A1: Christmas da urlo, la Reyer vince contro Battipaglia

A1: Christmas da urlo, la Reyer vince contro Battipaglia

Commenta per primo!

Parziali: 15-16; 36-37; 57-53
Umana Reyer: Carangelo 8, Christmas 30, Pan 2, Bagnara 6, Sandri, Formica 9, Ruzickova 14, Dotto 6, Cubaj, Fontenette 8. All. Liberalotto
Givova Convergenze Battipaglia: Trimboli 6, Orazzo 4, Tagliamento 22, Bonasia ne, Treffers 24, Ruzzo, Ramò 4, Gray 6, Andrè 2, Zanoguera 2, Costa. All. Riga

L’Umana Reyer apre il terzo e ultimo Reyer Day della stagione aggiudicandosi la sfida contro Battipaglia al termine di una gara combattuta più di quanto il punteggio finale potrebbe far pensare merito anche di una volitiva Battipaglia che trova punti e risorse da tutte le sue giocatrici. La gara resta così in equilibrio fino alla fine del terzo quarto, poi il break che spacca in due la partita per le orogranata.

Il terzo e ultimo Reyer Day della stagione. L’Umana parte con Carangelo, Fontenette, Christmas, Sandri e Ruzickova. Carangelo apre le marcature e prova a spingere la transizione orogranata. Ma Battipaglia costringe a girare al largo l’Umana e si porta con treffer sul 3-7 al 3?. Ci vogliono le incursioni di Christmar per bucare l’area campana. Ma quando la satunitense infila il 7-9, Battipaglia trova due triple con Tagliamento (9-15 al 6?). Christmas ruba palla e Carangelo regala a Fontenette l’assist del 13-15 un minuto dopo mentre il pareggio lo firma Formica con il piazzato del 15-15. Il break di 6-0 viene interrotto dal libero di Tagliamento che chiude il quarto sul 15-16.

Battipaglia torna a condurre le danze in apertura di secondo quarto portandosi sul 17-22 al 12? e costringendo coach Liberalotto al time out. Il vantaggio ospite tocca le 7 lunghezze quando Ramò infila anche i due liberi. La forbice si allarga pericolosamente quando Treffers infila il canestro del 17-26 e i liberi del 17-28. A sbloccare l’Umana dal lungo digiuno è Christmas che conquista rimbalzo offensivo, realizza e subisce fallo. Ancora la statunitense infila anche la tripla, risponde Tagliamento ma poi è Ruzickova a sbloccarsi con il semigancio del 25-30 che costringe questa volta Massimo Riga, ex di turno, a chiedere il minuto di sospensione. La risalita organata continua e Chrismas (19 punti per lei a metà incontro) dalla lunetta infila il -1 e il sorpasso è un gran sottomano di Fontenette a poco più di 2? dall’intervallo. E’ però anche in difesa che sale l’intensità dell’Umana che sbarra la strada ad ogni tentativo ospite. Con un gioco da tre punti Treffers riporta avanti le sue chiudendo la seconda frazione sul 36-37.

Si rientra in campo dopo l’intervallo con le orogranata che per un attimo rimettono le cose in parità. Ma subito dopo Battipaglia torna a condurre (40-37). Treffers commette il suo terzo fallo personale, peccato che subito dopo anche Christmas incappi nella sua terza penalità. Le campane tornano ca più 4 e quando Christmas trova la tripla altrettanto fa la giovane Trimboli per le ospiti. Christmas costringe Gray al quarto fallo e coach Riga è costretto ad avvicendarla rimettendo in campo Treffers. Sul 45-47 Sandri realizza il canestro del pareggio ma il trio di arbitri tutto al femminile annulla per presunto fallo in attacco. Al secondo tentativo è Fontenette in contropiede a realizzare il 47 pari al 26?. Con tre canestri di fila Ruzickova riporta avanti l’Umana (53-49) e il Taliercio si anima. Battipaglia non molla afatto e Tagliamento infila il canestro pesante dell’ennessima parità (53-53) mettendo a referto il suo ventesimo punto. A chiudere la terza frazione è il canestro di Formica su assist di Dotto per il 57-53.

L’ultimo quarto si apre con la tripla di Bagnara che vale il 60-55. Formica allarga la forbice sul 62-55 poi il secondo canestro pesante della capitana vale il più 10 a 8’18” dalla fine. Inevitabile il time out del coach ospite che prova a cambiare l’inerzia. Le orogranata toccano anche il più 12 ma Battipaglia non demorde. Christmas suggella la sua prestazione “monstre” con il canestro del 71-59 e con la tripla del 74-59 a meno di 5? dal termine. Quando Carangelo ruba a centrocampo e propizia il 76-59 il finale di gara appare tutto in discesa per le orogranata. E infatti l’Umana prende il largo con la tripla di Carangelo (81-64) e Liberalotto dà spazio alle giovanissime Pan e Cubaj. Battipaglia lima il divario ma la gara non è più in discussione e il finale è 83-70.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy