A1 e A2 Femminile: il punto della situazione in vista dell’iscrizione

Analisi della situazione in data odierna in vista dei nuovi campionati.

Sono come sempre ore calde e intense quelle che fanno d’attesa alla scadenza delle iscrizioni. Per quanto riguarda il massimo campionato di A1, dopo l’autoretrocessione di Orvieto che ripartirà dall’A2, anche Parma alzerà bandiera bianca. Un triste epilogo quello della società ducale, che dopo oltre 40 anni di permanenza nel massimo campionato, segna la fine di un glorioso passato (indimenticabile lo scudetto del 2001 con la stella Griffith). Il Lavezzini va così ad aggiungersi ad altre società già sparite negli anni scorsi e di massima importanza, quali Pool Comense, Cras Taranto e Priolo. E ora cosa succederà? Salvo cambi di scena dell’ultima ora, sarà un campionato a 12 squadre, dato che fino ad oggi non sono pervenute domande di ripescaggio.  Cambierà quindi la formula, che tornerà probabilmente al vecchio modello, con 8 squadre direttamente ai playoff e le retrocessioni che passeranno da 2 a 1 a fronte di un numero non ancora definito riguardo le squadre che saliranno dalla seconda serie. La logica direbbe tre per ritrovare nella stagione 2017-18 quattordici formazioni alla partenza del torneo, ma non è escluso possano essere anche le consuete due, studiando poi l’eventuale modo di tornare in un numero pari tra un anno, con un eventuale ripescaggio salvi altri fallimenti che confermerebbero 12 squadre.

E in A2? Non va sicuramente meglio, anzi. Già scritto dei titoli di coda della Magika Pallacanestro, stesso epilogo tocca alla Pallacanestro Viareggio. Anche per le toscane è game over, nonostante la salvezza ottenuta ai playou alla prima partecipazione nel campionato di A2 dove si sono messe in luce su tutte Federica Iannucci, top scorer dell’intera a2, ed Elena Bindelli. Qualche timida speranza per Ariano Irpino, ma serve anche per le campane un vero proprio miracolo per poter esser al via il prossimo anno. Stesso discorso la neopromossa Ostia, che stando alle ultime indiscrezioni potrebbe rinunciare.

Infine spazio ai ripescaggi,  con Salerno e Bolzano che hanno ufficialmente presentato la domanda. Oltre a loro, potrebbero arrivare anche altre due nuove squadre dalla B per ritornare ad avere due gironi da 14.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy