A1 – Broni conquista la vittoria senza problemi contro Empoli

A1 – Broni conquista la vittoria senza problemi contro Empoli

Elcos Broni – Use Scotti Rosa Empoli 89 – 65

di La Redazione

Elcos Broni – Use Scotti Rosa Empoli 89 – 65 (22-19, 46-40, 65-54, 89-65)

 
ELCOS BRONI: Miccoli NE, Spreafico* 6 (0/3, 2/6), Togliani 8 (1/1, 2/4), Moroni* 9 (2/2 da 3), Pavia NE, Bonasia 12 (6/10, 0/2), Wojta* 25 (7/11, 2/4), Milic* 19 (8/15, 1/2), Strozzi NE, Castello 5 (2/2, 0/2), Premasunac* 5 (2/6, 0/2), Gatti
Allenatore: Fontana A.
Tiri da 2: 26/48 – Tiri da 3: 9/24 – Tiri Liberi: 10/17 – Rimbalzi: 43 16+27 (Milic 10) – Assist: 22 (Wojta 7) – Palle Recuperate: 20 (Bonasia 6) – Palle Perse: 19 (Wojta 4)

 
USE SCOTTI ROSA EMPOLI: Rosellini* 7 (2/4 da 3), Calamai 2 (0/2, 0/2), Madonna* 17 (2/6, 3/5), Chiabotto, Pochobradska 2 (1/1 da 2), Lucchesini, Manetti, Narviciute* 10 (3/8 da 2), Brunelli, Huland El* 17 (4/6, 1/3), Mathias* 10 (3/6 da 2)
Allenatore: Cioni A.
Tiri da 2: 13/34 – Tiri da 3: 6/16 – Tiri Liberi: 21/25 – Rimbalzi: 29 5+24 (Narviciute 8) – Assist: 17 (Madonna 4) – Palle Recuperate: 11 (Madonna 4) – Palle Perse: 27 (Narviciute 7)
Arbitri: Del Greco S., Bramante A., Meneghini F.

La Elcos Broni supera l’Use Scotti Rosa Empoli (89-65). Terza vittoria per le ragazze di coach Alessandro Fontana che salgono a sei punti in classifica, al termine di una partita in cui le ospiti hanno venduto cara la pelle. Partenza molto positiva della formazione toscana che con due bombe arriva a +4 (2-6), da quel momento Broni alza il ritmo, inizia a trovare le giuste conclusioni, scavando il primo mini break (18-10). Empoli non ci sta e dopo le indicazioni di coach Cioni riesce a ricucire lo strappo in un amen (18-17). Anna Togliani, appena entrata, ruba un pallone, vola verso canestro e appoggia nella retina (+3, 20-17), piccolo vantaggio con cui si va alla prima mini pausa (22-19). Il secondo quarto di gioco vede le due squadre lottare su ogni pallone, le toscane non arretrano di un millimetro, continuano a giocare, sfruttando al meglio i tiri dalla distanza e le penetrazioni. La Elcos risponde con una rubata di Bonasia e una bomba dall’angolo di Togliani (31-25), ma esuarisce il bonus dopo 3 minuti del quarto, permettendo così alla formazione di Cioni di andare in lunetta per ogni contatto falloso. Poi 31-30 Rosellini da tre, cui risponde subito Togliani. Ancora un tiro da tre, stavolta di Wojta, porta le oltrepadane sul 46-40; mentre Moroni, al quarto fallo, torna in panca. La Elcos continua a lottare, ma non trova la chiave giusta, finchè finalmente Premasunac si sblocca e segna dal pitturato, poi Bonasia in contropiede su passaggio di Milic che recupera palla in difesa (55-46). Ancora una recuperata di Bonasia permette a Broni di arrivare sul +14 (61-47). Il vantaggio oscilla sempre sulla doppia cifra: il terzo periodo si chiude sul 65-54. Peccato perché a 6 secondi dalla sirena del quarto, Togliani è costretta ad uscire per una presunta distorsione alla caviglia (subito presa in consegna dal medico societario Luigi D’Introno). All’inizio dell’ultimo periodo, Broni cerca di costruire un piccolo break, dopo il fallo tecnico fischiato a coach Cioni. È una Wojta in grande serata che segna e fornisce un “cornetto alla crema” che Premasunac deve appoggiare nella retina (74-58 al 34’, poi 76-60). Poi la guardia americana spara un missile fronte canestro (+16, 79-63) e Spreafico la imita due volte (85-63), massimo vantaggio Broni della serata. Quando la ragazza del Wisconsin viene richiamata in panca a 2 minuti e 29 dalla sirena, inevitabile la standing ovation del pubblico del PalaBrera, come sempre calorosissimo. Stessa scena quando viene richiamata Nikolina Milic. La partita è virtualmente in archivio e la Elcos si limita a gestire.

Uff.Stampa Elcos Broni

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy