C’è la Turchia nel futuro di Gyntare Petronyte e Yvonne Anderson

C’è la Turchia nel futuro di Gyntare Petronyte e Yvonne Anderson

C’è la Turchia nel futuro di due delle protagoniste dell’ultima Serie A1 Femminile. Due destini incrociati, in quella che tra tutte le serie di playoff ha spiazzato pubblico e addetti ai lavori, Napoli e Torino salutano le loro giocatrici di punta: Gyntare Petronyte e Yvonne Anderson.

Commenta per primo!

C’è la Turchia nel futuro di due delle protagoniste dell’ultima Serie A1 Femminile. Due destini incrociati, in quella che tra tutte le serie di playoff ha spiazzato pubblico e addetti ai lavori, Napoli e Torino salutano le loro giocatrici di punta: Gyntare Petronyte e Yvonne Anderson.

Il pivottone lituano ex Taranto e Athinaikos, che grazie alla Dike ha raggiunto cifre da capigiro soprattutto in campionato (terza miglior marcatrice a 19.5ppg e sesta miglior rimbalzista con 10 carambole a partita), si accasa al Mersin BSH Bld, semifinalista lo scorso anno e qualificata per la prossima Eurocup. La Petronyte ritorna così in una lega che l’ha già vista protagonista in due stagioni: più di recente due anni fa all’Homend Antakya Belediyesi (10-5 ppg con 4.5 rpg in 26 partite, 11.0 ppg con 5.3 rpg in Eurocup), ma prima ancora al Galatasaray, nel 2011, con cui conquista anche la coppa di lega.

Ma a proposito di Galatasaray: proprio la formazione di Eurolega, delusa da una stagione avara di risultati (uscita choc ai quarti di finale in campionato dopo due titoli consecutivi, fuori dall’Eurolega sempre ai quarti per mano dell’Ekaterinburg), inizia a ricostruirsi ripartendo dall’esterno 26enne di Texas, grande vedette con la maglia della Fixi Piramis. Archiviate le prime due esperienze fuori dall’America in Australia e Lussemburgo, l’esterno si è definitivamente messo in luce sui campi di un campionato competitivo: 19.5 ppg con 4.8 rpg e ben 3.4 recuperate, tra le sue mani sono passati canestri che, dopo oltre 30 anni, hanno riconsegnato le piemontesi tra le prime otto squadre d’Italia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy