Interviste Basketinside: Costanza Giorgi si racconta

Interviste Basketinside: Costanza Giorgi si racconta

Dopo tanti campionati importanti in A2 Costanza Giorgi aveva deciso di prendersi una pausa di riflessione dal Basket giocato. Partita a 15 anni da casa direzione Pontedera, il centro lucchese ha sempre dato il suo contributo in ogni squadra nella quale ha militato, non ultima la Virtus Cagliari nella quale è stata protagonista nella seconda parte dell’ultima stagione.

Costanza cosa significa scegliere di andar via di casa a 15 anni per giocare?

“Pontedera è stata la mia prima esperienza importante. Sono stata lì da quando avevo 15 anni per ben quattro stagioni ma il mio primo vero campionato da protagonista l’ho disputato a La Spezia, in serie B dove al termine di una straordinaria cavalcata abbiamo perso la finale decisiva per salire in A2”.

Dopo La Spezia sei tornata in Toscana per giocare a Siena in A2, cosa è successo quella stagione?

“A Siena purtroppo non ho potuto dare il mio contributo perché a causa di un incidente stradale ho perso l’intera stagione. Mi ritengo però molto fortunata perché poteva andare molto peggio visto che sono svenuta quando ero alla guida da sola. Per fortuna sono ancora qui”.

Dalla Toscana alla Sardegna una lunga esperienza sull’isola che inizia ad Alghero

“Alghero è stata la scelta più bella che abbia mai fatto nella mia carriera cestistica. Ho passato quattro anni fantastici, per il gruppo, l’ambiente, il pubblico. Davvero tutto. Ho un ricordo straordinario che rimarrà indelebile per sempre nella mia memoria”.

Quest’anno ti sei rimessa in gioco trasferendoti a Santa Marinella, squadra neopromossa: come mai questa scelta?

“Ho scelto Santa Marinella perché era una neopromossa che aveva deciso di puntare sul gruppo della stagione precedente facendo innesti di qualità( tre acquisti ndr) per salvarsi come primo obiettivo e fare campionato tranquillo se la salvezza fosse stata raggiunta in anticipo. L’ambiente era ottimo, soprattutto il rapporto con l’allenatore (Daniele Precetti ndr) era molto buono e si era creato un buon feeling di squadra”.

Però a metà stagione ti sei trasferita alla Virtus Cagliari

“Sì, nonostante non avessi problemi con loro a causa delle difficoltà economiche della società, abbiamo deciso per il trasferimento a Cagliari”

Che stagione è stata alla Virtus?

“ A Cagliari la salvezza è stata centrata alla grande. Era l’obiettivo ed  ho avuto l’opportunità di giocare tante partite partendo dall’inizio”.

Al termine della stagione avevi deciso di prenderti un momento di riflessione

“Sì, ho iniziato a guardarmi intorno. Dopo tanti anni giocati a buon livello ho cercato di capire quale fosse la mia strada. Il basket è una parte importante della mia vita ma bisogna anche capire cosa si vuole fare da grandi”

Hai pensato di smettere di giocare?

“Sì ho anche valutato questa ipotesi perché volevo avvicinarmi a casa..”

E poi cosa è successo?

“La voglia di giocare è sicuramente tanta e quindi ascoltando i consigli delle persone a me più vicine quali il mio procuratore e mia sorella Sara (giocatrice della Lavezzini Parma) ho deciso di vagliare anche le ipotesi di società che mi offrissero l’opportunità di poter trasmettere quanto ho imparato in questi anni alle ragazze più piccole.

Hai ricevuto offerte in particolare?

“Sì, ci sono diverse ipotesi. Squadre come Pontedera ma anche Viareggio ed Empoli. Per ora non ho firmato con nessuna società, ma le trattative sono in corso”.

Sarebbe un problema scendere di categoria, per una giocatrice come te che ha sempre militato in A2?

“Non mi interessa la serie ma il progetto che deve coinvolgermi non solo come giocatrice ma come parte integrante della squadra. A Cagliari ad esempio allenavo le ragazze con Sara Innocenti ed è stata una gran bella esperienza”.

Ringraziamo Costanza per l’intervista esclusiva, questo il suo saluto a Basketinside.com

“Leggo spesso il vostro portale, le foto, le interviste. Un saluto allo staff ed a tutti i lettori”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy