A1 – Che intensità al Taliercio! Il Famila batte la capolista Reyer Venezia

A1 – Che intensità al Taliercio! Il Famila batte la capolista Reyer Venezia

Big match al Taliercio: Schio riesce a vincere sulla Reyer dopo aver guidato fin dall’inizio.

di La Redazione

Umana Reyer Venezia – Famila Wuber Schio 74-81 (15-21, 39-41, 56-60)

Schio vuole dimostrare che il -5 dell’andata è solo stato un incidente di percorso ed imposta un ritmo forsennato che la Reyer fatica a sostenere: segnano in 6 giocatrici diversi e coach Liberalotto è costretto a chiamare timeout dopo 7′ (9-19). Le scledensi toccano subito il +12, ma prima la tripla di Steinberga e poi tre punti di De Pretto riaprono il match. Al 10′ il Famila guida 15-21. 

La Reyer dimostra perché è prima in classifica e segna altri 8 punti di fila, per portare il parziale a 14-0 che prima impatta il match a quota 21 e poi dà il vantaggio lagunare. È poi Gruda a segnare il primo canestro di Schio dopo quasi 7′ di astinenza, anticipando la successiva bomba di Quigley. Macchi segna i suoi primi due punti in maglia Reyer e poi serve l’assist per Gulich (27-28 al 15′). Quigley si mette in moto con due grandi canestri e un assist per Lavender; dall’altra prima Macchi e poi la coppia Steinberga-Carangelo tengono a contatto le orogranata. A metà partita Schio conduce 39-41. 

Sandrine Gruda parte forte, ben servita da Quigley, ma Venezia resta in scia con Steinberga ed Anderson che entra in ritmo e pareggia a quota 49 al 26′. Ancora la lettone domina a rimbalzi e poi si mette in proprio in attacco dando il vantaggio Reyer sul 53-52 al 28′. Schio risponde con Lavender (che poi commette il quarto fallo) e la tripla di Masciadri. A fine terzo quarto, il Famila conduce 56-60.

Le due squadre faticano a trovare la via del canestro, ma ci pensa Andre con due canestri a dare il +8, fatto che costringe Liberalotto a fermare tutto con una sospensione. Non serve a nulla perché Battisodo infila la bomba del +11 (56-67 al 33′), portando il parziale sull’8-0. Altro timeout Reyer, che però stavolta porta a due canestri consecutivi. MAGIA DI DOTTO da dietro il canestro! Gruda continua a macinare punti (alla fine saranno 25 con 11/14 da 2), in difesa Schio alza il ritmo e Venezia lo soffre terribilmente sprofondando a -12 (66-78 al 37′). De Pretto segna due canestri veloci che costringe coach Vincent a fermare tutto, anche perché Schio vuole ribaltare il -5 dell’andata. La bellezza del rilascio di Quigley fissa il +10 dalla media: nell’ultimo minuto si gioca per la differenza canestri. Due canestri veloci di Anderson e De Pretto riportano a -6 Venezia. Carangelo da sotto si mangia il -4 e Dotto dalla lunetta porta a casa game, set and match: 74-81 per il Famila Schio che ribalta anche la differenza canestri.

Venezia: Gorini 5, De Pretto 11, Bestagno 8, Kacerik 3, Gülich 6, Anderson 14, Šteinberga 14, Carangelo 7, Macchi 6, Crudo NE, Madera NE.

Schio: Dotto 11, Lavender 12, Gruda 25, Quigley 15, Fassina, Crippa 2, Andre 8, Battisodo 4, Masciadri 3, Micovic NE, Filippi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy