A1- Bruttissimo Geas, Orvieto domina e vince la sfida salvezza

A1- Bruttissimo Geas, Orvieto domina e vince la sfida salvezza

Se Orvieto è questa, il discorso salvezza non può interessarle. Se il Geas è questo, Cinzia Zanotti dovrebbe iniziare a preoccuparsi. Probabilmente la verità sta nel mezzo, con Orvieto troppo cinica e il Geas troppo brutto. Alla fine fa festa, meritatamente, la formazione allenata da coach Romano che gioca una gara perfetta trascinata dalla new entry e subito mvp Jelena Ivezic. La croata fa subito capire di avere un talento nettamente superiore a ogni giocatrice in campo, non solo disputando un’ottima prova da 16 punti e 4 assist ma trasmettendo anche una sicurezza impressionante al resto delle compagne. Ne ha giovato di tutto ciò Dietrich, tornata la bella giocatrice ammirata nelle prime giornate di campionato. Senza più la pressione di essere l’unica arma offensiva, l’americana torna a colpire con tutto il proprio talento offensivo: 21 punti, 3/5 dall’arco, 4 assist e 22 di valutazione. Con loro sugli scudi anche Baldelli (13pt e 21 di val) e Wicijowski (11pt+10rb), entrambe finalmente concrete su i due lati del campo. Parlando in casa Geas c’è ben poco da salvare: probabilmente la reazione finale non sarà dispiaciuta a Cinzia Zanotti ma i primi trenta minuti aggiunti al pessimo esordio di Correal, non lasciano certamente segnali positivi sul futuro in attesa che il ritorno di Laterza possa mettere quei centimetri necessari sotto canestro.

Orvieto: Baldelli-Dietrich-Gaglio-Ivezic-Wicijowski

Geas: Arturi-Brown-Kacerik-Mandache-Ercoli

DOMINIO ORVIETO, GEAS NON PERVENUTO- C’è Ivezic subito in campo per Orvieto e si vede: la croata piazza due canestri in fila, poi fa 2/2 dalla lunetta costruendo il 6-4 iniziale. Primi punti anche per Brown, ma è il contro piede di Kacerik a rimettere le ospiti avanti. Orvieto però si sveglia: Wicijowski impatta, Baldelli suona la carica e sull’asse Dietrich-Gaglio in un amen arriva il 17-8 che obbliga Zanotti al timeout. La neo entrata Madonna colpisce dall’arco, ma Baldelli replica con la stessa moneta. E’ ancora la numero otto ad andare a segno con il 2/2 del più undici, prima di lasciare lo spazio sul parquet di gioco a Mancinelli che va subito a segno per il 24-11. Mandache interrompe il parziale a sfavore, ma l’inerzia è tutta per Orvieto che con Ivezic realizza il 26-13 che archivia il primo periodo. Dopo oltre due giri di lancette è Bove da tre punti ad andare a segno, sfruttando un bel assist di Mancinelli. Zanotti chiama subito timeout, ma la sostanza non cambia: canestro di Dietrich, errore di Correal e nuovo gioco vincente da tre punti della numero nove, per un clamoroso più ventuno. Il Geas sbanda, Bove e Dietrich colpiscono ancora scrivendo 12-0 sul parziale del secondo quarto. Ercoli ferma l’emorragia dopo sei minuti senza canestri rossoneri, ma il 2/2 di Wicijowski vale il 41-15. Baldelli colpisce da tre punti per il più ventinove, mettendo l’ennesimo acuto sulla sinfonia di Orvieto. Mandache con sei punti consecutivi prova a predicare nel deserto, mentre Brown in contropiede riduce lo scarto siglando il 45-23. Coach Romano chiama immediato minuto di sospensione ed è la mossa giusta: Ivezic al rientro dimostra tutta la propria classe, ed esperienza, andando a segno col 2+1 che vale il 48-23 all’intervallo.

ORVIETO IN CONTROLLO, VITTORIA FACILE- Anche il terzo quarto parte con Orvieto a segno con Wicijowski e Gaglio per il 52-23. Barberis realizza dalla lunetta, ma il bel canestro firmato Dietrich vale un netto più trenta sul tabellone. Barberis e Brown provano ad accendere la luce, ma Dietrich replica ad entrambe per il 59-29. Barberis e Madonna cercano di svegliare le lombarde, con un mini break che vale il meno ventidue. Romano chiama subito timeout, Brown al rientro realizza un facile contropiede, ma sono quattro punti di Barberis a infiammare le rossonere che toccano il meno sedici. Ivezic però con un 2+1 ridà ossigeno ad Orvieto, siglando il 62-43 dopo trenta minuti. L’ultima frazione inizia con i due punti di Barberis, seguiti dai due di Mandache che valgono il meno quindici. Wicijowski replica con due punti facili, prima di commettere il proprio quarto fallo su Madonna. L’ennesima bomba di Baldelli tiene a distanza di sicurezza la Ceprini, ma il Geas non molla e con Madonna da sotto prova a rimanere a contatto. Kacerik e Mandache con un 2/2 riportano Sesto S.Giovanni a meno quattordici a due minuti e trenta, ma l’errore di Mandache e il recupero di una strepitosa Ivezic sanno tanto di titoli di coda. L’antisportivo a Madonna su Dietrich chiude i conti, con Orvieto che deve solo amministrare quanto accumulato. Finisce 74-62, con le padrone di casa che ribaltano anche lo scontro diretto dell’andata.

MVP BASKETINSIDE: Ivezic

Ceprini Costruzioni Orvieto – Geas Sesto San Giovanni 74 62

Orvieto: Colantoni ne, Capolicchio ne, Di Gregorio ne, Baldelli 13, Dietrich 21, Gaglio 6, Wicijowski 11, Miccoli, Bove 5, Mancinelli 2, Ivezic 16, Grilli ne. All: Romano

Geas: Arturi 2, Correal 3, Kacerik 6, Galli, Brown 14, Madonna 7, Mazzoleni, Barberis 14, Bonomi ne, Mandache 14, Ercoli 2. All: Zanotti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy