venezia, Gianolla rappresenta uno dei prospetti più intriganti delle nazionali giovanili. Dopo aver vinto lo scorso anno il campionato e la Coppa Italia in A3 con Pordenone, dove è stata votata anche come MVP della competizione, Gianolla ha disputato la stagione appena terminata in quel di Castel San Pietro, dove si è messa in luce con la maglia della Magika, sfiorando la promozione nella massima serie (sconfitta in finale vs Broni) e chiudendo con un buonissimo rendimento, come i 9 punti e 5 rimbalzi di media.

Raggiunta telefonicamente, la giocatrice ha confermato la notizia: “Si, posso confermarti che sarà così. L’ho saputo pure io poco fa. In verità un po’ la cosa mi spaventa -racconta con molta emozione -, perché comunque andare oltre oceano lontano da tutti sarà dura! E’ però qualcosa di meraviglioso, non riesco a credere che si sta realizzando il mio sognoMi aspetto tante cose: di lavorare dalla mattina alla sera, di crescere apprendendo ogni insegnamento che avrò a disposizione,  avendo la fortuna di poter abbinare non solo il basket che è lo sport che amo ma anche studiare. Sono cose che ho sempre visto nei film e invece ora è arrivata questa grande occasione. L’entusiasmo, l’euforia e la voglia di far bene stanno a mille!”. Interpellata poi riguardo la sua destinazione, ecco cosa ci ha raccontato: ” Per quanto riguarda la squadra lo staff è completamente cambiato, ma ho già avuto la possibilità di conoscere e parlare con la maggior parte di loro! Sarò allenata da Agnus Berenato, vincitrice anche di un anello a Pittsburg da cui spero di poter imparare un sacco. Una delle vici è invece Sherill Baker, che può vantare un passato notevole come quattro stagioni nella Wnba dove ha indossato la maglia delle New York Liberty, Los Angels Sparks, Indiana Fever e Detroit. Quanto alle compagne saranno tutte americane tranne una ragazza svedese (Alexandra Landby), ma sono tutte simpaticissime dai primi messaggi scambiati! Non vedo davvero l’ora di iniziare“. 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy